Giorno: 26 dicembre 2009

26 dicembre 2009 0

Stazione ferroviaria, tre tragedie in 20 giorni

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

In meno di venti giorni il tratto ferroviario che attraversa Cassino è stato al centro di tre episodi che hanno visto il decesso di altrettante persone. Un periodo sfortuna quello che sta vivenedo la stazione ferroviaria, che, come ultimo episodio, ha visto il decesso di Maria M. Investita ed uccisa ieri sera nel territorio di Cervaro da un treno. Il primo episodio è avvenuto l’8 dicembre quando, alle 14 del pomeriggio, prima che il convoglio Cassino Napoli partisse, il capotreno ha trovato in un vagone il corpo di un uomo. Le ferite rinvenuto dietro al cranio hanno fatto sospettare che si trattasse di un omicidio, salvo poi scoprire che la morte, con tutta probabilità, era sopraggiunta a causa assunzione di droga o eccessiva assunzione di alcool. Alcuni giorni fa un convoglio, in territorio di Piedimonte, ha travolto e ucciso un operaio di Castrocileo prossimo alla pensione.

26 dicembre 2009 0

Lotta al falso: sequestrati caschi, occhiali, scarpe e cd

Di redazione

Una vasta operazione a tutela delle imprese e dei consumatori ciociari è in atto, nel corso degli ultimi giorni, da parte della Guardia di Finanza. Sotto il coordinamento del Comando Provinciale di Frosinone, la Compagnia di Cassino e la Tenenza di Sora, entrambe al comando del capitano Vincenzo Ciccarelli, hanno effettuato numerosi controlli, con relativi sequestri, in materia di contraffazione. In occasione delle festività natalizie, infatti, c’è un notevole aumento di vendite di prodotti firmati, destinati perlopiù a regali ai propri cari. Tale circostanza viene sfruttata, ogni anno, dalle organizzazioni criminali di stampo camorristico dell’area napoletana, che invadono letteralmente i mercati con merci false e prodotti taroccati, cercando di rubare spazio all’economia legale. Le merci contraffatte, quasi sempre di origine cinese, presumibilmente arrivate nel porto di Napoli e contrabbandate successivamente in tutta Europa, costituiscono un colpo mortale alla produzione ed alla moda italiana ed europea. In virtù delle funzioni di polizia economica e finanziaria, a tutela delle imprese nazionali e dei consumatori, la Guardia di Finanza nei periodi festivi aumenta notevolmente la pressione investigativa sulla filiera del falso. Dopo i notevoli sequestri effettuati a Frosinone, anche nell’area del Cassinate e del Sorano si sono susseguite numerose attività repressive da parte delle Fiamme Gialle. Nei vari interventi effettuati, sono stati sottoposti a sequestro i seguenti prodotti: – caschi da motociclista, privi di alcuni requisiti di omologazione. Tale prodotto, non essendo a norma, espone a rischi serissimi chi lo indossi e sia vittima di incidente stradale; – dvd e cd audiovisivi, privi di marchio siae; – dvd con marchio siae per la vendita ma illegalmente destinati a noleggio da videoteche; – occhiali da sole contraffatti, che imitano quelli di grandi firme. Anche in questo caso, notevolissimi sono i rischi per la vista di chi li utilizzi. La provenienza è perlopiù cinese, seppure riportanti un falso marchio della Comunità Europea (CE); – scarpe e calzature varie, riportanti falsamente il marchio Hogan, e talvolta anche i marchi Nike e Gucci. Anche in questo caso sono elevati i rischi alla salute ortopedica degli sprovveduti acquirenti; – capi di abbigliamento di ogni tipo e foggia (pantaloni, maglie, giubbini, cappelli, sciarpe, camicie, felpe, giacconi, ecc.), tutti rigorosamente falsi. Le marche maggiormente imitate sono Moncler, Harmont & Blaine, Ralph Lauren, Fay, Burberry’s, Blauer, Fred Perry, Refrigiwear, Louis Vuitton, Dolce &Gabbana, Liu Jo, Chanel, 9.2, Jeckerson. Le persone fermate e segnalate all’Autorità Giudiziaria cassinate sono 6 (di cui 2 africani e 4 italiani). La costante attenzione che il Corpo della Guardia di Finanza dedica alla lotta alla contraffazione è tesa a contrastare i rilevanti effetti negativi che tale fenomeno produce sotto l’aspetto economico (calo del fatturato, impoverimento dell’offerta di nuovi brevetti, ecc.), finanziario (riduzione delle entrate fiscali) e sociale (sfruttamento di manodopera, pericolo per la salute dei cittadini, ecc.). La lotta a tale fenomeno criminale costituisce sia una forma di contrasto alle attività imprenditoriali illegali della criminalità organizzata (che controlla i centri di produzione dei prodotti contraffatti), sia uno strumento di tutela dell’economia legale (operando a protezione delle aziende produttrici dei beni copiati, nonché dei commercianti che rivendono merce originale assolvendo tutti gli obblighi di natura fiscale e amministrativa previsti dal nostro legislatore), finalizzato a permettere lo sviluppo dell’impresa e la crescita economica del paese.

