CASSINO (Fr), dalla minoranza la richiesta di una pubblica illuminazione più equa

16 novembre 2009 0 Di redazione

In merito ai lavori di realizzazione di pubblica illuminazione il consigliere di minoranza del comune di Cassino Marino Fardelli ha presentato una interrogazione a sindaco, assessore e funzionari competenti. Questo il testo integrale:
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA.
Lavori di realizzazione di pubblica illuminazione. Completamento previsto anche per altre zone cittadine: Via Cavatelle-Monticelli bivio Monacato-Orsaia Frazione Caira
Il sottoscritto consigliere comunale:
Preso atto che il Comune di Cassino con determina dirigenziale Settore 5° – Sviluppo Urbano Ing. Pio Pacitti, nr. 1409 del 08.09.2009 ha approvato lo Stato finale dei lavori per un importo complessivo di € 14.300,00 per lavori di realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione in Via Frasseto, Via Mezzanotte e Via Selvone dove vi era effettivamente giusta richiesta dei cittadini residenti ed effettivo bisogno;
Considerato che anche altre zone periferiche di Cassino necessitano di ulteriore intervento di realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione (vedasi zone di Caira Via Cavatelle-Monticelli-Monacato) per un importo quasi similare e quindi non necessariamente esoso;
Considerato che per tale tratto di strada alla vigilia delle scorse elezioni comunali (il venerdì mattina prima delle elezioni che si sarebbero tenute la domenica successiva) il Comune di Cassino fece la posa a terra del corrugato per il passaggio dei relativi cavi ma mai installati come le fondamenta dei pali della pubblica illuminazione, a dimostrazione di una vera e propria presa in giro per i cittadini residenti;
Interroga le SS. in indirizzo, ciascuno per quanto di competenza, per sapere se il Comune di Cassino ha previsto anche per la sopraccitata strada comunale il prolungamento della pubblica illuminazione in quanto Via Cavatelle-Monticelli bivio Monacato-Orsaia necessita di impianto di pubblica illuminazione “indispensabile al congruo numero di persone che ivi risiedono” (come recitato nella premessa della determina nr. 1409 sopra richiamata);