Giovane pianista di Ceccano terzo classificato al concorso “Busoni”

29 gennaio 2010 0 Di redazione

Sarà Gesualdo Coggi, il giovane pianista frusinate, terzo classificato al concorso internazionale Ferruccio Busoni, un vero e proprio campionato del mondo per i talenti musicali, l’ospite d’onore, sabato 30 gennaio, con inizio alle ore 9, nell’aula magna Francesco Alviti, di Buon Compleano Amade’, il Mozart tag, la giornata Mozart che ogni anno coinvolge gli allievi del Liceo scientifico di Ceccano. Nel giorno genetliaco del grande compositore salisburghese, tutti gli allievi delle classi musicali del Liceo gli dedicano un brano, rigorosamente mozartiano. Così sul palcoscenico si succederanno pianisti, complessi di fiati, complessi di archi, il coro del Liceo, che presenta brani dal don Giovanni, presentazioni multimediali, e naturalmente Gesualdo Coggi. Laureato in fisica, Gesualdo, nipote dell’omonimo nonno, supinese, autore di famosissimi brani per banda, è nato a Frosinone nel 1985, Ha studiato sotto la guida del M° F. Di Cesare dapprima presso l’Arts Academy di Roma e successivamente presso il Conservatorio di musica “S. Cecilia” di Roma, dove nel 2002 ha conseguito il Diploma di Pianoforte con il massimo dei voti e lode. Nel 2007 ha concluso il “Postgraduate Music Course” diplomandosi con il massimo dei voti e lode presso la “Hogeschool voor de Kunsten – Conservatorium” di Rotterdam nella classe del M° A. Delle Vigne. Vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali (“Mascia Masin” di Sangemini, “Miglio d’Oro” di Portici, “Vietri sul Mare”, etc.), riceve nell’anno 2003 il Premio “Valter Cococcia” destinato al più giovane diplomato italiano dell’anno precedente con la votazione maggiore. Sempre nello stesso anno vince il 3° Premio al “XX Concorso Nazionale Premio Venezia”. E’ giunto terzo al Concorso Internazionale “F. Busoni”, nell’estate del 2009. Agli allievi del Liceo di Ceccano racconterà come sia possibile raggiungere i livelli più alti dell’arte musicale pianistica. Interpreterà anche due brani di repertorio mozartiano. Tutta la manifestazione è curata dalle classi musicali del Liceo fabraterno, sotto la guida della prof.ssa Vittoria D’Annibale.