Controlli ai cantieri, denunce e sanzioni amministrative

13 novembre 2009 0 Di redazione

Il nucleo carabinieri ispettorato del lavoro, in appoggio ai militi della Compagnia di Isernia ha effettuato numerosi controlli nel territorio, con riguardo alla sicurezza sui luoghi di lavoro per prevenire il fenomeno delle “morti bianche” ed il rispetto delle normative in materia contributiva ed assicurativa.
Durante tali servizi sono stati controllati cantieri edili e ristoranti e sono state rilevate violazioni amministrative per quasi 25.000 euro.
Una persona, responsabile di una ditta edile ed il titolare di un ristorante sono stati segnalati, in stato libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, per impiego di manodopera “in nero”, con sospensione dell’attività esercitata.
A Venafro (Is) invece, nel corso di controlli a cantieri edili, i carabinieri della locale compagnia, hanno individuato un cantiere non in regola. I militari hanno accertato che erano state realizzate modifiche ad uno stabile senza le previste autorizzazioni, mentre in un altro sito era stato realizzato un muro di contenimento in cemento armato senza concessione edilizia ed in area sottoposta a vincoli ambientali. Per questo hanno denunciato tre persone per l’ipotesi di reato di “violazione di disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”. Sempre a Venafro, i carabinieri, durante l’attività di vigilanza antirapina, tra Pozzilli e il centro venafrano, hanno bloccato tre romeni, due napoletani ed un avellinese che in tre diverse situazioni si aggiravano in quel territorio senza dare contezza dei motivi della loro presenza nei luoghi e con modalità tali da fare presupporre l’intenzione di commettere reati. Dopo la identificazione e gli accertamenti di rito i sei pregiudicati sono stati allontanati con “foglio di via obbligatorio”. Il provvedimento interdittivo fa divieto di ritorno a Venafro per tre anni.