Giorno: 16 gennaio 2010

16 gennaio 2010 0

Truffa su e-bay, vende auto senza possederne una. Un ciociaro tra le vittime

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Aveva messo su un autosalone virtuale e che rimamneva tale dato che di macchine non ne aveva neanche una. Lui però ne proponeva la vendita su e-Bay e un uomo della provincia di Frosinone ha abboccato pagando le rate per un’auto che non esisteva. autore della truffa è un cittadino rumeno di 25 anni residente a Firenze, denunciato dalla polizia postrale, che ai potenziali clienti, dopo aver scelto la macchina inesistente, chiedeva un acconto e successive rate, da pagare con vaglia postale. Molte sono state le sue vittime, ma ad incastrarlo sono stati gli agenti chiamati da una impegata dell’ufficio postale insospettita da alcune operazioni singolari tra cui il prelievo di una somma di 2.500 euro inviati da un uomo di Frosinone come rata per una vettura di grossa cilindrata, e per la quale aveva già èagato un anticipo di pari importo. Insomma, l’auto non c’era, ma la truffa sì.

16 gennaio 2010 0

Banda di rapinatori, si indaga su altri dieci colpi

Di redazione

Dietro il loro essere incensurati, i tre di Piedimonte San Germano (Fr), arrestati giovedì sera dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo c’era, secondo gli investigatori, una fervida attività criminale. Si sta indagando sul fatto che i tre, con le stesse modalita, possano essere gli autori di altre rapine di farmacie e supermercati di altre zone come Isola Liri, Ceprano, Pontecorvo e Cassino. Colpi da mille, duemila ma anche cinquemila euro. Inoltre i tre Luciano Quartarone, Rosario Carcaterra ed il minore, oltre all’arresto per rapina sono stati anche denunciati per porto in luogo pubblico di armi clandestine, alterazione di armi comuni da sparo e detenzione abusiva di munizioni per armi comuni da sparo. I militari operanti, a seguito di ulteriore ed approfondita ispezione dell’autovettura utilizzata per la commissione dell’azione delittuosa, hanno rinvenuto una pistola tipo revolver cal. 22, alterata a seguito di sostituzione della canna tale da renderla offensiva, con tamburo contenente nr.6 cartucce, celata all’interno del pannello della portiera lato guida.

16 gennaio 2010 0

Carrozza con cavalli, banda musicale e fiori al funerale rom

Di redazione

Quattro cavalli neri con tanto di pennacchio nero a trainare una carrozza in legno e ferro lavorato, la banda musicale che suonava note struggenti, circa 20 corone di fiori portato dai parenti, tutte le famiglie rom dell’Abruzzo riunite, così è stato celebrato questya mattina nella chiesa di san Pietro a Lanciano (Ch), il funerale di un anziano rom. La cultura rom, si sà, è ricca di tradizioni che si conservano in particolare nei riti. Il funerale è di uno zingaro, meglio se possidente, da meglio questa idea. Il carrozzone funebre trainato dai cavalli è arrivato direttamente da Caserta mentre la banda musicale è della zona. Il corteo funebre, a piedi, con circa 300 persone al seguito, ha attraversato tutto il centro frentano diretto al cimitero. Non è stato difficile capire per quali strade il corteo fosse passato; i familiari, infatti, al passaggio del feretro, hanno gettato i fiori lungo i tre chilometri che separano la chiesa dal camposanto. Insomma, volente o nolente, tutti i lancianesi, questa mattina, si sono dovuti accorgere del funerale. Er. Am.

