Giorno: 14 novembre 2009

14 novembre 2009 0

Lotta organizzata alla criminalità

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/11/criminalita12-11.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/11/lotta-ciminalita.jpg /]

14 novembre 2009 0

Frosinone – “L’aereoporto per dare possibilità ai nostri figli”

Di redazione

“Ho riflettuto molto prima di intervenire su un tema che ogni volta che viene in qualche modo portato alla ribalta trova consensi e opposizioni”. L’argomento è l’aeroporto e a parlare è Luciano Bellincampi, già sindaco di Alatri oggi imprenditore con attività che operano ad Alatri, Frosinone, Guarcino, Roccasecca e Cassino. “Ho seguito – continua Bellincampi – in tv le recenti esternazioni dell’amico Mario Papetti, presidente della Camera di Commercio, circa la richiesta di sapere la reale volontà dei rappresentanti delle istituzioni di realizzare l’opera. Papetti ha il merito, con la sua giunta, di aver creduto e sostenuto, anche finanziariamente, l’opera che l’allora commissario camerale Pietro Abate, oggi brillante segretario generale della Camera di Commercio di Roma, aveva individuato tra le prioritarie. Papetti ha il merito di sollevare, ancora una volta, il tema della sinergia, della richiesta di fare squadra che in altre zone della nostra Penisola ha permesso di concretizzare infrastrutture e opere pubbliche che si sono tradotte in occasioni di sviluppo e rilancio. La questione dovrebbe interessare quanti vogliono bene al territorio, quanti credono che la Ciociaria possa trovare nuove occasioni di sviluppo, quanti sperano che i propri figli non abbandonino la nostra terra per trovare in altre regioni o Paesi occasioni di competizione, di crescita umana e professionale. Ecco io mi sento uno di questi, uno che ha scommesso nel continuare a fare impresa in Ciociaria con una azienda modesta ma senza dubbio, come tantissime altre medie e piccole imprese ciociare, sana. In questi anni a Frosinone ogni volta che si è discusso di aeroporto si è immediatamente accesso un dibattito contro Francesco Scalia che ne è il vero sostenitore. Chiarisco subito che non intendo prendere le difese di Scalia, non ne ha bisogno, ma intendo sottolineare che l’aeroporto di Frosinone si può e si deve fare e in qualità di ex amministratore e di imprenditore non riesco a comprendere davvero tutto questo ostracismo contro un’opera per la quale esistono già i finanziatori e per la quale non si richiedono contributi a perdere o,peggio, a fondo perduto. Si richiedono azioni in sinergia, per il bene della nostra terra per lo sviluppo del territorio e per migliorare le condizioni di trasporto di tutti dai giovani ai pendolari. Insomma, fatte le dovute analisi di impatto ambientale e le verifiche tecniche che anche la recente conferenza dei servizi sta facendo mettere a punto, non occorre criticare per il gusto di farlo magari senza neppure conoscere a fondo il progetto di cui si parla. Il sottoscritto ha seguito le fasi del progetto di massima ha chiesto spiegazioni e ha potuto constatare in che modo si vuole concretizzare l’opera spostando l’attuale sito ferroviario del capoluogo, dando respiro ad un’area che da decenni soffre. Ha seguito la presentazione del progetto e, chiariamo, non ha interessi personali sull’area né diretti né indiretti, ha a cuore il futuro della nostra provincia, della città capoluogo delle attività commerciali che si troverebbero collegate a meno di mezz’ora da Roma. Se, come auspico, al di là delle polemiche politiche, l’aeroporto si farà, sarà merito di chi come Scalia ci ha creduto e crede nell’opera, ci ha messo la faccia, si è prestato a critiche strumentali, ma se non si concretizzerà questa opera che rappresenta ciò che è stato l’autostrada negli anni ’60, sarà l’ennesima occasione persa di una provincia litigiosa, anacronistica e davvero strana dove si deve essere comunque contrari a prescindere.L’aeroporto a Frosinone può e deve farsi e resterà a vantaggio del territorio e dei cittadini a prescindere da chi ha creduto e voluto l’opera. Concludo con una proposta: sono disponibile con tutti i responsabili dei mass media che vogliono ad organizzare un’occasione pubblica per presentare l’opera, senza passerelle politiche, senza manifestazioni pro o contro, solo per illustrare le motivazioni tecniche e i numeri del progetto. Ho seguito il recente utile incontro in Provincia di fine ottobre; come cittadino credo sia ora utile illustrare il progetto con semplicità e senza ripeto passerelle. Invito i responsabili dell’Adf e Scalia a programmare questo evento. Sono pronto e disponibile ad ospitare anche nella mia azienda un evento del genere che varrebbe la pena far seguire in diretta da tutte le tv locali per far comprendere ai nostri conterranei l’importanza di questo progetto.La tv aiuta ad entrare nelle case così come avviene per lo sport credo sia utile utilizzarla per la cultura e per progetti di sviluppo. E’ il momento di fare squadra, le polemiche non servono più, i cittadini devono comprendere come si può rendere compatibile l’opera con il territorio e per il territorio perché tutti i giorni si trovano a misurarsi con le debolezze infrastrutturali che la Ciociaria da sempre registra nel trasporto ferroviario così come in quello legato agli spostamenti da e per Roma”.

