Giorno: 15 gennaio 2010

15 gennaio 2010 0

Terremoto, nuova scossa di 3.1. Arrivano nuove centraline di rilevamento

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si allunga lo sciame siosmico che sta interessando le Marche e in particolare la zoan di Ascoli Piceno. Secondo i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’evento è stato registrato alle ore 20,13 con magnitudo 3.1 e l’epicentro è stato localizzato nei comuni di Bolognola in provincia di Macerata, Montefortino e Amandola in provincia di Fermo e Montemonaco in provincia di Ascoli Piceno. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. Pur non potendo prevedere terremoti, il fenomeno va monitorato con ogni mezzo e per questo l’istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha dislocato nella zona altre centraline togliendole dalla valle di comino, il territorio che a fine agosto e stato interessato da un foltissimo sciame sismico provocando enormi timori, gli stessi che adesso attanagliano i residenti nelle Marche.

15 gennaio 2010 0

Truffe agli anziani, sgominata una banda di (donne) rom

Di redazione

Ben ventisei sono le truffe compiute ai danni di anziani, nel corso del 2009 a Campobasso e, indagando proprio su questi episodi, i carabinieri sono arrivati ad individuare gli autori di otto turffe. Una donna è finita in manette mentre altre tre sono state denunciate a piede libero e tutte sono di origine rom. Agli arresti è finita Loreta G., i carabinieri l’hanno presa a Vasto (Ch) la denuncia per concorso in truffa è invece scattata per G.S., N.S., L.S., A.S. ed E.S., tutte domiciliare a Pescara e di età compresa compresa tra i 30 e 40 anni. Una indagine fatta di apopostamenti, pedinamenti e immagini registrate dai carabinieri che hanno ricostruito il modo di operare del gruppo. Si toglievano gli abiti da rom per indossare abibi eleganti con cui si spacciavano per dipendenti della Asl, per medici, ma anche geometri: spesso fingevano di essere gravide e simulavano un malore nelle scale dei palazzi, chiedendo un bicchiere d’acqua alle persone prese di mira per i furti.

15 gennaio 2010 0

Secondo Trofeo Katà Abruzzo organizzato dal C.s.k.s. Lanciano e dal Top Master

Di redazione

I Maestri Pietro Antonacci (Responsabile Organizzativo FIJLKAM Abruzzo) e Agostino Toppi, ancora una volta promotori del Karate in Abruzzo, infatti, grazie alla loro iniziativa si terrà a Lettomanoppello (PE) il 24 gennaio prossimo la 2^ Edizione del Trofeo Kata Abruzzo. La manifestazione, a carattere Interregionale, ha avuto l’importante supporto del Comitato Regionale CSEN, e in particolare del Presidente Regionale Dott. Ugo Salines, persona sempre molto vicina al Karate Abruzzese e allo Sport tutto. Importante il sostegno del Vice Presidente del Comitato Regionale Abruzzo FIJLKAM settore Karate, Sig. Emilio Ermano sempre disponibile a dare l’appoggio della Federazione a eventi che hanno come principio la promozione e diffusione del Karate. Il Comune di Lettomanoppello, anche in quest’occasione non si è tirato indietro, dando al M° Toppi pieno appoggio e dando il proprio Patrocinio. Sono già arrivate iscrizioni dalle seguenti Regioni: Abruzzo, Lazio, Molise, Marche e Toscana. Dichiarazione M° Pietro Antonacci: “ Siamo alla seconda edizione di un importante Trofeo, che lo scorso anno ha visto la partecipazione di oltre cento atleti provenienti dal Lazio, dal Molise, dalle Marche e naturalmente dalle Società Abruzzesi. Quest’anno vede la partecipazione di qualche regione in più, segno che la gara è apprezzata. Questa manifestazione, che precede di qualche settimana le qualificazioni ai Campionati Italiani, ha un’importanza particolare dal punto di vista tecnico per tutti quegli Atleti della nostra regione e delle regioni limitrofe per la preparazione ai Campionati Nazionali, è quindi da considerare un test importante per la valutazione dello stato di preparazione degli atleti e per un’eventuale modifica nei comportamenti tecnico-tattici. Aggiungo, che come spesso accade è stato fondamentale il contributo del Dott. Ugo Salines Presidente del Comitato Regionale Abruzzo CSEN, e oltre a lui, ringrazio il Comitato Regionale FIJLKAM settore Karate e il Comune di Lettomanoppello. Infine, un grazie particolare al M° Agostino Toppi, sempre pronto e con entusiasmo a sostenere e fare sue iniziative che vedono la promozione del Karate e tutte quelle manifestazioni che, grazie al confronto, fanno crescere i nostri ragazzi.”

