Maxi evasione fiscale, denunciati due imprenditori

12 ottobre 2009 0 Di redazione

La Compagnia della Guardia di Finanza di Cassino, nell’ultima settimana, ha eseguito una operazione di polizia tributaria e giudiziaria nei confronti di due società operanti nel settore dei trasporti, portando alla luce una serie di operazioni economiche fittizie poste in essere da imprese aventi sede in Pontecorvo, Benevento e Milano.
In particolare, gli uomini del capitano Vincenzo Ciccarelli, coordinati dal colonnello Giancostabile Salato, hanno rilevato delle finte cessioni immobiliari che avevano come unico scopo quello di sottrarre ai creditori delle società i beni su cui potersi rivalere. Con tali comportamenti, oltre a sottrarsi ai creditori, le società hanno tentato anche di sottrarsi all’Erario, costituendo, fittizi crediti di imposta in capo alla società lombarda.
L’attività eseguita ha permesso di accertare un’evasione ai fini delle imposte dirette per 4 milioni di euro, l’emissione e l’utilizzo di fatture false per oltre 3 milioni di euro e un’evasione all’IVA per circa 1 milione di euro.
Sono state deferite all’Autorità Giudiziaria di Cassino due soggetti che si sono resi responsabili di diversi reati previsti dalla normativa penale-tributaria (emissione ed utilizzo di fatture false, omessa presentazione delle dichiarazioni ed occultamento o distruzione di documentazione contabile).