Camera di Commercio, si teme la chiusura della sede decentrata

29 gennaio 2010 0 Di redazione

“Secondo voci molto insistenti – sostiene il consigliere comuale di Cassino Gianni Valente – sarebbe stata decisa la soppressione dello sportello della Camera di Commercio di Cassino, attualmente in funzione nei locali messi a disposizione dall’Università degli Studi, in via Marconi. Addirittura sembrerebbe che sia stata già approntata la delibera che sancisce questa gravissima decisione penalizzante per l’intero territorio cassinate.
Nell’auspicare che tale voce sia totalmente priva di fondamento, invito comunque tutti i rappresentanti delle varie istituzioni interessate a mobilitarsi per evitare che l’eventuale decisione trovi attuazione da un giorno all’altro.
L’Amministrazione Comunale, prima fra tutte, farà tutti i suoi passi per consentire al territorio di continuare ad usufruire di un servizio radicato ed indispensabile per lavoratori, aziende, commercialisti e ragionieri.
Ma è importante che anche le associazioni delle categorie interessate (imprese, commercianti, ordini professionali, sindacati, etc.) facciano sentire la propria voce a sostegno di un’istituzione come lo sportello della CCIAA di Cassino.
La soppressione di questo ufficio, infatti, sarebbe un danno notevole all’operatività economica di questo territorio oltre che prosecuzione dei continui tentativi, spesso andati a buon fine, come nel caso del servizio di esattoria, di depotenziamento delle strutture di interesse pubblico esistenti nel territorio.
Inutile dire che se la motivazione della soppressione dello sportello dovesse essere la disponibilità o gli eventuali costi dei locali utilizzati, l’Amministrazione Comunale sarà ancora una volta in prima linea per trovare una soluzione alla salvaguardia dell’importante servizio pubblico”.