“Somministravano” illegalmente lavoro, società agenzia interinale denunciata

1 dicembre 2009 0 Di redazione

Intermediazione abusiva di manodopera, questo il reato contestato dalla guardia di finanza ad una società di somministrazione lavoro di Frosinone. Le indagini svolte dagli uomini del colonnello Giancostabile Salato hanno appurato che la società “avviliva” con retribuzioni inadeguate i propri lavoratori, inquadrati di facciata mediante l’utilizzo di contratti di collaboratore “a progetto”. I finanzieri hanno verificato l’illecito impiego di 162 dipendenti. Lavoratori, a tutti gli effetti subordinati e con incarichi generici, venivano retribuiti in maniera inadeguata e distaccati abusivamente per la quasi totalità presso altre imprese. Mediante il ricorso fraudolento ad alcuni contratti “contra legem” utilizzavano i lavoratori senza nessuno degli obiettivi previsti per legge e senza alcuna tutela o diritto in caso di malattia, gravidanza e altri impedimenti di varia natura.
Ermanno Amedei