Giorno: 18 gennaio 2010

18 gennaio 2010 1

Maxi furto di pecore, “Son tornati i ladri di bestiame”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Duecentosessanta pecore che in moneta fanno circa 60 mila euro. Un bottino di tutto rispetto che fa gridare al “son tornati i ladri di bestiame”. Vittima dell’ingente furto è stata lì’azienda agricola Angolana Carni di Loreto Aprutino (Pe). I ladri sono entrati nella notte tra venerdì e sabato, hanno caricato un acmion adibito al trasporto bestiame parcheggiato nell’azienda e sono fuggiti non prima di aver riempito i serbatoi del mezzo. Viene da chiedersi cosa ne faranno di 260 pecore, a chi le rivenderanno considerando che per rivendere animali da macello è necessario fornire una documentazione di provenienza dell’animale. Probabile quindi che si tratti di un furto su commissione, oppure che gli animali vadano direttamente all’estero.

18 gennaio 2010 0

Calcio, il Cassino sconfitto dal Vico Equense

Di redazionecassino
cassino-vico equense 1-2-

CASSINO (4-4-2): Amadio;  Bica Badan (15’st Giannone), Goisis, Bianciardi, Sfanò; Conti, Kone, Suarino, Romanelli (15’st Frisenda); Bardeggia, Jefferson (42’st Croce). A disp.: Mataluna, Bonacquisti, Pettrone, Romeo. All.: Pellegrino (squalificato, in panchina Federici). VICO EQUENSE (3-5-2): Munao; Chiariello, Scognamiglio, Gargiulo; Morfù (19’st Marciano), Burgos, Trapani, Donnarumma, De Rosa; Incoronato, Napoli (30’st Esposito). A disp.: Izzo, D’Esposito, Rapesta, Scozzese. All.: Ferraro. ARBITRO: Saia di Palermo. MARCATORI: pt 42’ Napoli (VE); st 11’ Incoronato (VE), 28’ Jefferson (C).

NOTE: Spettatori circa 700, con rappresentanza ospite. Ammoniti Conti (C) ed Incoronato (VE). Angoli: 10-4 per il Cassino. Recuperi: pt 2’; st 4’

CASSINO – Sconfitta interna per gli azzurri che soccombono sotto i colpi di un sorprendente Vico Equense. Tante defezioni per il Cassino che deve rinunciare agli squalificati Martinelli, Mezgour e Merli Sala. Pellegrino risponde mandando in campo tutti e tre i volti nuovi della sessione di mercato invernale: debuttano in azzurro Goisis, Suarino e Jefferson. Positiva la loro prova. Ci si aspetta il Cassino ma si vede subito che a fare la partita sono gli ospiti. Gli azzurri attaccano ma in maniera disordinata: i veloci ribaltamenti di fronte fanno capire che il Vico Equense ha puntato su una gara d’attesa, preparando a puntino il contropiede. Un diagonale di Napoli prende le misure ad Amadio; Morfù scalda il piede dalla distanza senza però trovare la porta. Jefferson porta lo scompiglio nell’area campana girando a rete di testa un corner di Romanelli. Il break dei padroni di casa prosegue con il tentativo dalla distanza di Suarino: da dimenticare. Tre minuti prima dell’intervallo Donnarumma e compagni passano in vantaggio: uno svagato Romanelli perde palla a centrocampo, De Rosa si lancia sulla fascia destra e confeziona un assist al bacio per Napoli che con la zucca deve solo spingerla dentro. Il Cassino accusa il colpo e si getta all’attacco: Bardeggia porta il caos nell’area piccola prima che Scognamiglio riesca a sventare la minaccia. Ne nasce un corner che vede protagonisti Conti e Jefferson, con però l’efficace difesa della retroguardia ospite (seppure con qualche affanno). La ripresa vede gli azzurri partire lancia in resta contro i sornioni campani: Jefferson ci riprova senza fortuna; mentre sugli sviluppi di un nuovo contropiede Incoronato è anticipato da Amadio. Prove generali dell’azione successiva: De Rosa fugge via lungo l’out di destra e mette al centro per Incoronato, che stavolta riesce a metterci lo zampino realizzando il provvisorio 0-2. Azzurri annichiliti e Vico padrone del campo: Incornato sfiora il tris centrando la traversa su corner del solito De Rosa. Gli azzurri a testa bassa provano a macinare gioco: un cross dalla sinistra di Suarino trova la torsione del brasiliano Jefferson, che spiazza un incolpevole Munao. Il resto è tanta pressione senza però che la retroguardia ospite si lasci trovare impreparata. I risultati delle avversarie minano le ambizioni degli uomini di Pellegrino: la sfida di Noicattaro sarà decisiva.

