Giorno: 13 novembre 2009

13 novembre 2009 0

Ubriaco investe un gregge di pecore, è strage

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ubriaco, non ha visto un gregge di pecore e lo ha travolto. E’ accaduto oggi a Isernia dove i militari della locale compagnia sono dovuti intervenire per un incidente stradale avvenuto su una strada di periferia. Al loro arrivo hanno trovato sull’asfalto alcune percore morte. Un automobilista aveva investito il gregge e ne ha uccise cinque. I carabinieri hanno avuto il sospetto che l’uomo avesse i riflessi alterati dall’assunzione di alcoolici. Sottoposto all’etilometro sono stati evidenziati valori superiore al limite consentito. Per questo è stato segnalato alla competente Autorità Giudiziaria perché ritenuto responsabile di “guida sotto l’influenza di sostanze alcooliche”.

13 novembre 2009 0

Il comandante generale dei carabinieri visita la Legione Chieti

Di redazione

Il Generale di corpo d’Armata Leonardo Gallitelli, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, oggi, ha fatto visita al Comando Legione Carabinieri Abruzzo in Chieti. Ad attenderlo c’era il comandante della Legione Carabinieri, Generale di Brigata Luigi Longobardi, una rappresentanza di ufficiali, marescialli, brigadieri, appuntati, carabinieri, il Consiglio di base della rappresentanza militare, i comandi dei reparti Speciali operanti in Abruzzo (nucleo antisofisticazione, raggruppamento operativo speciale e nucleo operativo ecologico), l’ispettore regionale dell’associazione nazionale Carabinieri e una delegazione dell’Arma in congedo. Nel corso dell’incontro Gallitelli ha fatto il punto sulla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nella Regione e ha ringraziato i militari, oltre che per i lusinghieri risultati operativi, per l’impegno e la professionalità evidenziati in occasione delle operazioni di soccorso a seguito del terremoto nella provincia de L’Aquila e del vertice G8. Si è, inoltre, soffermato sulla necessità di continuare ad essere sempre più vicini ai cittadini per i quali l’Arma costituisce costante e qualificato punto di riferimento. In seguito l’alto ufficiale ha fatto visita al centro Nazionale amministrativo dell’Arma situato a Chieti Scalo.

13 novembre 2009 0

Coppia di giovani abruzzesi allontanati dal cassinate

Di redazione

Una coppia di Lanciano (Ch), con vari precedenti penali, è stata fermata dai carabinieri di Atina della compagnia di Cassino (Fr). I militari, nel corso di predisposto servizio finalizzato al controllo del territorio, hanno intercettato e controllato G.A. 26 enne (sesso femminile) e G.F. 23 enne (sesso maschile), già censiti, i quali si aggiravano con fare sospetto nei pressi di attività commerciali del comune frusinate. Ricorrendo i presupposti di legge, gli stesi sono stati proposti per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

13 novembre 2009 0

Controlli ai cantieri, denunce e sanzioni amministrative

Di redazione

Il nucleo carabinieri ispettorato del lavoro, in appoggio ai militi della Compagnia di Isernia ha effettuato numerosi controlli nel territorio, con riguardo alla sicurezza sui luoghi di lavoro per prevenire il fenomeno delle “morti bianche” ed il rispetto delle normative in materia contributiva ed assicurativa. Durante tali servizi sono stati controllati cantieri edili e ristoranti e sono state rilevate violazioni amministrative per quasi 25.000 euro. Una persona, responsabile di una ditta edile ed il titolare di un ristorante sono stati segnalati, in stato libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, per impiego di manodopera “in nero”, con sospensione dell’attività esercitata. A Venafro (Is) invece, nel corso di controlli a cantieri edili, i carabinieri della locale compagnia, hanno individuato un cantiere non in regola. I militari hanno accertato che erano state realizzate modifiche ad uno stabile senza le previste autorizzazioni, mentre in un altro sito era stato realizzato un muro di contenimento in cemento armato senza concessione edilizia ed in area sottoposta a vincoli ambientali. Per questo hanno denunciato tre persone per l’ipotesi di reato di “violazione di disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”. Sempre a Venafro, i carabinieri, durante l’attività di vigilanza antirapina, tra Pozzilli e il centro venafrano, hanno bloccato tre romeni, due napoletani ed un avellinese che in tre diverse situazioni si aggiravano in quel territorio senza dare contezza dei motivi della loro presenza nei luoghi e con modalità tali da fare presupporre l’intenzione di commettere reati. Dopo la identificazione e gli accertamenti di rito i sei pregiudicati sono stati allontanati con “foglio di via obbligatorio”. Il provvedimento interdittivo fa divieto di ritorno a Venafro per tre anni.