16 gennaio 2010 2

Il comune cerca partner per la realizzazione di un impianto fotovoltaico

Di redazione

Sarà realizzato a Terelle (Fr) un impianto fotovoltaico, per la produzione di energia elettrica. “L’impianto che sarà realizzato a Terelle – dichiara in sindaco Vincenzo Leone – lungo le propaggini orientali del Massiccio di Monte Cairo, che rappresenta una porzione interna della catena appenninica centro-meridionale, ricade poco a valle della vetta Colle Belvedere ed è esposto tutto a meridione e ad una altitudine di circa 630 m s.l.m.. Il nostro impianto è collegato alla rete elettrica nazionale, non integrato architettonicamente, su un’area di 5 ettari, e prevede complessivamente l’impiego di circa 12.600 moduli fotovoltaici, articolati su cinque sottocampi, ciascuno di potenza di circa 504 kWp. L’impianto fotovoltaico, tenuto conto della radiazione solare media del sito pari a circa 1733,75 kWh e dell’efficienza dei moduli, consente una produzione di energia elettrica pari a 3.476.466 kWh/anno ed una riduzione di emissioni di CO2 in atmosfera pari a 2.363 t/anno”. Il costo previsto per la realizzazione e l’esercizio dell’impianto della potenza di complessiva di 2,5 MGw è di circa 10 milioni di Euro. Il Comune di Terelle proprietario del sito e delle relative autorizzazioni, lunedì 18 Gennaio ha convocato il Consiglio Comunale per la ricerca di un partner, che voglia costituire una società mista pubblico-privato con lo scopo di costruire e gestire l’impianto. Il sindaco Vincenzo Leone esprime tutta la sua soddisfazione in quanto la conclusione di questo lungo iter burocratico-amministrativo realizza una serie di obiettivi che vanno dalla difesa dell’ambiente, in quanto l’impianto non inquina ed è ad emissione zero di anidride carbonica causa principale dell’effetto serra , nonché attraverso il contributo del conto energia, (0,46 € per ogni Kw prodotto per 20 anni) una risorsa che per il magro bilancio comunale, e che consentirà investimenti in opere pubbliche. “Un ringraziamento – conclude il sindaco Leone – anche allo Studio Tecnico dell’Ing PERNA che ha progettato e seguito per diversi anni l’iter amministrativo, dando consulenza e conforto all’amministrazione”.

16 gennaio 2010 0

L’ospedale civile sede distaccata di un corso di laurea di riabilitazione

Di redazione

Verrà attivato a breve, presso l’ospedale civile di Pontecorvo (Fr) il Corso di Laurea Distaccato dell’Università “Tor Vergata di Roma” di “Terapista della Riabilitazione Psicomotoria dell’età evolutiva”. Ad annunciarlo è l’ex consigliere comunale di Pontecorvo Angelo D’Amata che in una nota scrive: “Tra Pochi giorni nei locali dell’Ospedale Pasquale Del Prete di Pontecorvo, un’altra perla viene ad aggiungersi a quelle già esistenti, grazie alla intuizione della Istituzione del Polo Didattico Polivalente e della Collaborazione della ASL Provinciale con l’università di “Tor Vergata”. Tale Collaborazione partii dal lontano 1994. All’epoca tra polemiche per la scelta di tale Università, ma i proficui incontri tra il presidente “Salvatore Fanelli”, pupillo dell’Ass. Regionale Alla Sanità di allora ed il Magnifico Rettore “Finazzi Agrò” hanno prodotto ora importanti vantaggi per il territorio del distretto D; dove la sagace opera del suo Direttore Dott. Giovanni Lullo ha ritenuto più logisticamente parlando determinante scegliere il vecchio Ospedale Del Prete di Pontecorvo, per attivare il Corso di Laurea Distaccato dell’Università “Tor Vergata di Roma” di “Terapista della Riabilitazione Psicomotoria dell’età evolutiva”, che porterà uno sbocco occupazionale di notevole livello, che sicuramente farà crescere il territorio sotto ogni punto di vista. Questo per evitare che una miriade di candidati alle regionali ed ipotetici comitati civici possano auto intitolarsi tali meriti”.

16 gennaio 2010 0

Spaccio di cocaina, in manette un 32enne

Di redazione

Il contrasto dell’Arma nell’ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti in Provincia continua a portare risultati positivi. Ieri sera gli uomini del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Giulianova, agli ordini del Luogotenente Antonio Longo hanno tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio Nicola F. 32 enne, origianrio di Torre Annunziata, ma residente in Roseto degli Abruzzi, già noto alle Forze dell’Ordine. L’uomo che già da tempo veniva attenzionato, poiché considerato uno dei principali fornitori di sostanze stupefacente del tipo “Cocaina” che era solito spacciare a giovani e non della Rosburgo “bene”, nella serata di ieri per lui sono scattate le manette. Lo stesso veniva bloccato in quel centro mentre viaggiava a bordo della sua autovettura una Seat Ibiza. Sottoposto a perquisizione veicolare e successivamente domiciliare, Nicola F. veniva trovato in possesso di complessivi grammi sedici di sostanza stupefacente del tipo “Cocaina”, di cui parte già suddivisa in dosi, e pronta per essere spacciata, nonchè di un bilancino di precisione e del materiale servente per il confezionamento dello stupefacente, il tutto sequestrato. L’uomo, nella mattinata odierna sarà tradotto dinanzi la competente A.G. teramana per il rito direttissimo. Gli uomini del NOR stanno lavorando con proficuità ininterrottamente in Roseto degli Abruzzi, nell’ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti e, non solo e, questi sono i primi risultati di un concreto contrasto che già in passato nè ha dato soddisfacenti nello stesso ambito.