15 gennaio 2010 0

Sicurezza sul lavoro, controlli a raffica nei cantieri

Di redazione

Nelle ultime 24 ore gli uomini dell’Arma e dello speciale Nucleo Carabinieri Ispettorato Lavoro di Isernia a seguito dei controlli di attività in alcuni centri dell’alta Valle del Volturno, hanno sospeso come prescritto dal Testo Unico n.81 del 2008, l’attività di due imprese del settore edilizio, ove peraltro è stata riscontrata la presenza di lavoratori in nero non regolarizzati secondo le normativa sulle assunzioni e di conseguenza scoperti sotto il profilo assicurativo e di tutela in caso di sinistri. A dover sospendere l’attività, due ditte, una della provincia di Napoli ed una impresa di Roma, alle quali sono state anche irrogate complessivamente maxisanzioni depenalizzate per Euro 21.500. Il titolare della ditta laziale e quello di una impresa locale, sono stati anche segnalati invece in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Isernia per due infrazioni di natura penale previste dal Decretoi Legislativo suddetto, in particolare per non aver protetto alcune aperture per evitare cadute e per aver fatto utilizzare dai propri dipendenti in un cantiere una macchina utensile senza che fosse stata messa a norma a tutela degli stessi lavoratori che la utilizzavano.

15 gennaio 2010 0

CASSINO / Michele Nardone: “Famiglie, tante parole ma pochi fatti”

Di redazione

Dal vice sindaco di Cassino Michele Nardone riceviamo e pubblichiamo. “Noi siamo il paese in cui si parla più di famiglia ma nel quale le politiche sono più deboli, e oggi parlare di politiche per la famiglia quale soggetto che guardi al futuro vuol dire accettare la sfida riformista che vede il nucleo familiare soggetto strategico di riferimento della società. I recenti dati diffusi dall’Istat confermano che la crisi ha inciso fortemente sul reddito reale delle famiglie e ne ha diminuito il potere d’acquisto; a fronte di ciò è necessario che prima della semplificazione delle aliquote, la priorità debba essere il raggiungimento di un regime fiscale stabile che tenga conto dei carichi familiari, è cioè necessario introdurre misure di alleggerimento del prelievo fiscale sulle famiglie con figli. E l’attuazione già a livello locale di un welfare più equo e più moderno a favore della famiglia condiviso tra comuni e Regione potrà essere da stimolo virtuoso anche in ambito nazionale. Come Fondazione Nuova Italia, presieduta dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, abbiamo presentato già dallo scorso 17 novembre, una serie di commissioni tematiche e di convegni in agenda per il 2010. Al centro della discussione il tema dirompente delle riforme che costituiscono una priorità per la Fondazione, impegnata a trovare strumenti adeguati di sostegno alla famiglia, come quello del Quoziente familiare già da tempo al vaglio di un’apposita commissione studio e che sarà trattato il 26 aprile 2010 in una conferenza ad hoc dal titolo: “Quoziente familiare ora. Una riforma fiscale e sociale per la famiglia nel corso di questa legislatura’’. Su questo stesso argomento, il sindaco Alemanno ha già lanciato, per la città di Roma, un innovativo progetto per l’inserimento del quoziente familiare nel sistema delle tariffe e delle imposte locali, un laboratorio pilota che potrà essere esteso a tutta la regione Lazio, soprattutto nel caso di vittoria del centrodestra”.