18 gennaio 2010 0

Eventi culturali, Orto è Arte a Frosinone

Di redazionecassino

La mostra Orto è Arte è il nuovo evento culturale che l’associazione zerotremilacento propone dal 23 al 30 gennaio presso la Sala Ernesto Biondi a Frosinone. Realizzata con il contributo dell’Amministrazione Provinciale e la collaborazione del Liceo Classico N.Turriziani, del Liceo Artistico A.G.Bragaglia e del Comune di Frosione, la mostra presenta una documentazione del lavoro che zerotremilacento sta portando avanti con il progetto “La Città degli Orti”. Installazioni, mappe, immagini, suoni e video accompagnano il visitatore a scoprire una visione estetico-ecologica del tessuto urbano di Frosinone e poi, seguendo un filo di parole poetiche, sarà invitato a seguire un percorso di risalita verso i terrazzamenti del Liceo Classico. Questo punto panoramico della città sarà il luogo della realizzazione del primo “Orto d’Arte”, un’opera che concluderà il prossimo giugno il Laboratorio “Destinazioni d’uso. Pratiche di sperimentazione artistica sugli usi del suolo“ degli artisti Andrea Caretto e Raffaella Spagna, in corso dal novembre 2009.

18 gennaio 2010 0

Tragedia Haiti: protezione civile e Wfp, pronti a trasportare cibo e medicine

Di redazione

Dall’Italia due voli del governo italiano sono pronti a decollare per portare aiuti alla martoriata popolazione di Haiti colpita dal terremoto, la scorsa settimana. Il primo volo, organizzato dalla Protezione Civile italiana, è in partenza oggi dall’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci (Roma-Fiumicino). A bordo sono state caricati a cura del Dipartimento della Protezione Civile tende, effetti letterecci, materiale elettrico e mezzi tecnici per le telecomunicazioni. I Vigili del fuoco hanno inviato strumentazioni tecniche, maschere e filtri necessari in caso di contatto con ambienti contaminati. Inoltre sull’aereo ci saranno medicinali inviati dalla Croce Rossa e viveri di pronto impiego forniti dalla Guardia di Finanza. Infine ci saranno anche 20 tonnellate di razioni alimentari pronte all’uso, donate dalle Protezione civile Italiana al Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) per essere distribuite nelle zone colpite dal terremoto. Il volo è previsto atterrare domani ad Haiti. Nel frattempo, alla Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD), gestita a Brindisi dal WFP, si stanno completando in queste ore le operazioni di carico di un MD 11 della Cooperazione Italiana allo Sviluppo. Il volo, che è previsto partire domani mattina alla volta di Port au Prince, trasporterà, tra l’altro, tende, coperte, purificatori per l’acqua, materiale sanitario e biscotti ad alto contenuto energetico di cui una parte (5 tonnellate) è stata donata dalla Cooperazione Italiana al WFP. A bordo vi sarà anche materiale della Croce Rossa consistente in una tenda gonfiabile e kit per l’igiene personale. L’Italia, sin dalle prime ore dell’emergenza, si è attivata nello sforzo di portare soccorsi immediati contribuendo con mezzo milione di euro all’operazione di emergenza del WFP ad Haiti. Si è trattata di una delle prime donazioni ricevute dal WFP a sostegno del suo intervento che si presenta altamente complesso dal punto di vista logistico oltre che per l’enormità dei bisogni. Il WFP, oltre ad avere attivato la propria Base di Pronto Intervento Umanitario di Brindisi, continua ad operare anche dalla Base di Panama. Si tratta di un network di cinque basi in grado di inviare aiuti umanitari nell’arco di 24/48 ore ovunque nel mondo. Il WFP è impegnato in una operazione di assistenza alimentare di emergenza per assistere circa 2 milioni di haitiani.

