Crisi del commercio, raffica di chiusure dei negozi

7 gennaio 2010 0 Di redazione

“Il commercio in provincia di Frosinone è in affanno e le attività cominciano a chiudere battenti”, a sostenerlo è Florindo Buffardi vice Presidente della Conf Commercio di Frosinone. “I saldi, vanno bene, e stanno consentendo ai commercianti di svuotare i magazzini rimasti pieni a causa della crisi. Quello che ci chiediamo è cosa accadrà dopo i saldi dato che siamo una categoria lasciata all’abbandono. Non abbiamo alcun tipo di agevolazione nonostante avessimo chiesto la riduzione delle nostre tasse o la detassazione della 13esima mensilità per dare maggiore liquidità ai consumatori e incentivare gli acquisti. Appelli – continua Buffardi – rimasti inascoltati. Una situazione che ha prodiotto, nei primi nove mesi del 2009 la chiusura di ben 480 attività commerciali. Un numero che rappresenta circa il 18 % in più rispetto allo stesso periodo del 2008. Le cose nelle altre province non vanno meglio. A Latina, infatti, sono cessate 650 attività e nell’intera Regione Lazio circa 6500 commercianti hanno abbassato le saracinesche per sempre”.