Polizia, il Silp chiede una migliore organizzazione del personale

21 ottobre 2009 0 Di redazione

“Siamo stati costretti ad inviare una nuova nota al Questore di Frosinone ed alla Segreteria Nazionale del SILP per la CGIL, in quanto, nonostante numerosi solleciti e richieste di intervento, la situazione dell’Ufficio P.G.S.P. della Questura (Volanti, Poliziotto di Quartiere) non è migliorata, anzi, semmai è peggiorata”. A parlare è il segretario generale provinciale del Silp-Cgil Marco GALLI. “Al di là della necessità di una generale riorganizzazione dell’Ufficio e di una rivalutazione del ruolo straordinario svolto nell’ambito dei servizi di Polizia, occorre potenziare l’organico, anche attraverso il recupero di quegli operatori di polizia, attualmente, preposti a settori di pertinenza del solo ruolo tecnico. Si sacrificano le Volanti o il Poliziotto di Quartiere per non toccare certi santuari, con un generale indebolimento della presenza sul territorio della Polizia di Stato. Non può continuare ad andare avanti in questo modo, occorre dare risposte al personale che quotidianamente opera su strada per conto dello Stato ed anche al bisogno di sicurezza di questa provincia. Lo ripeto da tempo che i cittadini pagano le tasse, non per avere improbabili ronde, ma un efficiente servizio di prevenzione delle forze di polizia, che, in questo momento, ad eccezione dello straordinario impegno dei singoli operatori, non viene asscicurato. Auspichiamo che il Questore già da subito recepisca finalmente le denunce del SILP per la CGIL e le istanze della gente quindi, compatibilmente con la generale carenza di organico degli uffici della Questura, intervenga anche attraverso il recupero di ogni risorsa attualmente impiegata in settori non di pertinenza dei poliziotti ma del personale del ruolo tecnico. La sicurezza è un diritto, e chi amministra un’Istituzione importante come la Polizia di Stato ha il dovere di farlo nel miglior modo possibile, nell’esclusivo interesse dei cittadini”.