Arriva babbo Natale prima di Cisco Roma-Cassino

11 dicembre 2009 0 Di redazionecassino

KERMESSE DI NATALE, CALCIO E DIVERTIMENTO PER FAMIGLIE E BAMBINI AL FLAMINIO
Anteprima di Cisco- Cassino con Babbo Natale paracadutato dal cielo di Santa Klaus.
Il pre-partita Cisco Roma – Cassino, partita di Lega Pro- seconda divisione, diverrà una “kermesse” di festa e divertimento denominata “Natale in Famiglia allo Stadio” per le famiglie ed in particolare per i bambini romani. Il prossimo sabato 12 dicembre 2009 allo Stadio Flaminio di Roma, a partire dalle ore 11.00 numerosi bambini di alcune scuole romane saranno ospitati all’interno dello stadio Flaminio in una apposita area divertimento ed intrattenimento situata nella zona Tribuna a fianco la Curva Sud. “La manifestazione rientra in una serie di iniziative previste per affermare la filosofia che distingue da sempre la terza squadra di calcio romana, La Cisco Roma, che attraverso una apposita politica di una in favore dei bambini e dei più giovani intende perseguire e promuovere con forza una sana competizione sportiva così da poter ritrovare la vera essenza dello sport, che è gioco, voglia di divertirsi e di stare insieme. Riempire lo stadio di giovanissimi tifosi rappresenta un segnale dirompente, anche perché loro rappresentano il futuro”. Ha dichiarato Mario Ciaccia Presidente della Cisco Roma. All’ evento patrocinato dal Comune di Roma saranno presenti alcuni pazienti del reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Umberto I, accompagnati Professoressa Anna Maria Clerico che avranno modo di partecipare alle diverse esibizioni calcistiche che si terranno in campo tra diverse scuole calcio della regione. La splendida cornice di divertimento intrattenimento per i giovani aspiranti calciatori avrà il suo momento “clou” con il lancio di dieci babbo natale paracadutisti che atterreranno sul campo da calcio per salutare e distribuire doni ai bambini presenti. “Abbiamo voluto, per questa specifica occasione coinvolgere i soggetti sportivi ed educativi, ma anche istituzionali, affinché siano promosse occasioni per una organizzata e qualificata presenza di bambini e famiglie all’interno dello stadio durante le partite di calcio, attraverso il coinvolgimento delle scuole e dell’associazionismo sportivo e culturale della città”. Ha concluso Mario Ciaccia.