Pusher inseguiti e arrestati. Sequestrati 40 mila euro in “coca”

30 gennaio 2010 0 Di redazione

I Finanzieri del Nucleo Mobile della Tenenza di Mondragone, nell’ambito delle attività finalizzate al quotidiano controllo del territorio teso al contrasto dei vari fenomeni illeciti, con particolare riguardo a quello dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno concluso un’operazione antidroga che ha portato al sequestro di 30 grammi di cocaina purissima.
In particolare, il pusher è stato sorpreso a bordo di un’autovettura tipo Lancia Y, alla cui guida vi era il fratello, che a gran velocità percorrevano la SS. Domitiana, in direzione Roma.
Le Fiamme Gialle, insospettite del comportamento anomalo dei passeggeri, intimavano dunque l’alt di polizia. Alla vista dei militari i due si davano ad una precipitosa fuga, introducendosi nei vicoli dissestati e districati di Torre di Pescopagano.
A seguito di un rocambolesco inseguimento, i Finanzieri riuscivano ad interrompere il tentativo di fuga dei due fratelli, i quali venivano prontamente sottoposti ad un’accurata perquisizione personale nonché dell’autovettura.
Pochi istanti prima di essere fermati, i due soggetti avevano cercato di disfarsi della sostanza stupefacente, occultandola abilmente su un muretto in prossimità del luogo dove si erano fermati con il veicolo. Tale accorgimento, però, non ha tratto in inganno il fiuto delle Fiamme Gialle, che riuscivano comunque a rinvenire la sostanza stupefacente, pronta per essere immessa sul mercato, la cui vendita avrebbe fruttato all’incirca 40.000 euro.
Il responsabile, R. D. di anni 29, noto pregiudicato di Mondragone già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di San Tammaro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria sammaritana.