Oblati Benedettini da tutto il mondo in Congresso a Roma

6 ottobre 2009 0 Di redazione

È in corso a Roma, presso il Salesianum, il secondo Congresso Mondiale degli Oblati Benedettini, voluto dall’Abate Primate Notker Wolf, sul tema «Le sfide religiose di oggi» cui partecipano 210 persone di 37 Paesi. L’oblato benedettino secolare – così recita l’art.2 dello Statuto degli Oblati benedettini secolari italiani, approvato definitivamente nell’anno 2000 – è il cristiano, uomo o donna, laico o chierico che, vivendo nel proprio ambiente familiare e sociale, riconosce e accoglie il dono di Dio e la sua chiamata a servirlo, secondo le potenzialità ed esigenze della consacrazione battesimale e del proprio stato; si offre a Dio con l’oblazione, ispirando il proprio cammino di fede ai valori della S. Regola e della Tradizione spirituale monastica”. Dal venerdì 2 al sabato10 ottobre, dunque, Oblati provenienti da tutto il mondo insieme pregano, riflettono, si confrontano sui molteplici problemi posti dalle sfide religiose di oggi per poter offrire una “risposta benedettina”. Domenica scorsa hanno partecipato all’Udienza pubblica del Santo Padre in piazza S. Pietro; tra i temi affrontati c’è il tema “Missione e dialogo interreligioso” e a tal proposito un ruolo centrale assume la tavola rotonda con rappresentanti del Cattolicesimo, dell’Ebraismo, dell’Islam, dell’Induismo e del Buddismo, oltre uno studioso, profondo conoscitore dei nuovi culti e del panorama attuale delle “religioni emergenti”. Lavoreranno in Gruppi di studio, articolati per lingua, per approfondire gli spunti e le suggestioni emersi dalle relazioni.
Non poteva mancare la visita all’Abbazia di Montecassino, come intenso riferimento storico al luogo di nascita del monachesimo benedettino. Giovedì 8 ottobre tutti i partecipanti al Congresso verranno in visita a Montecassino, dove alle 11,30 l’Abate Dom Pietro Vittorelli presiederà una Celebrazione eucaristica in inglese. Gli ospiti pranzeranno nel refettorio dell’abbazia, poi la visiteranno e infine, alle 16,00 reciteranno i Vespri insieme ai monaci dell’abbazia, infine ripartiranno per Roma per portare a termine il loro congresso.