Giorno: 11 gennaio 2010

11 gennaio 2010 0

Vendevano droga in carcere, 12 in manette tra cui tre agenti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un canale umano che portava cocaina proprio all’interno del carcere di Frosinone. Un gruppo di Albanesi, ben 11 secondo gli investigatori della squadra mobile diretta dal vice questore Carlo Bianchi, procurava la droga a Roma e la spacciava tra Fiuggi, Alatri e Frosinone. Tra i loro acquirenti c’erano anche tre agenti della polizia penitenziaria che rivendevano quelle dosi, ovviamente ad un prezzo maggiorato, ai detenuti che sorvegliavano, ma non solo, fornivano loro anche telefonini cellulari. L’indagine svolta congiuntamente dagli agenti del Mobile e da quelli della Pinitenziaria sono inizate ben 2 anni fa quando un detenuito è stato trovato in possesso di un telefonino. Ci volle poco per risalire al guardia carceri che glielo aveva venduto, ed anche ad altri suioi due colleghi che, oltre a favori di ogni genere, vendevano cocaina tra le sbarre. Gli investigatori hanno anche lavorato fuorim dal carcere individuando la rete di spaccio costituita dal gruppo di albanesi residenti in comuni della zona. Questa mattina sono scattate le manette per 12 persone su ordine del gip del tribunale di Frosinone. Ben 9 indagati, tra cui due agenti della penitenziaria, sono strati tradotti in carcere e 3, due albanesi ed un agente, ai domiciliari. Per il gruppo di albanesi si è ipotizzato il reato di associazione a delinquere finalizzato allo spaccio della droga, per i tre agenti, invece, oltre allo spaccio di droga, è stato contestato loro anche la corruzione. Una organizzazione, quella degli albanesi, certamente ben strutturata e senza scrupoli dato che dalle indagini è anche emerso il “capobanda”, non esitava ad adoperare il figlio 14enne come corriere, mettendogli centinaia di grammi di cocaina negli slip. Pare che riuscissero a smerciare oltre 200 grammi di polvere bianca ogni settimana.

11 gennaio 2010 0

Alluvione in Albania, ponte aereo per soccorrere le popolazioni

Di redazione

Sono al lavoro dalle prime luci di stamani in Albania i due elicotteri CH47 dell’Esercito Italiano e il team operativo della Protezione Civile nazionale per garantire la distribuzione di acqua potabile, medicinali e beni di prima necessità alla popolazione del comune di Velipodje, completamente isolato a causa dell’alluvione che nei giorni scorsi ha colpito il nord dell’Albania. Il ponte aereo realizzato dai due velivoli, inviati dal Governo italiano in coordinamento con il MIC (Monitoring Information Centre) di Bruxelles a seguito della richiesta di assistenza avanzata dalle autorità albanesi, consentirà la distribuzione, in giornata, di circa 50 tonnellate di aiuti alla popolazione isolata e proseguirà finché le condizioni di luce lo consentiranno per riprendere poi nella giornata di domani. “Le operazioni, gestite in stretto raccordo con la protezione civile e le forze armate albanesi, sono rese particolarmente difficoltose dal maltempo che continua a insistere sulla zona, spiega Paolo Vaccari – team leader del Dipartimento della Protezione Civile, ma grazie all’esperienza degli equipaggi degli elicotteri dell’Esercito Italiano stiamo garantendo il rifornimento di beni essenziali ad una comunità di oltre 8.000 persone isolata ormai da diversi giorni”.

11 gennaio 2010 0

Meteo, settimana all’insegna del tempo instabile

Di redazione

Settimana all’insegna dell’instabilità meteorologica quella appena iniziata che già a partire da mercoledì sarà caratterizzata dal passaggio di più perturbazioni. Domani, martedì 12 gennaio, correnti nord-occidentali porteranno aria più stabile, con attenuazione delle precipitazioni al centro-nord, mentre ancora per la mattinata si prevede residua instabilità al sud. Nel pomeriggio una nuova perturbazione si avvicinerà dapprima alla Sardegna e, successivamente, si estenderà al nord-ovest con prime deboli piogge e nevicate fino a quote collinari. Già mercoledì 13 gennaio assisteremo ad un più deciso peggioramento del tempo per l’arrivo di una nuova perturbazione che porterà piogge diffuse e possibili temporali sulle regioni centro-meridionali, soprattutto sui versanti tirrenici. Nella mattina nevicate, inoltre, interesseranno dapprima il nord, in particolare il nord-ovest e i settori alpini e prealpini fino ai 400-600 metri, e successivamente le zone appenniniche con quota neve in calo fino ai 700-900 metri. Venti forti e mari agitati sulle due isole maggiori e, dal pomeriggio, anche sulle regioni centro-meridionali. La perturbazione si allontanerà rapidamente nella giornata di giovedì quando si prevede solo residua instabilità al sud e sui versanti adriatici centrali, con nevicate sull’entroterra. Tuttavia, nella seconda parte della giornata un secondo fronte perturbato interesserà Sicilia e Sardegna, con piogge e temporali che persisteranno fino a venerdì 15 gennaio sulle regioni meridionali, mentre sul resto del Paese il tempo migliorerà rapidamente grazie a forti venti settentrionali che, se da un lato contribuiranno a liberare l’atmosfera dalle nubi, dall’altro manterranno i mari agitati. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, anche attraverso l’emissione di eventuali avvisi di avverse condizioni meteorologiche laddove necessario.

