Cinque studentesse campionesse del “Gioco dell’Oca”

24 gennaio 2010 0 Di redazione

Saranno premiate a Palazzo Farnese le 5 allieve del Liceo Linguistico di Ceccano (Fr) che con Le jeu de l’oi, il gioco dell’oca, hanno vinto il premio regionale del concorso Exercises de style, indetto da Alliance Française. Le allieve Monica Di Fabbio, Roberta di Pofi, Gea Mastrogiacomo, Ilaria Quattrociocchi e Manuela Liburdi, della classe IV B linguistico, guidate dalla prof.ssa Lucie Zorzi, saranno premiate dall’Ambasciatore di Francia in Italia, Jean Marc de La Sabliere, lunedì 25 gennaio 2010, a Palazzo Farnese in Roma. Ad accompagnarle ci sarà il preside del Liceo, prof. Giuseppe Giacomobono e l’insegnante, prof.ssa Lucie Zorzi. Le jeu de l’oi parteciperà al premio nazionale del 20 marzo 2010.
Ecco come le 5 ragazze spiegano il loro Le jeu de l’oi:
“Dopo aver letto in novantanove modi diversi la stessa storia, toccava a noi creare il centesimo. Ed eccoci qua, a trasformare un breve racconto in un gioco, il gioco dell’oca.
Il concorso “Exercices de style” consiste nel rappresentare la trama del libro scritto da Raymond Queneau in uno degli stili indicati dal bando di concorso, ovviamente diversi da quelli utilizzati dall’autore. Queneau narra una storia banale, senza contenuti moraleggianti.
Tra le tante alternative, abbiamo scelto di realizzare il Gioco dell’oca, allontanandoci dai soliti testi che ci sembravano scontati, e orientandoci più verso uno stile innovativo, che probabilmente avrebbe potuto colpire con la sua originalità. Tra pennelli, colla vinilica e scatole varie abbiamo realizzato questo progetto scoprendo un autore francese ma soprattutto il nostro estro creativo”.
Il Liceo linguistico di Ceccano, uno dei corsi del Liceo fabraterno, sarà poi impegnato nelle prossime settimane nel progetto Comenius, a Cambridge, sulle Metamorfosi di Ovidio e in uno scambio con allievi della Bretagna.