18 gennaio 2010 0

Controlli a tappeto sulle strade, cinque denunce per guida in stato di ebbrezza

Di redazione

I carabinieri del comando provinciale di Frosinone hanno intensificato il controllo sulle strade a caccia di automobilisti che guidavano sotto l’effetto di droga o alcool. In una sola notte sono state denunciate, con conseguente ritiro della patente, ben 4 persone. Ad Anagni in via Anticolana a G. I., residente Ferentino, celibe, operaio, sorpreso alla guida di autovettura in evidente stato alterazione psicofisica, si è rifiutato di sottoporsi ad accertamento alcolemico. A Cassino i militari del NORM hanno denunciato in stato di libertà per “Guida in stato di ebbrezza alcolica” M. L, di Matera in quanto, fermanto mentre era ala guida della sua auto in quella via Garigliano, è stato sorpreso alla guida dell’autovettura Audi 80, con tasso alcolimetrico superiore a quello consentito. Deferivano sempre per Guida in stato di ebbrezza alcolica, G. G., nato a Cassino 35 anni fa, perché alla guida della propria autovettura Fiat Panda, è rimasto coinvolto in un sinistro stradale in Viale Bonomi. L’uomo è risultato positivo agli accertamenti mediante l’utilizzo dell’etilometro, che evidenziava un tasso alcolemico superiore a quello stabilito dalla norma. I documenti di guida di entrambi sono stati ritirati. I carabinieri di Frosinone invece, nella nottata a cavallo tra i giorni 16 ed il 17 gennaio hanno denunciato in stato di libertà V.M., 19enne, residente Ripi, per essersi rifiutato di sottoporsi all’accertamento dell’assunzione di sostanze stupefacenti. Il giovane, è stato sottoposto a controllo mentre si trovava alla guida propria autovettura, e nel corso di una perquisizione è stata trovata in possesso di 2 due grammi di “hashish”, che veniva sottoposta a sequestro amministrativo. Denunciato anche C. P., 66enne, residente Castro dei Volsci, per guida sotto l’effetto sostanze alcoliche. L’uomo mentre percorreva la S.P. Castro – Pastena alla guida propria autovettura, procurava incidente stradale con feriti. Applicando una prassi ormai consolidata, si è proceduto a sottoporre i conducenti dei veicoli ad accertamenti santari dai quali risultava che aveva assunto sostanze alcoliche misura superiore limite consentito legge.

18 gennaio 2010 0

Dopo sisma: Canada e protezione civile per un centro studentesco polivalente

Di redazione

È stato siglato il protocollo d’intesa fra il Governo di Ottawa e il Capo Dipartimento della Protezione Civile Guido Bertolaso riguardante il progetto di costruire a L’Aquila una struttura polivalente per studenti, a seguito dell’impegno assunto dal Primo Ministro del Canada, Stephen Harper, durante il G8 nel capoluogo abruzzese, duramente colpito dal sisma del 6 aprile 2009. Nell’ambito degli sforzi del Governo del Canada per aiutare la ricostruzione nella zona colpita dal terremoto in Abruzzo, nel luglio scorso il Primo Ministro del Canada Stephen Harper aveva annunciato, infatti, che il suo governo avrebbe contribuito con 5 milioni di dollari canadesi (circa 3,2 milioni di Euro) per costruire un centro per i giovani a L’Aquila. A seguito dell’annuncio del Primo Ministro, il Governo del Canada – in accordo con il Dipartimento della Protezione Civile e con l’obiettivo di realizzare un progetto concreto, fattibile ed utile alla comunità aquilana – ha deciso di realizzare centro polivalente comprendente una palestra multifunzionale, un ambiente per computer/internet, una biblioteca, aule, sale riunioni e uno spazio esterno per la ricreazione. Il progetto, che sarà realizzato con tecnologie di costruzione verdi ed eco-sostenibili, sorgerà in località Lenze di Coppito nei pressi delle facoltà universitarie. La struttura, progettata in linea con le norme canadesi e in armonia con l’ambiente circostante, sarà completata durante l’estate e verrà inaugurata prima dell’inizio dell’anno accademico 2010-11

18 gennaio 2010 0

Volley Femminile Lanciano, sesto risultato consecutivo per la BLS D’Autilio

Di redazione

Mille Sport Scerni-BLS D’Autilio Lanciano 1-3 Seconda trasferta e seconda vittoria del 2010 per la BLS D’Autilio Lanciano, che comunque non perde da novembre, ma per le frentane questa volta è stata dura, ed hanno rischiato seriamente di dover giocare il tie-break, infatti il ritorno dello Scerni nella seconda parte dell’incontro ha dato alle padrone di casa la chance di impattare sul 2 a 2, poichè nel 4° set hanno avuto un set ball sul 24-23, poi la freddezza e la lucidità delle blu di Litterio ha consentito la vittoria, ma andiamo alla cronaca: i primi due parziali sono quasi la fotocopia l’uno dell’altro, Lanciano concentrato, efficace in servizio, buono in ricezione Dalerci e Corzo soprattutto conducono le danze, anche il muro funziona e le frentane si issano sul 2 a0 senza eccessivi patemi. Ma dal terzo set in poi Scerni prova a rischiare qualcosa in più ed il servizio diventa più efficace, la ricezione del Lanciano scende e, pur trovandosi in vantaggio nel corso del parziale, non concretizza come dovrebbe, comette qualche errore di troppo e perde in sicurezza, fino a trovarsi dal 19 a 22 a subire il 24 a 23, qui le ragazze Litterio ritrovano un minimo di cinismo e da capolista del girone quali sono, chiudono 26 a 24. Oltre alle ‘indispensabili’ Corzo e Dalerci va citata la buona prestazione di Rossi, schierata titolare dall’inizio e reduce, insieme alle coetanee Sorrentini Di Mattia e Di Paolo, da una intensa gara di campionato under 16 disputata la mattina. La giovane schiacciatrice (la cui foto correda il comunicato) non dovendosi occupare della ricezione fa il suo dovere in servizio ed in attacco nonostante la doppia prestazione alla quale è chiamata. La prossima settimana la BLS D’Autilio calcherà per la prima volta dell’anno il parquet del Palavolley di via Masciangelo ospitando il Penne a Lanciano. Parziali: 17/25 (15′) 18/25 (22′) 25/21 (22′) 24/26 (24′) Mille Sport Scerni: D’Isernia E, D’Isernia F, De Felice, Di Marco, Di Fabio, Di Tullio, Trangione, Giordano, Saraceni, Tascione, Carlucci C, Carlucci E All: Fidelibus BLS D’Autilio Lanciano: Colacioppo 1, Milano 4, Corzo 27, Dalerci 24, Trivilino 5, Di Paolo 0, Rossi 12, Muffa 1, Di Mattia n.e., Sorrentini (L) All: Litterio

