Giorno: 29 gennaio 2010

29 gennaio 2010 0

Commando o comitiva? In cinque rapinano il minimarket

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una rapina in forze quella messa a segno da un commando, oggi pomeriggio, nel minimarket Mille Ideee di Castrocielo (Fr). Ben cinque rapinatori, armati di pistola, si sono presentati nell’attività commerciale di via Casilina e hanno pronunciato la fatidica frase: “Fermi tutti questa è…”. Come un commando, o forse meglio, una comitiva in gita fuori porta (e forse lo era per davvero dato lo spiccato accento napoletano) ha messo mano mnel registratyore di cassa che conteneva poco meno di 800 euro. I malviventi, dopo aver prelevato il danaro, sono scappati a bordo di un’auto non ben precisata. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri di Pontecorvo (Fr) ma la segnalazione di ricerca dei cinque è stata diramata anche alle compagnie carabinieri vicine.

29 gennaio 2010 0

La Fillea Cgil aderisce a “Siamo uomini o caporali”

Di redazione

La FILLEA CGIL di Frosinone aderisce alla campagna “siamo uomini o caporali” lanciata dalla FILLEA Nazionale, un’iniziativa che ha come obiettivo quello di far approvare dal Parlamento una legge che inserisca nel codice penale italiano l’equiparazione del reato di caporalato a quello della tratta di essere umani. “Negli ultimi anni – si legge in una nota firmata da Benedetto Truppa, segretario provinciale della Cgil – il fenomeno del caporalato anche nella nostra Provincia nel settore dell’edilizia è presente. In molti cantieri abbiamo squadre di lavoratori prevalentemente rumeni che a cottimo hanno la gestione in monopolio in diverse specializzazioni, carpentieri- mattonatori- ferraioli. La paga giornaliera varia dai 30 ai 60 euro, con prestazioni di 10 ore di lavoro al giorno. E’ da molto tempo che la FILLEA, a tutti i livelli istituzionali, chiede un intervento per porre fine a questo mercato delle braccia, per riaffermare la legalità in un settore quello delle costruzioni, dove è sempre più forte la presenza del lavoro nero. In Provincia di Frosinone oltre il 30% dei lavori edili, prevalentemente negli appalti privati, sono eseguiti da lavoratori a nero o irregolari. Il sindacato degli edili ha lanciato il grido dall’allarme sugli effetti dirompenti che la crisi economica sta avendo sul mercato del lavoro delle costruzioni, caratterizzato da un enorme frammentazione d’impresa, dalla presenza di forti interessi della criminalità organizzata sul sistema degli appalti, dalla riduzione del finanziamento per le opere pubbliche, al persistere del sistema d’aste al massimo ribasso. Questo produce una miscela esplosiva con effetti devastanti a catena: sempre più imprese ricorrono la lavoro nero o grigio, sempre più imprese per sopravvivere debbono scendere a patti con chi gestisce gli appalti con ribassi anche del 50%,il dumping sociale realizzato dalle imprese illegali estromette da subito le aziende sane dal mercato. Gli effetti di questa situazione ricadono tutti sulle spalle dei lavoratori migranti, più sfruttamento, senza diritti, senza sicurezza nei cantieri. Con la crisi ed in assenza di un ruolo forte dello stato nel regolare il mercato e nei controlli ispettivi, il caporalato e lo sfruttamento della manodopera, soprattutto quella più ricattabile e debole, cioè i migranti si diffonde a macchia d’olio in tutto il territorio. Occorre intervenire immediatamente per fermare questa deriva di illegalità che si sta insinuando pesamene nel tessuto economico, il decreto legislativo n°251/2004 prevede per i caporali una multa di 50 euro e nessun reato penale. E’ una vergogna cui va posto immediatamente fine. I caporali sono criminali e come tale debbono essere perseguitati! Per questo la FILLEA chiede alle forze politiche presenti in Parlamento di equiparare il reato di caporalato al reato di traffico di essere umano, perseguendolo quindi penalmente. Esistono proposte di legge che vanno in questa direzione, chiediamo che il Parlamento inserisca nel proprio calendario la discussione di quelle proposte al più presto, e chiediamo al Presidente della Repubblica ed al Presidente delle Camere di intervenire per sollecitare il Parlamento a dare priorità a questo provvedimento”.