14 novembre 2009 0

REGIONE LAZIO / Sette milioni per 750 imprese atigiane

Di redazione

Sono 750 le imprese artigiane del Lazio vincitrici del bando per il finanziamento di interventi per investimenti produttivi, per il miglioramento della sicurezza nei luoghi di lavoro e la tutela ambientale e per l’assunzione di nuovo personale. Lo ha reso noto l’Assessore alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato della Regione Lazio, Daniele Fichera, al termine dell’incontro con le Associazioni di categoria ACAI – CASARTIGIANI – CNA E CONFARTIGIANATO, in cui ha illustrato i contributi regionali stanziati per le imprese artigiane. Si tratta di un finanziamento di 7 milioni di euro, stanziato con un bando pubblicato lo scorso anno dall’Assessorato alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato. In particolare: – 343 imprese artigiane riceveranno circa 4.700.000 € per interventi di supporto alla realizzazione di volume di investimenti pari a 20 milioni di euro; – 49 imprese artigiane hanno ottenuto più di 500.000 € per investire sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e per la tutela ambientale, a fronte di un volume di investimenti di quasi 3 milioni di euro; – 346 imprese riceveranno un finanziamento di 1.750.000 € per l’assunzione di nuovo personale. Nello specifico questo finanziamento favorirà la creazione di ben 460 nuovi posti di lavoro. «Si tratta – ha spiegato l’Assessore alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato, Daniele Fichera – del più grande intervento di sostegno alle attività delle imprese artigiane del Lazio messo in campo dalla Regione negli ultimi 10 anni». L’iniziativa è la prima attuazione della Legge Regionale 10/2007 (Testo Unico sull’Artigianato) proposto all’epoca dal Presidente Marrazzo e dall’Assessore De Angelis e approvata, a larga maggioranza, dal Consiglio Regionale. Le 750 imprese vincitrici potranno accedere al finanziamento sottoscrivendo l’apposito atto di impegno presso Sviluppo Lazio e saranno in grado di ricevere matrialmente i fondi a partire dai primi mesi del 2010. «Nel Lazio – ha continuato l’Assessore Daniele Fichera – le imprese artigiane occupano più di 300.000 addetti, cioè circa il 16% dell’occupazione totale garantita dal sistema produttivo regionale. Si tratta quindi di un settore cruciale per lo svilupppo economico, la creazione di occupazione e la fornitura di servizi ai cittadini ed alle imprese del Lazio». Il bando premia chi investe nella ristrutturazione delle sedi di lavoro per renderele sicure ed efficienti e chi vuole sviluppare e modernizzare il sistema produttivo della propria impresa anche attraverso l’acquisto di macchinari e attrezzature. Ma allo stesso tempo premia chi si impegna per creare nuova occupazione. «Nei mesi scorsi – ha precisato Fichera – abbiamo impresso una accelerazione perché l’impatto di questo rilevante volume di risorse avvenga in coincidenza con una fase cruciale per la ripresa del sistema produttivo». A questo intervento si affianca il bando di prossima pubblicazione per i Comuni che si associano per la progettazione delle nuove aree artigianali. Si tratta di un fondo di 700.000 € che mira ad individuare nuove aree di insediamento artigianale promuovendone la realizzazione e lo sviluppo.

