Luci Rosse, adesso tremano i clienti vip e barcollano i matrimoni

8 dicembre 2009 1 Di redazione

Qualcuno si è avvalso della facoltà di non rispondere, un altro avrebbe detto di non saperne nulla di queste storie, il terzo arrestato avrebbe negato di aver preso soldi da clienti per organizzare incontri con prostitute. Così avrebbero risposto al gip, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, i tre arrestati nel corso dell’operazione Luci Rosse con cui i carabinieri di Cassino hanno stroncato una organizzazione dedita allo sfruttamento della prostituzione. Adesso, però, le indagini continuano ed entrano in una fase più delicata, quella nella quale i carabinieri dovranno ascoltare le versioni di centinaia di clienti, in larga parte personaggi ben in vista del cassinate, persone facoltose, ma anche normalissimi operai che dovranno dire a chi pagavano per quelle prestazioni, quante le donne che si prostituivano nei due locali. In tanti, inoltre, rischiano di far cadere il muro che celava ai loro familiari quello che loro speravano potesse rimanere un segreto. Insomma, si apre un nuova fase dell’indagine.
Er. Am.