15 gennaio 2010 0

Truffa all’Inps, 71 persone denunciate. Collusioni con la Camorra

Di redazione

La Tenenza della Guardia di Finanza di Mondragone ha scoperto l’ennesima truffa ai danni dell’Inps nell’ambito dei controlli effettuati nel settore dell’agricoltura. Quello delle Truffe all’INPS rappresenta sicuramente un fenomeno grave e diffuso – in particolare nel settore agricolo e nelle regioni del Sud Italia – e in esse sono coinvolti vari soggetti (organizzazioni criminali, imprenditori, “colletti bianchi” e falsi lavoratori); quasi sempre concorrono altri gravi reati, tra cui l’associazione a delinquere, anche di tipo mafioso, le truffe ad altri enti pubblici, i reati di falso. Spesso le somme erogate dall’INPS vengono divise tra i falsi lavoratori e gli organizzatori della truffa; alcune volte sono coinvolti nell’attività illecita funzionari pubblici o altri professionisti. Uno dei settori di “predilizione” dei truffatori è appunto l’agricoltura. Le fattispecie concrete più ricorrenti si caratterizzano per la presenza di aziende che impiegano operai su terreni inconsistenti rispetto al numero di lavoratori e di giornate denunciate oppure per la simulazione di rapporti lavorativi fittizi o di aziende c.d. fantasma. Le condotte illecite sono finalizzate all’ottenimento dell’indennità di disoccupazione, di malattia e di maternità nonché alla correlativa contribuzione figurativa L’operazione condotta dalla Tenenza di Mondragone ha portato dunque alla denuncia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere di n. 69 persone che hanno indebitamente percepito le indennità di disoccupazione, malattia e maternità. Il meccanismo della frode si reggeva su una azienda agricola fittizia – con rappresentante legale, L.G. di anni 60 – creata con l’unico scopo di assumere braccianti per il periodo delle campagne stagionali, al fine di far loro maturare le giornate di lavoro e, quindi, il periodo di disoccupazione agricola. L’attività di indagine, di assoluta complessità, si è articolata nell’acquisizione di elementi presso vari uffici delle sedi INPS nelle province di Napoli e Caserta, l’escussione di innumerevoli persone informate sui fatti, nonché attività riservate di polizia giudiziaria, che hanno condotto ad accertare l’assenza di una struttura operativa, di terreni in colture, di beni strumentali, di libri e registri contabili, nonché l’omessa presentazione di dichiarazioni fiscali, di versamenti di ogni genere dovuto in materia previdenziale e assistenziale in favore degli operai. I sessantanove “falsi lavoratori” sono indagati per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso ideologico; i titolari delle aziende agricole, L.G di anni 60 e un altro soggetto, residente in Giugliano in Campania, devono rispondere anche dell’accusa di avere omesso il versamento delle ritenute previdenziali. Un raggiro che andava avanti dal 2003, truffando per oltre 230 mila euro di indennità illecitamente percepite l’Istituto di Previdenza Sociale. La truffa scovata è stata segnalata anche ai vari uffici finanziari nonché alla Corte dei Conti, per il recupero di quanto indebitamente percepito e per le somme contributive non corrisposte.

15 gennaio 2010 0

Le macchie scure dell’Adsl limitano le imprese, interviene la consulta dei sindaci

Di redazione

Nelle scorse settimane, il Sindaco di Cassino e presidente della Consulta del Lazio Meridionale, Bruno Vincenzo Scittarelli, unitamente ad altri colleghi sindaci del territorio ha visitato alcune fabbriche per rendersi conto da vicino sulle problematiche che esse vivono in questo particolare momento, soprattutto quelle che lavorano nell’indotto del settore auto. Tra i tanti problemi evidenziati quello relativo alla rete ADSL non attiva in molte zone di particolare rilevanza ai fini dei servizi essenziali per le imprese. Dopo gli approfondimenti e le verifiche fatte,Scittarelli ha interessato del problema la Telecom che ora ringrazia per l’impegno profuso nel risolvere tali problemi con sensibilità e tempestività. Infatti Scittarelli è stato informato che in tutti i comuni dell’area sono attivi i collegamenti a fibra ottica, condizione importante per il dispiegamento dei nuovi servizi telematici di alto livello. “In questi giorni – afferma – è stata attivata la ADSL nel territorio del comune di Pignataro Interamna e dell’area industriale, è stata potenziata la rete nel comune di Esperia e della frazione di Badia, e a giorni sarà attivata l’ADSL anche nel Comune di Coreno Ausonio e quindi nell’area del Distretto del marmo. Sono impegni concreti che vanno nella direzione del miglioramento dei servizi, soprattutto a favore del mondo produttivo, che possono favorire il superamento delle situazioni di difficoltà economica. Per tutto questo ringraziamo la Telecom per quanto ha fatto e per quanto farà ancora per quelle poche oasi che ancora non sono servite da un servizio così importante e decisivo per la competività globale delle nostre aziende”.

15 gennaio 2010 0

Il terremoto scuote le Marche e il Friuli

Di redazione

Il terremoto torna a farsi sentire nelle Marche dove, ad Ascoli Piceno, l’epicentro è stato localizzato nei comuni di Monte Vidon Corrado, Montappone, e Falerone. Secondo i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’evento è stato registrato alle ore 14.35 con magnitudo 2.6. Una scossa sismica è stata registrata nel pomeriggio di oggi in Slovenia, fuori dalla rete nazionale. La scossa è stata avvertita anche in Friuli Venezia Giulia. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 15.20 con magnitudo 3.8.