Altro che renne e scopa, Befana e Babbo Natale arrivano con il motopeschereccio

8 gennaio 2010 0 Di redazione

E’ entrato a buon titolo nelle tradizioni della città di Barletta. In qualsiasi altro posto, Babbo Natale arriva con le renne e la Befana con la scopa, nella città della disfida, i due arrivano invece a bordo del motopeschereccio Nap guidato da capitan Ruggero. L’iniziativa in questione si chiama “Babbo Natale e befana d’Amare”, seconda edizione interforze e 18esima edizione di “Operazione sorriso”. A coordinare quello che è un enorme lavoro organizzativo è il cavalier Sebastiano Lavecchia che riesce, ogni anno, a mettere insieme le sinergie di tante istituzioni e sponsor per offrire a bambini e portatori di handicap, una giornata all’insegna dello svago e della spensieratezza.


La manifestazione, tra l’altro, ha un primato nazionale, quello di essere interforze. A scortare il motopeschereccio Nap, c’erano infatti la motovedetta della Guardia Costiera, quella dell’Arma dei carabinieri, quella della polizia di Stato e il gommone della protezione civile dell’Avser. Ad attenderli, sulla banchina del porto di Barletta, c’erano oltre 500 persone, in larga parte bambini, a cui sono stati distribuiti panettoni, magliette, cappelli e portachiavi. Ad intrattenerli poi, sono state le esibizioni dell’unità cinofile dei carabinieri e i labrador anti esplosivi della polizia di Stato, ma anche i cabarettisti Nicola Pignataro e Mago Ciccio. Un successo che ha soddisfatto gli organizzatori che puntano, per il prossimo anno, all’Alto patrocinio del Presidente della Repubblica e al patrocinio, oltre del comune di Barletta, anche della neonata provincia Bat.
Ermanno Amedei
Foto Pino Marchisella