Il Polo Museale Santo Spirito al centro dell’attività culturale della città

9 dicembre 2009 0 Di redazione

Dal 27 giugno 2009 è stato riconsegnato alla città di Lanciano (Fr) il Complesso Monumentale S.Spirito, per essere quanto più possibile utilizzato negli spazi disponibili e aperto alle varie attività culturali, sociali e di promozione del patrimonio appartenete al territorio. In questa direzione, su proposta della Soprintendenza per i beni Archeologici dell’Abruzzo, il Comune di Lanciano ha inteso sostenere l’iniziativa “Polo museale: Cantiere aperto”. L’obbiettivo è quello di coinvolgere le scuole, elementari e medie di Lanciano, attraverso la partecipazione diretta ai lavori di allestimento, catalogazione e restauro dei reperti, come momento educativo e formativo oltre a diffondere tra i giovani la sensibilità alla conoscenza del patrimonio culturale della Città e del ruolo svolto dal Museo nel campo della sua conservazione e valorizzazione.
La visita al Cantiere, al via oggi mercoledì 9 dicembre 2009 , fornirà l’opportunità di conoscere gli strumenti e i segreti del mestiere, inoltre per rendere le scuole protagoniste della promozione e valorizzazione del museo, ci sarà un concorso che servirà per stimolare gli studenti ad ideare un messaggio promozionale valorizzando un oggetto/reperto significativo per la storia della città. “Il Polo Museale S.Spirito come luogo di orientamento e coordinamento della rete culturale cittadina, ma anche un luogo aperto al territorio per valorizzare i patrimoni storici, artistici, monumentali ed urbanistici esistenti” ha detto il Sindaco Filippo Paolini.
“Il Polo deve porsi in una relazione privilegiata di interscambio e di reciprocità con le associazioni culturali ed i servizi turistici della Città” ha dichiarato invece l’Assessore alla Cultura/Pubblica Istruzione Manlio D’Ortona.