29 gennaio 2010 0

Meteo, fine settimana all’insegna di vento forte e neve a bassa quota

Di redazione

Come già annunciato, nelle prossime ore l’Italia sarà raggiunta da correnti di aria fredda di origine artica. Già domani un nucleo perturbato porterà condizioni di tempo instabile, con nevicate anche a quote basse e venti forti di Maestrale. Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla serata di oggi, venerdì 29 gennaio, nevicate localmente moderate a quote di pianura al nord, mentre sull’Appennino settentrionale saranno comprese tra i 300 ed i 600 metri. Lo scenario si ripeterà nella giornata di domani, sabato 30 gennaio, quando la neve, dapprima a quote collinari, scenderà fino ai 300 metri sulle regioni centrali. Sulle regioni meridionali tirreniche, invece, si prevedono temporali e rovesci accompagnati da scariche elettriche. Sempre da domani si segnalano, infine, venti molto forti dai quadranti occidentali dapprima sulla Sardegna, in estensione dalla seconda parte della giornata, alla Sicilia ed alle altre regioni meridionali tirreniche con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

29 gennaio 2010 0

Cassino Calcio, l’ex massaggiatore Albarella approda alla Juventus

Di redazione

La S.S. Cassino festeggia con orgoglio l’incarico ricevuto dal suo ex-tesserato, prof. Eugenio Albarella, quale nuovo preparatore atletico della Juventus F.C. Il presidente Clodomiro Murolo e l’amministratore unico Domenico Verdone, insieme a tutto lo staff dirigenziale e societario, sono felici di poter festeggiare questo nuovo importante traguardo professionale raggiunto dal prof. Albarella. Grande l’entusiasmo per il veder affermarsi nel panorama calcistico internazionale un professionista che ha lavorato per i colori del Cassino. Eugenio Albarella è stato il preparatore atletico della S.S. Cassino da novembre 2008 a giugno 2009, sotto la guida tecnica di mister Enzo Patania.

29 gennaio 2010 0

Giovane pianista di Ceccano terzo classificato al concorso “Busoni”

Di redazione

Sarà Gesualdo Coggi, il giovane pianista frusinate, terzo classificato al concorso internazionale Ferruccio Busoni, un vero e proprio campionato del mondo per i talenti musicali, l’ospite d’onore, sabato 30 gennaio, con inizio alle ore 9, nell’aula magna Francesco Alviti, di Buon Compleano Amade’, il Mozart tag, la giornata Mozart che ogni anno coinvolge gli allievi del Liceo scientifico di Ceccano. Nel giorno genetliaco del grande compositore salisburghese, tutti gli allievi delle classi musicali del Liceo gli dedicano un brano, rigorosamente mozartiano. Così sul palcoscenico si succederanno pianisti, complessi di fiati, complessi di archi, il coro del Liceo, che presenta brani dal don Giovanni, presentazioni multimediali, e naturalmente Gesualdo Coggi. Laureato in fisica, Gesualdo, nipote dell’omonimo nonno, supinese, autore di famosissimi brani per banda, è nato a Frosinone nel 1985, Ha studiato sotto la guida del M° F. Di Cesare dapprima presso l’Arts Academy di Roma e successivamente presso il Conservatorio di musica “S. Cecilia” di Roma, dove nel 2002 ha conseguito il Diploma di Pianoforte con il massimo dei voti e lode. Nel 2007 ha concluso il “Postgraduate Music Course” diplomandosi con il massimo dei voti e lode presso la “Hogeschool voor de Kunsten – Conservatorium” di Rotterdam nella classe del M° A. Delle Vigne. Vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali (“Mascia Masin” di Sangemini, “Miglio d’Oro” di Portici, “Vietri sul Mare”, etc.), riceve nell’anno 2003 il Premio “Valter Cococcia” destinato al più giovane diplomato italiano dell’anno precedente con la votazione maggiore. Sempre nello stesso anno vince il 3° Premio al “XX Concorso Nazionale Premio Venezia”. E’ giunto terzo al Concorso Internazionale “F. Busoni”, nell’estate del 2009. Agli allievi del Liceo di Ceccano racconterà come sia possibile raggiungere i livelli più alti dell’arte musicale pianistica. Interpreterà anche due brani di repertorio mozartiano. Tutta la manifestazione è curata dalle classi musicali del Liceo fabraterno, sotto la guida della prof.ssa Vittoria D’Annibale.