11 gennaio 2010 0

Droga, maxi-operazione a Frosinone, coinvolti agenti polizia penitenziaria

Di redazionecassino1

Gli agenti della squadra mobile di Frosinone hanno arrestato la 11 persone per traffico di droga. Tra i fermati anche 3 agenti di polizia penitenziaria. Una maxi operazione quella messa a segno dagli uomini del questore Alfonso Maria La Rotonda e dal vice questore Carlo Bianchi, capo della squadra mobile. L’indagine è stata possibile anche grazie alla collaborazione della polizia penitenziaria.

11 gennaio 2010 0

Schianto sull’A1, bilancio da brividi: due morti e quattro feriti

Di redazione

Drammatico il bilancio dello schianto tra due auto che si è verificato questa mattina alle 11 sul tratto di autostrada Roma Napoli nel territorio di Ferentino (Fr). le due vetture, Una Bmw X3 e una Lancia Y, per cause ancora al vaglio degli agenti della polizia stradale, si sono scontrate violentemente. il bilancio è di due morti, due prognosi riservate e due codici gialli. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Frosinone, tre ambulanze del 118 di cui una medicalizzata, ed è atterrato anche un elicottero del 118. Costatati i decessi di due persone, si è trattato di soccorrere i quattro feriti di cui due gravissimi. Uno è stato intubato e trasferito in elicottero al Gemelli di Roma, l’atro è stato trasportato in ambulanza all’Umberto Primo di Frosinone. Entrambi sono in pericolo di vita. Ferite lievi per altre due persone. Inevitabili le ripercussioni sul traffico. La coda di auto è lunga diversi chilometri. Ermanno Amedei

11 gennaio 2010 0

Abbatte con l’auto un palo dell’Enel e rischia di rimanere folgorato

Di redazione

Ha perso il controllo della sua auto e ha abbattuto un palo dell’energia elettrico. Così, ieri sera, la zona di via Leuciana a Pontecorvo (Fr) è rimasta al buio. L’automobilista è un giovane di Pico (Fr) alla guida di una Bmw che, per cause ancora al vaglio dei carabinieri di Pontecorvo, comandati dal capitano Pier Francesco Di Carlo, si è schiantato contro la truttura Enel causando la recisione di alcuni cavi elettrici. Per sua fortuna, però, i cavi non sono finiti sull’auto ma nella campagna. Lui comunque è rimasto ferito a causa dell’urto e trasportato al pronto soccorso di Pontecorvo. I vigili del fuoco di Cassino, insieme ai tecnici dell’Enel, hanno messo in sicurezza la zona isolando i cavi tranciati. Inevitabile che il black-out che ha interessato l’intera zona e su cui i tecnici della società di energia elettrica stanno ancora lavorando per risolvere. Ermanno Amedei

11 gennaio 2010 0

CLAUDIO MASSIMINI AI VERTICI DI ATAC PATRIMONIO E PARCHEGGI DI ROMA

Di redazionecassino

ROMA –  L’Amministrazione comunale di Roma  ha nominato l’ing. Claudio Massimini  presidente della società  Atac Patrimonio e Parcheggi per la durata della consigliatura  del sindaco Alemanno. L’importante incarico affidato all’ing. Massimini, che dovrà mettere  mano alla riorganizzazione dei delicati settori del patrimonio  e dei parcheggi dell’Atac, giunge al culmine di una lunga carriera che lo ha visto alla guida di società e di aziende di varie dimensioni. Laureato in ingegneria  chimica è stato docente di scienze matematiche,  amministratore  delegato  della società di edilizia La Conca, direttore tecnico della società Cogear, presidente del sindacato  delle scuole cattoliche Sinasca, nel Cda della Sofegal e degli osservatori astronomici di Monte Mario, Monteporzio e Campo Imperatore.  Inoltre componente del comitato di gestione della ex Usl Roma 11, dirigente della società di servizi “Omnia service”,    amministratore unico della società di costruzioni Stecla, sub commissario dell’Iacp e successivamente nel Cda dell’Ater Roma. Attualmente era nel consiglio d’amministrazione  di Metro Roma.

11 gennaio 2010 0

Tentano il furto d’auto in un garage condominiale ma il colpo fallisce

Di redazione

Si sono introdotti all’interno di un garage condominiale con l’intenzione, evidentemente, di mettere a segno un colpo grosso tra le circa 20 autovetture parcheggiate. Si tratta di uno o più m,alviventi che nel corso della notte tra sabato e domenica, probabilmente intorno alle 3, si sono introdotti nell’area di parcheggio condominiale in via Martiri 6 Ottobre a Lanciano (Ch). Il primo, e per fortuna, unico obiettivo è stata una Bmw nuova parcheggiata all’interno dell’area privata ma il proprietario l’aveva lasciata fuori dal garage personale. I malviventi hanno rotto un cristallo e si sono impossessati del telecomando con cui il proprietario dell’auto apriva tutti i varchi elettronici dell’area protetta. Non è ben chiaro cosa volessero fare i ladri e se nelle loro mire c’erano anche le altre 20 automobili, fatto sta che sono dovuti fuggire, probabilmente disturbati dall’arrivo di qualcuno, lasciando anche la Bmw danneggiata. Il telecomando però, lo hanno portato via e per questo, il condominio, ha dovuto cambiare il codice per l’accesso ai varchi del garage.