“Italiano Lingua di Tutti”, all’ IPSSAR lezioni per gli immigrati

25 novembre 2009 0 Di redazione

Italiano Lingua di Tutti All’ IPSSAR di Cassino al via il progetto per alunni figli di immigrati
La multiculturalità è una realtà anche a Cassino, dove sempre più frequenti sono le occasioni per un approccio di interscambio fra lingue, costumi e tradizioni differenti. Fenomeno al quale si affianca l´esigenza di creare un canale di comunicazione adeguato tra sistemi linguistici spesso fortemente distanti.
L´Istituto Alberghiero di Cassino ha colto l´attualità di questo fenomeno, anche alla luce delle crescenti esigenze dei propri alunni, una parte dei quali rappresenta una fetta importante di studenti figli di immigrati. Per favorire un corretto e completo inserimento socio-culturale, il dirigente scolastico, professor Lelio Imbriglio, ha approntato un progetto denominato “Italiano lingua di tutti”: al percorso inserito nel più ampio progetto Scuole Aperte è stato assegnato un finanziamento che ha permesso di avviare la sperimentazione all´interno dell´istituto. Attraverso la messa in rete di strumenti appositamente individuati gli studenti figli di immigrati potranno acquisire le giuste competenze in campo linguistico per un inserimento graduale, completo, fattivo. Capacità linguistiche di base, lettura e scrittura, miglioramento delle abilità comunicative orali: tutto questo renderà più agevole l´approccio con le varie discipline scolastiche agendo, nel contempo, sulla riduzione del tasso di
dispersione scolastica. Laddove non c´è integrazione, infatti, è più facile che si verifichi l´abbandono. E non per ridotte capacità personali, ma per inidoneo adattamento ambientale e culturale. Il successo del progetto dipenderà in gran parte dal grado di coinvolgimento delle famiglie.
Da qui la necessità, in orario extrascolastico, di favorire incontri non solo rivolti alla didattica, ma anche alla conoscenza delle famiglie di origine.Saranno utilizzati gli strumenti più disparati,attingendo anche dalle esperienze personali degli alunni (stile di vita, sport, costume, hobby) con uso di quotidiani, ausili informatici, laboratori. Un progetto che ben si innesta nel già ampio ventaglio di proposte formative che l´istituto alberghiero da anni offre alla popolazione studentesca: sportello Cic, Lavoro in rete per l´integrazione dei diversamente abili, scambi culturali, attività in lingua straniera.