13 novembre 2009 0

Bloccate dai carabinieri le scorribande ladresche di un 38enne

Di redazione

Una intensa attività info investigativa svolta dai carabinieri della compagnia di Ortona (Ch) ha permesso agli uomini del capitano Gianfilippo Manconi, di assicurare alla giustizia un 38enne di Larino (Cb). L’uomo, Franco V., aveva compiuto una serie di scorribande tra i comuni di Fossacesia (Ch) e Rocca San Giovanni (Ch). L’uomo, si era introdotto all’interno della casa di un pensionado rubando la somma di 100 euro. Alcuni testimoni lo hanno visto e, quando si sono recati presso la stazione carabinieri di Fossacesia lo hanno trovato lì perché gli stessi militari lo avevano fermato, nel frattempo, mentre tentava di rubare una Suzuki Vitara nel comune di Rocca San Giovanni (Ch).

13 novembre 2009 0

Decapitata la rete di spacciatori che riforniva la bassa Ciociaria

Di redazione

All’alba di oggi, a conclusione di una complessa attività investigativa, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Pontecorvo (Fr), con il supporto dei comandi Arma competenti per territorio, hanno eseguito nei comuni di Castelvolturno (Ce) e Santa Maria Capua Vetere (Ce) 4 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di soggetti ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività d’indagine (che si è sviluppata a seguito della esecuzione dell’operazione antidroga convenzionalmente denominata BLACK & WHITE che era riuscita a ricostruire le responsabilità in ordine al decesso di Massimo Di Cioccio di Colle San Magno (FR), sopraggiunto nella notte tra il 21 e 22 marzo 2008 per overdose da stupefacenti) ha, di fatto, disarticolato un gruppo di persone che deteneva e spacciava sostanze stupefacenti del tipo cocaina ed eroina, con basi logistiche ed operative, in Provincia di Frosinone (comuni di Pontecorvo, Roccasecca ed Arce) e nell’area a nord di Napoli (comuni di Giugliano in Campania e Castelvolturno). Nel corso della stessa, che si è basata su servizi di osservazione, controllo e pedinamento diurni e notturni nonché di attività tecniche, gli uomini del capitano Pier Francesco Di Carlo hanno ritenuto necessario procedere ad alcuni interventi repressivi (arresti in flagranza e sequestri di sostanza stupefacente), aventi la finalità di fornire riscontro alle ipotesi investigative e determinare le rotte utilizzate per i traffici illeciti in questione, atteso il linguaggio criptico adoperato dai malviventi sia nelle trattative relative ad acquisti/cessioni di stupefacente che nei loro spostamenti. Si appurava così che le cessioni avvenivano sul litorale domitio dove i consumatori dello stupefacente originari del frusinate raggiungevano, con cadenza periodica, soggetti extracomunitari di nazionalità nigeriana e ghanese, risultati poi i veri motori di un imponente traffico di eroina e cocaina. Proprio questi ultimi, infatti, nel tempo erano diventati i primi rifornitori di stupefacente per i tossicodipendenti della bassa Ciociaria. Complessivamente, l’indagine ha condotto, tra arresti in flagranza di reato e misure cautelari disposte dall’A.G., a 22 provvedimenti restrittivi; alla denuncia in stato di libertà di 2 persone; alla segnalazione di 30 persone alla competente Autorità amministrativa, quali assuntori di sostanze stupefacenti ed all’accertamento di oltre 300 cessioni di sostanza psicotropa. E’ stato evidenziato che i soggetti individuati ponevano in essere con sistematicità e continuità numerose condotte criminose, consistenti in approvvigionamento e successiva commercializzazione di tipologie differenti di sostanze stupefacenti (eroina e cocaina). Inoltre acquistavano giornalmente rilevanti quantità, in particolare già confezionate in dosi in modo da poterle facilmente spacciare successivamente. In taluni casi traevano le proprie risorse economiche interamente ed esclusivamente dall’attività di spaccio e avevano accanto a sé altri soggetti che rivestivano, a loro volta, o il ruolo di spacciatore al dettaglio o di consumatore. Per questo oggi sono state notificate misure cautelari a MOHAMMED Suleman Karin, 30enne ghanese domiciliato a Castelvolturno (CE), ONORAGBON Albert, 32enne nigeriano domiciliato a Castelvolturno (CE), AGHO Joy, nigeriano cl. 1976, domiciliata a Castelvolturno, convivente del Onoragbon e a OMETAN Philomena, 33enne nigeriana domiciliata a Castelvolturno (CE), convivente del Mohammed, e sottoposta al regime degli arresti domiciliari.

13 novembre 2009 0

Frode all’Erario per tre milioni di euro, imprenditore edile denunciato

Di redazione

La costante ed incessante azione di contrasto all’evasione fiscale, condotta dalla Guardia di Finanza di Frosinone, sotto il coordinamento operativo del Comando Provinciale, ha permesso di concludere una complessa attività ispettiva nei confronti di una impresa di proprietà di un imprenditore locale che, operando nel settore dell’edilizia avrebbe effettuato una sottrazione all’erario per circa 3 milioni di euro realizzata attraverso la mancata documentazione di elementi negativi di reddito (costi); base imponibile sottratta a tassazione IRAP per circa 3 milioni di euro; segnalare all’autorità giudiziaria una persona per violazione al D.Lgs. 74/2000. L’azione di servizio condotta dagli uomini del capitano Gaetano Maragliulo a tutela dell’Entrate, si è ispirata, come di consueto, agli indirizzi strategici di politica economica e di contrasto all’evasione fiscale trattati dall’Autorità di Governo, attuati dalle fiamme gialle attraverso un controllo attento del territorio e delle manifestazioni di ricchezza che non combaciano con quanto dichiarato al fisco.