18 gennaio 2010 0

Festa troppo rumorosa, inquilino fa il samurai per ottenere silenzio

Di redazione

Li Ha cercato di ottenere il silenzio con un grosso spadone da samurai ma è finita a lite. Alle ore 23.30 circa di sabato sera un 16enne di Giulianova (Te), insieme ad altri coetanei si trovava in un locale al piano terra di Via Matteotti per festeggiare il compleanno di uno degli amici. Evidentemente il rumore provocato dai giovani ha dato molto fastidio ad uno degli inquilini dei piani superiori che ha lanciato un secchio d’acqua sui ciclomotori dei ragazzi per farli stare zitti. Il 16enne, visto ciò, ha chiamato il padre (51enne) che poco dopo è giunto sul posto per verificare cosa stesse accadendo. A questo punto l’inquilino 58enne, affacciatosi dal balcone inveiva contro il genitore e tutti gli altri presenti, minacciando che sarebbe sceso sotto per sistemare la vicenda. Effettivamente l’uomo scendeva per strada, unitamente alla moglie, impugnando una riproduzione di una spada giapponese (quella usata dai samurai), con una lama del tipo doppio e non tagliente, tentando di colpire il genitore che riusciva a bloccare la spada stessa, piegandola. La moglie dell’inquilino, invece, si avventava contro il figlio graffiandolo al collo. Gli interessati a questo punto avvisavano immediatamente questo Comando e sul posto veniva inviata subito una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile che identificava i responsabili sequestrando la spada. Padre e figlio medicati al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Giulianova, venivano giudicati affetti da lesioni guaribili in 5 e 7 giorni. L’inquilino, invece, sarà denunciato per porto abusivo di oggetti del genere proibito ed insieme alla moglie dovrà anche difendersi dall’accusa di lesioni peronali.

18 gennaio 2010 0

Tarda a rientrare, il marito lancia l’allarme. 32enne trovata morta sull’A1

Di redazione

Il marito, una gente di polizia in servizio a Roma, non la vedeva rincasare e ha allertato la polizia stradale di Frosinone. L’uomo sapeva che la moglie era in transito sull’A1 diretta alla Capitale. Una rapida perlustrazione della rete autostradale ha permesso di rinvenire l’auto, una Volkswagen Polo in una cunetta. Probabilmente a causa di un colpo di sonno, la 32enne è uscita di strada e ha così perso la vita.

18 gennaio 2010 0

Alghe rosse nel lago, possibili indicatori di attività sismiche

Di redazione

Per la comparsa dell’alga due sono le ipotesi: l´alga può essere il frutto di diserbanti utilizzati nella zona e “ricaduti” nel laghetto, ma potrebbe anche essere il frutto dei gas di origine profonda la cui fuoriuscita ultimamente sta via via aumentando. In definitiva si sta studiando a Fontana Liri la correlazione tra i fenoneni di emissioni gassose e la comparsa di particolari specie algali i quali potrebbero essere spie, segnali, indicatori di attività tettoniche. La zona, infatti, a settembre è stata interessata da uno sciame sismico insistente e preoccupante. Le analisi delle alghe, e quindi la loro natura, associata alla tipologia e concentrazione dei gas emessi e ad un’approfondita indagine geologico-strutturale, potrà dare indicazioni relative alla presenza di sistemi di faglia attivi in zona. Per indagare tali sistemi di faglia srebbe necessario un ampliamento della rete sismica nazionale che non ha stazioni ne fisse ne permanenti installate nel nostro territorio. A tal proposito il Sismologo Alberto Frepoli dell’INGV con altri colleghi e la dott.ssa Scapola Fabiana hanno presentato alla Provincia un progetto di anpliamento della rete sismica per la provincia di Frosinone. Il Presidente Filippo Materiale aveva dato parere favorevole all’esecuzione dello stesso,ma subito è succeduto Iannarilli ed ora lo staf dovrà riproporre il progetto al nuovo Presidente. (Fine)