14 novembre 2009 0

REGIONE LAZIO / Centrali nucleari, l’assessore all’ambiente chiede di conoscere i siti prima delle elezioni

Di redazione

“Il Governo ha il dovere di misurarsi con il consenso dei cittadini, tanto più che tra pochi giorni sarà istituita l’Agenzie per la Sicurezza Nucleare, sul ritorno del nucleare in Italia, presentando la lista dei siti idonei alla costruzione dei reattori, prima delle consultazioni elettorali regionali di fine marzo, come tra le altre cose prevede la Legge Sviluppo (99/2009). – dichiara l’Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio – Qualcuno di questi avventurieri vorrebbe realizzare una centrale a Montalto e forse anche in un altro sito. Proprio per questo è ancora più significativa la scelta della Regione di impugnare davanti alla Corte Costituzionale la Legge Sviluppo nella parte in cui si impone d’alto l’opzione nucleare”. “Agli amici di Greenpeace che domani distribuiranno del materiale informativo sotto forma di finte pillole di Iodio simulando quanto avviene in Francia, dove alle popolazioni che abitano nei pressi delle centrali viene distribuito lo Iodio per limitare i danni alla salute in caso di incidenti nucleari, e a tutti i cittadini del Lazio, voglio dire che fino a quando ci sarà questa amministrazione regionale ci batteremo per impedire l’installazione delle centrali nucleari sia nel Lazio, sia nel resto del Paese”. Conclude Zaratti.

14 novembre 2009 0

Decine di 50 euro false, marocchino in manette

Di redazione

Se ne andava in giro con 15 banconote da 50 euro false. Si tratta di un cittadino marocchino fermato dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Isernia, a seguito di prolungati servizi di polizia, volti alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti. I militari hanno tratto in arresto, in fragranza del reato di “Spendita e introduzione nello Stato di banconote false”, un 22enne, cittadino marocchino, nei pressi della stazione ferroviaria di Isernia. Lo straniero all’atto del controllo, cercava di celare all’interno della manica della maglia, un rotolo di banconote di denaro, che immediatamente veniva recuperato. La somma consistente in 15 banconote da 50 Euro cadauna, è apparsa subito, all’occhio esperto dei militari, contraffatta. Gli ulteriori accertamenti effettuati sul denaro hanno confermato la falsità delle banconote. L’arrestato è stato associato presso il carcere di Ponte San Leonardo a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

14 novembre 2009 0

Dal comune, un aiuto per le famiglie con più figli

Di redazione

Con un avviso pubblico rivolto alla cittadinanza il sindaco di Serrone (Fr), Maurizio Proietto, annuncia che utilizzando il fondo nazionale per le politiche per la famiglia sono stati approvati criteri e modalità per l’erogazione e l’utilizzo di contributi regionali per abbattere i costi dei servizi per le famiglie con almeno quattro figli. Tre i requisiti previsti per ottenere il contributo: essere residente da almeno tre anni; avere un nucleo familiare con almeno quattro figli minori; avere un indicatore della situazione economica equivalente del nucleo familiare (Isee) non superiore a 30 mila euro. Avranno diritto al contributo i nuclei familiari collocati in graduatoria sino al raggiungimento dello stanziamento assegnato al Distretto, con precedenza per le famiglie con maggior numero di figli minori. Le domande devono essere sottoscritte da uno degli esercenti la potestà nel nucleo familiare e presentate al Comune di Serrone redatte compilando il modello in distribuzione presso il servizio sociale. “Abbiamo voluto mettere a disposizione dei nostri cittadini – commenta il sindaco Maurizio Proietto – uno strumento che la Regione offre per consentirci di stare vicini alle famiglie numerose. In un momento di crisi economica è giusto, e importante, che le istituzioni siano in grado di cogliere ogni occasione per essere un punto di riferimento ed alleviare, per quanto possibile, le difficoltà di ciascuno. Faremo in modo che nel nostro comune sia data massima diffusione all’iniziativa in modo da poter elargire il contributo a tutte le famiglie che hanno i requisiti per richiederlo”.