29 gennaio 2010 0

Camera di Commercio, si teme la chiusura della sede decentrata

Di redazione

“Secondo voci molto insistenti – sostiene il consigliere comuale di Cassino Gianni Valente – sarebbe stata decisa la soppressione dello sportello della Camera di Commercio di Cassino, attualmente in funzione nei locali messi a disposizione dall’Università degli Studi, in via Marconi. Addirittura sembrerebbe che sia stata già approntata la delibera che sancisce questa gravissima decisione penalizzante per l’intero territorio cassinate. Nell’auspicare che tale voce sia totalmente priva di fondamento, invito comunque tutti i rappresentanti delle varie istituzioni interessate a mobilitarsi per evitare che l’eventuale decisione trovi attuazione da un giorno all’altro. L’Amministrazione Comunale, prima fra tutte, farà tutti i suoi passi per consentire al territorio di continuare ad usufruire di un servizio radicato ed indispensabile per lavoratori, aziende, commercialisti e ragionieri. Ma è importante che anche le associazioni delle categorie interessate (imprese, commercianti, ordini professionali, sindacati, etc.) facciano sentire la propria voce a sostegno di un’istituzione come lo sportello della CCIAA di Cassino. La soppressione di questo ufficio, infatti, sarebbe un danno notevole all’operatività economica di questo territorio oltre che prosecuzione dei continui tentativi, spesso andati a buon fine, come nel caso del servizio di esattoria, di depotenziamento delle strutture di interesse pubblico esistenti nel territorio. Inutile dire che se la motivazione della soppressione dello sportello dovesse essere la disponibilità o gli eventuali costi dei locali utilizzati, l’Amministrazione Comunale sarà ancora una volta in prima linea per trovare una soluzione alla salvaguardia dell’importante servizio pubblico”.

29 gennaio 2010 0

Il “vice” di Confindustria nel direttivo di RetImprese

Di redazione

Valerio Zoino, Vice Presidente Vicario di Confindustria Frosinone, è stato nominato componente del Consiglio Direttivo di RetImpresa, l’Associazione di Confindustria nata per coordinare iniziative e proposte sui nuovi modelli di aggregazione, previsti dal “contratto di rete” in base alla Legge n. 33 del 9 aprile 2009. RetImpresa rappresenta oggi 48 soci effettivi, di cui 31 Territoriali, 8 Confindustrie regionali, un’associazione di categoria e 8 Federazioni di settore. Essa opera in base a diversi obiettivi indicati nello statuto, come assistere i propri soci sugli interessi da rappresentare presso le sedi istituzionali; organizzare eventi, convegni e workshop per sensibilizzare gli imprenditori; fornire una formazione specifica ai funzionari del sistema. “Questa nomina è un importante riconoscimento del lavoro svolto da Confindustria Frosinone e dell’impegno che tutta la nostra Associazione dedicato alle iniziative di valorizzazione dei progetti di collaborazione e aggregazione tra le imprese. Sono sicuro che Valerio Zoino saprà rilanciare a livello nazionale le proposte del nostro territorio e delle imprese che vi operano. Auguro a Valerio che questo possa essere un primo passo per ulteriori importanti incarichi nel nostro Sistema associativo” dichiara il Presidente di Confindustria Frosinone Marcello Pigliacelli. “Il contratto di rete è particolarmente importante per un territorio come il nostro con forte presenza di imprese di subfornitura e di indotto e con diverse realtà distrettuali – spiega Valerio Zoino – Il distretto, infatti, rappresenta un ambito di applicazione della nuova normativa che potrebbe portare importanti agevolazioni alle piccole e medie imprese della nostra provincia che spesso hanno difficoltà proprio nel fare rete tra loro. Sono onorato per questa nomina e mi metterò a disposizione di RetImpresa e di tutto il Sistema Confindustria”.