“Cancro? No grazie”, un convegno sulla prevenzione delle malattie tumorali

23 novembre 2009 0 Di redazione

“Cancro? No grazie!”: convegno a San Giorgio a Liri (Fr) sulla prevenzione e concerto dei “S.O.N.” con Beppe Carletti per finanziare progetti di ricerca “Cancro? No grazie!”, questo è il titolo che hanno scelto gli organizzatori del convegno che affronterà il tema dell’informazione e della prevenzione alle malattie tumorali. La manifestazione, promossa dall’associazione “Famiglia di Nazareth” di Castrocielo (Fr), sodalizio presieduto dal dottor Sandro Ricci, si terrà mercoledì 2 dicembre, alle ore 17.30, all’interno della Sala Polivalente del Comune di San Giorgio a Liri. Ma la giornata di prevenzione non sarà dedicata solo alla parte scientifico-informativa. Alle 20.00 prenderà il via un concerto di beneficenza, che avrà lo scopo di raccogliere fondi che saranno destinati a finanziare le attività dell’“Antea Onlus” di Cassino, che si occupa di assistenza ai malati terminali, e dell’“Augusto per la vita”, sodalizio nato per gestire le offerte di amici e fans di Augusto Daolio, cantante dei Nomadi morto il 7 ottobre 1992 dopo una breve ma straziante malattia, una forma di cancro ai polmoni. Quest’ultima associazione, presieduta da Rosanna Fantuzzi, ogni anno assegna borse di studio a medici particolarmente meritevoli, supportando finanziariamente reparti oncologici di alcuni ospedali italiani. A salire sul palco, e ad allietare la serata di beneficenza, saranno i S.O.N. (Sulle Orme dei Nomadi), assieme a Beppe Carletti, lo storico fondatore dei Nomadi. “Ogni anno in Italia il cancro provoca migliaia di vittime – ha ricordato il dottor Sandro Ricci – prevenirlo è un dovere di tutti”. Al convegno relazioneranno, dopo il saluto del sindaco di San Giorgio, Modesto Della Rosa, Antonio La Valle, Luciano Martufi, Franca La Rocca, Antonio Buccilli, Iris Volante e Leonardo Bevilacqua. La manifestazione è stata resa possibile anche grazie al patrocinio della Asl di Frosinone, l’Avis di Pontecorvo, la Croce Rossa di Cassino e il Tribunale dei diritti del malato. “Bisogna educare al corretto stile di vita – ha spiegato Ricci -: non fumare, non bere o ridurre il consumo di alcoolici, praticare attività fisica in maniera regolare, tenere il peso corporeo a livelli adeguati, mangiare frutta e verdura e ridurre il consumo di carni rosse, ma sottoporsi anche a controlli periodici”.