14 novembre 2009 0

Digitale terrestre, da lunedì nel Lazio la televisione cambia “canale”

Di redazione

Dal 16 al 30 novembre il Lazio passa definitivamente alla televisione digitale terrestre, con l’esclusione di alcune aree della provincia di Viterbo. Con il passaggio al digitale il segnale analogico verrà definitivamente spento e per la prima volta in Europa un’area così vasta, con 357 comuni e un totale di oltre 4.600.000 cittadini, riceverà il segnale televisivo esclusivamente tramite televisori dotati di un decoder digitale. Più offerta di canali, migliore qualità delle immagini e del suono saranno a disposizione di tutti senza alcun abbonamento aggiuntivo. In particolare dal 16 al 18 novembre le trasmissioni passeranno al digitale nella città di Roma, in tutti i comuni della provincia di Roma e in alcuni delle province di Latina, della Sabina e della Ciociaria. Dal 19 al 21 novembre il passaggio verrà effettuato a Frosinone e nel resto della provincia, mentre tra il 23 e il 24 novembre a Rieti e provincia. Completeranno il quadro, dal 25 al 30 novembre, il sud pontino e le Isole Ponziane. Dal momento dello switch-off, anche se si ha già installato in casa un decoder digitale, sarà necessario sintonizzare di nuovo i canali televisivi sul proprio televisore. E per ricevere i programmi, ogni televisore presente in casa dovrà avere installato un suo decoder. La vecchia televisione analogica non trasmetterà più alcun programma. Per rendere più semplice il passaggio alla televisione digitale, la Regione Lazio ha programmato una serie di iniziative per aiutare i cittadini ad adeguarsi alla nuova tecnologia. Oltre alla campagna di comunicazione, prevista fino al 15 dicembre, l’assessorato alla Tutela dei consumatori della Regione Lazio ha dato vita a un accordo con gli antennisti per installare impianti a prezzi calmierati, a 35 euro per intervento. Per i cittadini con più di 65 anni e un reddito al di sotto dei 10mila euro (in regola con il pagamento del canone televisivo) è previsto inoltre un contributo pubblico di 50 euro per l’acquisto di un decoder. Infine, nei giorni del passaggio al digitale, i volontari della Regione Lazio raggiungeranno i centri anziani, le scuole e gli uffici pubblici del Lazio per aiutare le strutture a effettuare correttamente il trasferimento al digitale. Per tutte le informazioni è a disposizione un numero verde (800-022000) insieme ai siti internet www.portaleconsumatori.it e www.decoder.comunicazioni.it.

14 novembre 2009 0

Cassino Calcio, i convocati per la gara contro il Siracusa

Di redazione

La carovana azzurra è sbarcata a Catania. In vista della partita di Palazzolo Acreide contro il Siracusa, la compagine cassinate ha raggiunto la Sicilia già di venerdì. Nella mattinata di domani, sabato 14 novembre, la squadra di mister Maurizio Pellegrino effettuerà l’allenamento di rifinitura presso un impianto vicino alla cittadina di Aci Castello, ove è stato fissato il primo giorno di ritiro. Nel pomeriggio, invece, la truppa azzurra si sposterà presso Siracusa, dove pernotterà in un’altra struttura. Domenica sera, dopo la partita, il Cassino farà rientro a Roma Fiumicino con il volo delle 19,30. Mister Pellegrino ha convocato per questa trasferta venti uomini. A loro va aggiunto il centrocampista Conti, aggregato alla squadra per effettuare l’allenamento ma indisponibile per squalifica contro il Siracusa. Portieri: Amadio, Paoletti. Difensori: Agius, Bianciardi, Bica Badan, Martinelli, Merli Sala, Poli, Sfanò. Centrocampisti: Bonacquisti, Camorani, Giannone, Kone, Romanelli, Romeo, Scappaticci. Attaccanti: Bardeggia, Croce, Frisenda, Mezgour.