Riduce un anziano in fin di vita, arrestato 31enne

26 dicembre 2009 0 Di redazione

Ha picchiato un anziano riducendolo in fin di vita ed è scappato. I carabinieri però lo hanno riconosciuto dalle immagini registrate da una telecamera e, la vigilia di Natale, lo hanno arrestato. I militari della Stazione dio Ferentino, congiuntamente a personale del N.O.R.M della Compagnia di Anagni hanno stretto le manette intorno ai polsi di Alessandro I., 31enne di Ferentino, già censito, su attuazione di Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Frosinone, poiché, ritenuto responsabile di tentato omicidio pluriaggravato nei confronti di un anziano signore di Ferentino.
In data 7 dicembre u.s., in Ferentino, prima all’interno e poi fuori ad un bar, un giovane, non meglio identificato, si era scagliato contro alcuni avventori in quel momento presenti nell’ esercizio pubblico. In tal circostanza, quel giovane ha cagionato gravi lesioni ad una persona anziana di Ferentino, intervenuta per mitigare l’aggressione. Per tale situazione clinica, l’anziano è stato trasportato urgentemente presso l’Ospedale civile di Latina, ove versa tuttora in pericolo di vita con prognosi riservata.
Le complesse indagini esperite dai militari, al fine di addivenire all’identificazione del giovane, utilizzando anche le immagini ricavate dal sistema di video sorveglianza presente nel locale pubblico, hanno permesso di identificare, inconfutabilmente, il giovane per l’arrestato Alessandro I., il quale, la vigilia di Natale, in virtu’ dell’Ordinanza Cautelare, è stato associato presso il carcere di Frosinone.
Inoltre, a seguito di perquisizione domiciliare, posta in essere nell’abitazione dell’arrestato e nei locali di sua pertinenza, i militari operanti hanno rinvenuto, abilmente occultate, una cartuccia cal.7,65 illegalmente detenuta nonché 5 grammi di hascish, e, per tal motivo dovrà anche rispondere di detenzione illecita di munizioni. Per quanto riguarda la detenzione illecita dello stupefacente per uso non terapeutico è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Frosinone.