13 novembre 2009 0

“Rapporto Ambiente e Sicurezza” presentato nella sede Confindustria

Di redazione

Verrà presentata nel pomeriggio del 18 Novembre prossimo la quarta edizione del “Rapporto Ambiente e Sicurezza” (anno 2008), attraverso il quale Confindustria Frosinone evidenzia il costante e continuo impegno nei confronti di tutte le parti interessate su queste materie. In quest’ultima edizione il Rapporto Ambiente e Sicurezza si conferma come documento a carattere divulgativo nel quale non solo vengono descritte le principali relazioni esistenti tra le imprese ed il territorio in termini di ambiente, salute e sicurezza dei lavoratori, ma sono riportate anche una serie di informazioni utili a consolidare e testimoniare il rapporto di cooperazione di Confindustria Frosinone con le parti interessate attraverso il coinvolgimento degli Enti istituzionali, i mass media ed il mondo della scuola confermando la volontà di continuità con il Rapporto degli anni precedenti. Peraltro, nella convinzione che il progetto abbia gli elementi di concretezza per raggiungere gli obiettivi citati, già da questa edizione si è assunto e raggiunto l’obiettivo del coinvolgimento di 300 organizzazioni aziendali, più 71 Istituti Scolastici, che da ora in poi avranno un ruolo paritetico nell’ambito dell’iniziativa. A questo ultimo proposito, infatti, è ritenuto strategico il coinvolgimento su queste problematiche delle giovani generazioni. Le continue richieste di diffusione del documento testimoniano, ancora una volta, l’atteggiamento di apertura e di trasparenza sulle problematiche analizzate da parte delle imprese nei confronti di clienti, fornitori, enti di controllo ed istituzionali, e dei mass-media. Alla presentazione, dopo l’apertura dei lavori da parte di Marco Micheli, Vice Presidente di Confindustria Frosinone con delega per l’Ambiente e la Sicurezza, seguiranno i saluti del Presidente di Confindustria Frosinone, Marcello Pigliacelli, è prevista la partecipazione di Paolo Vignoni di Gaia Ambiente, Corrado Carruba, Commissario Straordinario di Arpa Lazio, Mario Mandarelli, Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Frosinone, Elvira Goglia, Direttore Inail Frosinone, Claudio Iannilli, del Dipartimento Politico, Sicurezza ed Ambiente della C.I.G.L., Valeria Minniti, Direttore Direzione Provinciale Lavoro di Frosinone, Giancarlo Pizzutelli, Responsabile Dipartimento Prevenzione e Sicurezza A.S.L. Frosinone, Francesco Raffa, Presidente Legambiente Provincia di Frosinone. Sono inoltre previsti gli interventi del Senatore Oreste Tofani, Presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro e di Fabio De Angelis, Assessore Ambiente Provincia di Frosinone. Le conclusioni saranno a cura di Salomone Gattegno, Presidente del Comitato Tecnico per la Sicurezza di Confindustria, mentre il moderatore sarà Roberto Pippan, Caporedattore Rai Gr Parlamento. “Il nostro obiettivo, più volte ribadito – sottolinea l’Ing. Marco Micheli – è quello di essere sempre più parte attiva del sistema territoriale, consapevoli delle proprie responsabilità, ma soprattutto con la convinzione che questa sia la strada capace di consentire alle imprese di diventare eccellenti, maggiormente innovative e, di conseguenza, punto di riferimento per tutta la collettività”.

13 novembre 2009 0

Conviventi in manette, estorcevano danaro ad una donna

Di redazione

Adoperavano un assegno scoperto per estorcere danaro ad una donna. Si tratta di una coppia di conviventi di Colle San Magno (Fr) che con la minaccia di incassare l’effetto bancario senza che sul conto vi fosse il necessario importo, mantenevano sotto scacco la loro presunta vittima costringendola a pagare tangenti da 500 a 1500 euro mensili. Una complessa indagine attivata dai carabinieri della stazione di Roccasecca e della compagnia di Pontecorvo coordinata dal capitano Pierfrancesco Di Carlo, ha permesso di arrestare i due presunti aguzzini mentre contavano il danaro ricevuto in seguito all’ennesima estorsione. Sono stati quindi arrestati Mario E. 32 anni e la convivente Anna Maria D. A. 26 anni. A loro i carabinieri hanno contestato il reato di estorsione in concorso. Ad espletate formalità di rito l’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Cassino (Fr), mentre la donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari.

13 novembre 2009 0

Scossa di terremoto nei comuni del cratere aquilano

Di redazione

Una scossa sismica è stata lievemente avvertita questa mattina dalla popolazione della provincia dell’Aquila. Le località prossime all’epicentro sono Vallecupa, Villa Sant’Angelo e San Demetrio Ne’ Vestini. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 12.03 con magnitudo 2.6