Banda di rapinatori, si indaga su altri dieci colpi

16 gennaio 2010 0 Di redazione

Dietro il loro essere incensurati, i tre di Piedimonte San Germano (Fr), arrestati giovedì sera dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo c’era, secondo gli investigatori, una fervida attività criminale. Si sta indagando sul fatto che i tre, con le stesse modalita, possano essere gli autori di altre rapine di farmacie e supermercati di altre zone come Isola Liri, Ceprano, Pontecorvo e Cassino. Colpi da mille, duemila ma anche cinquemila euro. Inoltre i tre Luciano Quartarone, Rosario Carcaterra ed il minore, oltre all’arresto per rapina sono stati anche denunciati per porto in luogo pubblico di armi clandestine, alterazione di armi comuni da sparo e detenzione abusiva di munizioni per armi comuni da sparo. I militari operanti, a seguito di ulteriore ed approfondita ispezione dell’autovettura utilizzata per la commissione dell’azione delittuosa, hanno rinvenuto una pistola tipo revolver cal. 22, alterata a seguito di sostituzione della canna tale da renderla offensiva, con tamburo contenente nr.6 cartucce, celata all’interno del pannello della portiera lato guida.