16 gennaio 2010 0

Sei discariche pericolose scoperte e sequestrate dalla Finanza

Di redazione

Continua incessante l’azione della Guardia di Finanza a tutela della salute pubblica e dell’ambiente. Nonostante la fine della c.d. “emergenza rifiuti”, continuano a formarsi nel territorio casertano accumuli non autorizzati di residui di lavorazione edile ed industriale che, oltre a danneggiare il suolo sul quale, ovvero in alcuni casi all’interno del quale, sono riversati, creano oggettivi pericoli per la popolazione costretta a inalare fumi che esalano dai siti di stoccaggio illeciti. In particolare, in data 14 gennaio u.s., le Fiamme Gialle della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise, a seguito di un capillare controllo del territorio, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di polizia ambientale nel territorio comunale, hanno sottoposto a sequestro sei discariche non autorizzate realizzate sia su suolo pubblico che privato e costituite da rifiuti di vario genere, tra i quali materiali da risulta di natura edile (calcinacci, rottami, pneumatici di varie misure, plastica e altri residui di attività di demolizione) nonché residui di componenti bituminosi (asfalti stradali) ed “eternit”. Pertanto, tenuto conto della pericolosità per la salute pubblica e per impedire che i reati potessero aggravarsi o protrarsi, i finanzieri hanno proceduto a sequestrare i siti di stoccaggio – per una superficie complessiva di mq. 42.000 – e circa mc. 13.900 di rifiuti illecitamente smaltiti, nonché a segnalare all’Autorità Giudiziaria i responsabili.

16 gennaio 2010 0

Scoperta una fabbrica di Hogan contraffatte

Di redazione

La Guardia di Finanza di Caserta, a seguito di una complessa attività di indagine nel settore della contraffazione, è pervenuta alla individuazione di un laboratorio artigianale attrezzato per l’esercizio dell’illecita produzione di scarpe contraffatte, perpetrata nei confronti del marchio “Hogan”. Le Fiamme Gialle della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria, a seguito di continui pedinamenti ed appostamenti, hanno scoperto un immobile ubicato nel centro storico del Comune di Lusciano (CE), apparentemente destinato all’esercizio di una regolare attività manifatturiera nel settore della produzione di calzature. All’atto del controllo, infatti, le Fiamme Gialle accertavano all’interno del citato opificio 3 persone intente alla lavorazione di calzature riportanti il marchio di fabbrica della nota griffe HOGAN palesemente contraffatto. L’intervento dei militari presso l’opificio consentiva così di rinvenire oltre 50 macchinari, anche ad alta tecnologia, predisposti per la stampa del marchio Hogan, l’assemblaggio dei vari prodotti semilavorati e la conseguente rifinitura. I macchinari e tutta la merce contraffatta, tra tomaie, suole e sottopiedi recanti il marchio “Hogan” è stata sottoposta a sequestro. Successivi approfondimenti hanno consentito di appurare che i 3 lavoratori sorpresi nell’attività illegale non erano stati assunti regolarmente, con conseguente mancato rispetto, da parte del titolare della fabbrica, delle prescrizioni in materia contributiva, assistenziale e previdenziale. Le particolari condizioni di precarietà e l’assenza dei minimali requisiti richiesti dalla vigente normativa di settore in tema di sicurezza dei luoghi di lavoro, rendevano necessaria l’attivazione dell’ASL territorialmente competente per l’accertamento delle connesse responsabilità. Il responsabile dell’illecita attività, P.C. di anni 29 originario di Napoli, è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.