Dopo sisma, agevolazioni su luce e gas per le famiglie colpite dal terremoto

9 gennaio 2010 0 Di redazione

Le popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo potranno contare su bollette dell’energia elettrica e del gas più leggere. E’ quanto ha previsto l’Autorità per l’energia elettrica e il gas nella delibera n° 185 del 1 dicembre 2009 con riferimento alle popolazione dei comuni del cosiddetto “cratere sismico”, in attuazione di quanto disposto lo scorso ottobre da un decreto del Commissario per l’emergenza terremoto in Abruzzo, Guido Bertolaso, per garantire un sollievo nella spesa energetica agli abruzzesi colpiti dal sisma.
Le agevolazioni, valide per un periodo di 36 mesi, a decorrere dal 6 aprile 2009, sono riconosciute a tutti gli utenti che, alla data del 5 aprile, erano titolari nei Comuni del “cratere sismico” di un contratto di fornitura di energia elettrica e/o di gas, anche laddove, a seguito del sisma, fossero stati costretti a spostare la propria fornitura in Comuni diversi da quelli del “cratere”.
In particolare per le forniture di energia elettrica, è previsto l’azzeramento di tutti gli oneri di sistema e la riduzione (nella misura del 100% per le famiglie e del 50% per le altre utenze diverse dalle famiglie e dall’illuminazione pubblica), delle componenti tariffarie a copertura dei costi dei servizi di trasmissione e misura. Per una famiglia tipo (con consumi medi di 2.700 kilowattora l’anno e una potenza impegnata di 3 kW) il risparmio medio tendenziale sarà di circa 100 euro/anno.
Per il gas, è prevista una riduzione (100% per le destinazioni d’uso domestico e del 50% per le altre destinazioni), delle componenti tariffarie destinate alla copertura dei costi del servizio di distribuzione e misura. Per una famiglia tipo (con riscaldamento autonomo e consumo annuale di 1.400 metri cubi) l’azzeramento di tali componenti tariffarie consentirà un risparmio medio tendenziale di ulteriori circa 140 euro/anno.
Per le utenze domestiche è anche previsto l’azzeramento dei costi per i nuovi allacci nei complessi abitativi individuati dal Commissario per l’emergenza terremoto in Abruzzo, ovvero attivazioni volture o subentri che si dovessero rendere necessarie a seguito della chiusura della precedente fornitura non più utilizzabile a causa dei danni subiti.
Le nuove agevolazioni sono inoltre cumulabili, per chi ne avesse diritto i bonus elettrico e gas già fissati dall’Autorità a favore delle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico e delle famiglie numerose.