Trasforma la casa in market della droga, 44enne in manette

24 novembre 2009 0 Di redazione

Aveva trasformato il suo appartamento in una vendita al dettaglio di dosi di droga. Per questo i carabinieri di Giulianova hanno effettuato l’ennesimo arresto finalizzato al contrasto del mercato dello stupefacente.
Dopo la maxi operazioni di servizio denominata “Scacco alla Rocca” che lo scorso mese di luglio portò all’arresto di 14 personaggi di etnia ROM, i Carabinieri del dipendente Nucleo Operativo hanno continuato ad indagare sempre nell’ambito della popolazione ROM.
In tale contesto, per diverso periodo i militari hanno eseguito diuturni servizi di appostamento ed osservazione nei confronti di BIANCIFIORI Danilo, 44enne, originario di Roma, già noto per fatti di giustizia, da tempo domiciliato in Giulianova e coniugato con E.D.R, 39 di Giulianova, di etnia ROM, figlia di noto esponente della comunità ROM di Giulianova
Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria, gli uomini agli ordini del Luogotenente Antonio Longo acquisivano probanti elementi colpevolezza nei suoi confronti e quelli della moglie, relativamente ad una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti [eroina e hashish] nei confronti di diversi tossicodipendenti della provincia di Teramo.
Lo spaccio si è concretizzato nel periodo agosto – settembre 2009 in un appartamento all’interno di un residence ubicato nella periferia Nord di Giulianova, dove il Biancifiori insieme alla moglie ed i figli avevano trovato alloggio a seguito del sequestro della sua abitazione [ubicata in Marina di Mosciano] eseguito nel mese di gennaio di quest’anno dal ROS di L’Aquila e da questa Compagnia, nell’ambito di una più vasta operazione in cui vennero eseguiti diversi provvedimenti di sequestro anticipato di beni finalizzati alla successiva confisca. L’appartamento in questione, agli inizi del corrente mese di novembre gli veniva restituito su disposizione del Giudice del Tribunale di Teramo.
In pratica, i militari hanno accertato che il citato appartamento era diventato un vero e proprio “market” della droga con un via vai continuo di “clienti”.
Il G.I.P. del Tribunale di Teramo, Dott.ssa Tommolini, condividendo pienamente l’esito dell’attività investigativa portata a termine dai Carabinieri, su concorde richiesta del P.M., Dott. Davide Rosati, emetteva Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere nei confronti di BIANCIFIORI Danilo, che nella mattinata odierna è stato tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.