Montecassino, non solo spiritualità e cultura ma anche scienza

9 dicembre 2009 0 Di redazione

Alcuni insegnanti dell’ITIS Majorana di Cassino, del Gruppo di Ricerca “Vivitur ingenio”, Fabio Miele, Gina Lucia, Bruno Preite e Giuseppe Lena, hanno promosso una ricerca sul contributo dato dai monaci benedettini al progresso delle scienze, un patrimonio inestimabile da far conoscere e valorizzare. Questo li ha portati a “leggere” il chiostro cassinese non solo come luogo di profonda spiritualità e laboratorio di recupero della cultura letteraria, ma anche come luogo eletto di riflessioni scientifiche. Perciò, nell’ambito del Progetto Culturale della Chiesa diocesana di Montecassino, hanno elaborato un progetto dal titolo “La scienza nei luoghi dello spirito: l’Osservatorio di Montecassino”. Progetto che si inserisce a pieno titolo nelle iniziative dell’“Anno internazionale dell’Astronomia” evento patrocinato dall’UNESCO e dalle Nazioni Unite.
Il progetto, biennale, si articolerà in quattro fasi, la prima delle quali vede la presenza dell’astrofisico prof. Antonino Zichichi, presidente World Federation of Scientists, che il 10 dicembre terrà una conferenza nell’Abbazia di Montecassino sul tema “Scienza e Fede nei Luoghi dello Spirito”.
Le altre fasi prevedono: la ricerca di documenti, fonti e testimonianze nella Biblioteca e nell’Archivio di Montecassino; l’allestimento di una mostra di dispositivi elettrici e delle comunicazioni nel periodo 1920-50; la realizzazione di una pubblicazione sul lavoro svolto.