CASSINO (Fr), sulla zonizzazione la minoranza salva l’amministrazione

23 dicembre 2009 0 Di redazione

Dai consiglieri di minoranza Anna Teresa Formisano e Marino Fardelli
Lunedì sera il consiglio comunale di Cassino ha approvato la zonizzazione acustica del territorio comunale. I consiglieri comunali di opposizione Anna Teresa Formisano e Marino Fardelli sottolineano con una nota stampa l’importanza dello strumento adottato dall’intero consiglio comunale che grazie alla responsabilità dell’opposizione ha permesso così di non vedere il Comune di Cassino condannato al pagamento di una penale di diversi mila euro se in quella sede non veniva approvata la classificazione acustica del territorio. Ad inizio seduta consiliare è stato proprio un consigliere di maggioranza a far rilevare a presenti in Consiglio Comunale, al presidente del Consiglio Comunale e al Sindaco che mancavano diversi consiglieri di maggioranza all’intero dell’Assise pubblica e ha richiesto a gran voce il rispetto dato loro dagli elettori. Tale richiamo del consigliere Ranaldi a tutta l’Assise è stato apprezzato dall’opposizione che ha così con grande senso di responsabilità partecipato fattivamente alla discussione dell’unico punto all’ordine del giorno proposto che è infatti stato votato all’unanimità dei presenti. Si sono susseguiti interventi dei consiglieri Perna, Fardelli, Formisano e Fiorillo. Fardelli e Formisano in una nota stampa hanno dichiarato “grazie all’opposizione tale strumento essenziale è stato approvato dal Consiglio Comunale così come è avvenuto per il Piano Casa di qualche settimana fa. Quando si mette al primo posto l’interesse della cittadinanza l’opposizione oltre a rimarcare inadempienze e osservazioni costruttive per la collettività, continuano Formisano e Fardelli, non si arrocca su degli steccati politici che non producono nulla per il cittadino. Abbiamo dato anche in questa sede un contributo costruttivo ad un documento tecnico-politico di governo del territorio, soffermandoci altresì su due questioni importanti e basilari: su chi dovrà essere demandato all’effettuazione dei controlli, (e l’on.le Formisano ha auspicato che Arpa Lazio e Comune di Cassino avviino controlli nella città per una mappa e per un piano acustico serio che tenga anche in considerazione del Piano Regolatore Generale e del Piano Urbano del Traffico di cui ancora il Comune di Cassino risulta sprovvisto), e quale secondo punto i consiglieri Formisano e Fardelli si sono soffermati sulla necessità di informare i cittadini, l’opinione pubblica predisponendo mediante l‘utilizzo ad esempio del sito internet del Comune di Cassino di adeguata informazione in merito rivolta ai cittadini anche per sviluppare una adeguata coscienza in tal senso perché quando si parla di inquinamento acustico si parla di una problematica ambientale di non poco conto e sicuramente non inferiore a quella ambientale e delle polveri sottili. I consiglieri comunali Formisano e Fardelli nei loro interventi in consiglio comunale, proprio per incrementare il livello di attenzione politica ed amministrativa sul tema dell’inquinamento acustico hanno proposto che il Comune possa predisporre una adeguata campagna di informazione nella Città, negli istituti didattici di Cassino per far comprendere anche ai più giovani la complessità della problematica e sentirsi coinvolti nella gestione di un problema molto sentito a Cassino ad esempio nei periodi estivi con il presentarsi di eventi e manifestazioni che seppur di aggregazione sociale (movida del sabato sera ad esempio, oppure le varie feste in p.zza Green come la Festa della Birra), meritano adeguata attenzione altrimenti al loro verificarsi giustamente i cittadini che risiedono in quelle zone di riferimento sono pronti a ricorsi, denunce e quant’altro utile per disciplinare una problematica sentita e diffusa.