Auguri e sorrisi, gli sms cult di quest’anno

2 gennaio 2010 0 Di redazione

Fare gli auguri strappando un sorriso. Da alcuni anni è questa la moda che viaggia via sms. In pochi, ormai, si affidano al classico “Tanti auguri”; più frequenti, invece, sono lunghi papiri con cui, in maniera decisamente informale, e alcuni anche destinati ad un “destinatario” adulto, si porgono saluti e messaggi augurali. Alcuni diventano “cult”, almeno per la circostanza in corso, finendo per essere riciclati e reinviati migliaia di volte. Il più gettonato, quest’anno, sembra essere stato quello che recita una sorta di preghierira: “Caro Bambino Gesù, quest’anno ti sei portato via il mio cantante preferito: Michael Jackson; il mio attore preferito: Patrick Swayze; il mio presentatore preferito: Mike Bongiorno; mia poetessa preferita: Alda Merini… volevo dirti che il mio politico preferito è… (A seconda delle idee politiche di chi invia l’sms: Berlusconi, Bersani o Di Pietro) e che l’anno non è ancora finito. Buone Feste”. Ci sono poi, come detto, messaggi con doppi sensi più o meno velati e tra questi uno recita così: “Per un ottimo 2010 fatti tatuare 1 euro sul (…..) così vedi crescere il tuo capitale e non soffri se le donne ti succhiano i soldi. Auguri”. Non mancano messaggi in stile catena di Sant’Antonio, quello più gettonato, forse in vigore anche lo scorso anno, fa più o meno così: “ΩΩΩΩΩΩΩΩΩΩΩΩ… Queste sono le 12 renne di Babbo Natale viste di culo… Se no le invii subito a 5 persone cominceranno a cagare e sarà un 2010 di merda! Sbrigati… e Buon anno!!!”. Comunque sia, questo lo diciamo noi, auguri di buon anno a tutti.
Ermanno Amedei