CASSINO / Mezzi pubblici, studenti ed anziani ad attenderli in balia delle intemperie

8 gennaio 2010 0 Di redazione

Con l’arrivo e il perdurare del maltempo i cittadini, studenti e persone anziane di Cassino e delle zone periferiche si imbattono negli annosi problemi che ancora non trovano soluzione alcuna: la mancanza di pensiline nei punti di fermata dei bus urbani. E’ così che nelle frazioni di Caira, S.Michele, S.Antonino, S.Bartolomeo, si ripresenta il problema come ogni anno. Il consigliere comunale indipendente Marino Fardelli ha così preso carta e penna e scritto al Sindaco del Comune di Cassino, all’Assessore competente per richiedere ai sensi del Regolamento comunale una precisa risposta scritta su come mai non si pone rimedio a questo problema sentito da tutti coloro che giornalmente fanno uso dei mezzi pubblici urbani. A chi spetta l’installazione delle pensiline? Come mai non si pone rimedio a ciò? “Certamente il livello di attenzione da parte del Comune di Cassino nei confronti di tale esigenza è decisamente trascurata, commenta il consigliere comunale Marino Fardelli, basti pensare che in data 01 agosto 2006 con tanto di nota protocollata al Comune di Cassino si sensibilizzava l’Amministrazione Comunale a valutare la possibilità di installazione delle pensiline in prossimità delle fermate quale punto di raccolta dei viaggiatori ed utenti che usufruiscono dei mezzi di trasporto pubblico. Alla data odierna non ho mai ricevuto risposta alcuna. Se esiste da parte dell’Amministrazione Comunale la volontà politica ed economica di aumentare ed installare nuove pensiline, secondo una scala di priorità sulla base del forte utilizzo, perché l’Assessorato competente non presenta una proposta? Sicuramente l’opposizione darà il proprio fattivo contributo al momento della presentazione”.