26 dicembre 2009 0

Travolta e uccisa dal treno, i parenti la cercavano da ieri

Di redazione

Il corpo della donna, rinvenuto questa mattina sulla tratta ferrioviaria Cassino Napoli, nel territorio di Cervaro (Fr), appartiene ad una 72enne residente a Cassino i cui parenti la stanno cercando da ieri. Il decesso sarebbe avvenuto alle 21 circa di ieri sera. Il conduttore del convoglio che l’ha investita non si sarebbe accorto di nulla. Al momento la polizia ferroviaria che indaga sul caso, sta notiziando i parenti della tragedia. L’ipotesi più probabile è che si tratti di suicidio ma le indagini sono in corso. er am

26 dicembre 2009 0

Travolta e uccisa dal treno, trovato il corpo di una 72enne

Di redazione

L’hanno trovata morta sul binario Napoli Cassino nel territorio di Cervaro (Fr). Si tratta di una 72enne residente nella città martire scomparsa da ieri. I parenti l’hanno cercata per tutta la notte. Questa mattina, i suoi resti sono stati trovati vicino ai binari. Del caso se ne stanno occupando gli agenti della polizia Ferroviaria di Cassino.

26 dicembre 2009 0

Attimi di terrore in casa, famiglia rapinata da 5 incappucciati

Di redazione

Antivigilia di natale da brividi per una famiglia di Notarasco (Te). Nel corso della notte l’intero nucleo familiare residente nella frazione Pianura di Guardia Vomano ha vissuto attimi di terrore. Erano circa le 1.30, quando 5 individui, incappucciati e con guanti indossati, armati di pistole, hanno cercato di forzare una finestra per entrare all’interno dell’abitazione. In casa il padre ed il figlio 32enne, sentono i rumori, aprono la porta di casa e si trovano dinanzi i malviventi che li minacciano e li costringono a rientrare in casa. Chiedono con insistenza soldi e preziosi. Minacciano ripetutamente i presenti (marito e moglie 60enni, due figli di 32 e 28 anni e la nonna). Uno dei figli cerca di reagire e viene colpito con un arnese da scasso alla testa, riportando una ferita lacero contusa, medicata dai sanitari dell’Ospedale Civile di Teramo. Viene aperta una cassaforte all’interno della quale vi sono 7.000 euro in contanti ed una pistola beretta cal.6,35. I malviventi se ne impossessano e prima di scappare via con l’autovettura Mercedes di proprietà delle vittime, chiudono tutti i componenti del nucleo familiare all’interno di un bagno. Solo dopo alcuni muniti uno dei figli riesce ad uscire dalla finestra, libera i familiari e da l’allarme. I Carabinieri di Notaresco, quelli di Castelnuovo Vomano e del Nucleo Operativo di Giulianova, accorrono immediatamente sul posto, trovando le vittime tutte in stato di shock. Le indagini sono in corso e dai primi accertamenti pare si tratti di malviventi dell’est europa.

26 dicembre 2009 0

BASKET Cassino (Fr), la Longo chiude in bellezza battendo il Sabaudia

Di redazione

La Longo&Pagano Cassino chiude bene il 2009 vincendo in casa contro il Sabaudia per 80-65, il recupero della dodicesima giornata di andata del campionato di serie C regionale. Il Cassino si presentava senza l’infortunato Michele Guida e lo squalificato Rivetti, inoltre, in settimana era stato ceduto Nicola Renzi alla Partenope Napoli e, pertanto, il coach Luigi Pagano proponeva una squadra inedita, con molti giovani tra cui Davide Mangiante nel quintetto partente. La Longo&Pagano partiva subito bene con un parziale di 8 a 0 e continuava a condurre per tutta la durata del primo quarto che terminava 20-16. Nella seconda frazione il Cassino incrementava il vantaggio, Falanga era in serata di grazia e il resto della squadra sopperiva anche ad un Cuello un po’ appannato e subito carico di falli. Già nel finale di quarto, il tecnico cassinate faceva ricorso ai giovani della panchina gettando nella mischia Iannetta ed il lungo Schiavi, si andava così al riposo con la Longo&Pagano avanti di dieci 39-29. Nel terzo quarto i pontini tentavano di sorprendere la squadra di casa con una partenza sprint, complice anche un momento di appagamento e di calo di tensione, gli uomini di coach Pagano si facevano recuperare fino al 41-40, quando una tripla di Mangiante stroncava il tentativo di rimonta del Sabaudia. Importante l’impatto che dava l’inserimento di Daniele Schiavi che ben affiancava sotto le plance capitan Falanga, permettendo al Cassino di riportarsi a distanza di sicurezza e chiudendo anche il terzo quarto avanti di dodici punti. Nell’ultima frazione la Longo&Pagano controllava il match ed il vantaggio accumulati nelle precedenti tre frazioni di gioco e grazie al redivivo Valvona e a Cuello che metteva a segno la tripla che chiudeva definitivamente il match, il Cassino portava a casa una partita importantissima per la classifica finale nell’ottica play off.

Cassino: Cuello 15, De Santis 18, Falanga 21, Valvona 19, Mangiante 3,Schiavi4 Tamburrini, Iannetta, Ferrara, Iervolino. All.Pagano.

Sabaudia: Romano 8, Mulè 21, Russo 9, Sciscione 5, Pedone 19, Rizzardi 3, Bertolisso S., Bertolisso R., Iovene, Malafronte. All.Frasca

parziali: 20-16, 19-13, 23-21, 18-15 arbitri: Ambrosetti e Mazzone di Roma