Giorno: 4 febbraio 2010

4 febbraio 2010 0

CASSINO CALCIO, nel nuovo corso gli azzurri cominciano presto

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LUCO CANISTRO 1 CASSINO 4 CASSINO 1° TEMPO (4-4-2): Indiveri; Lolli, Goisis, Bianciardi, Martinelli; Bracaletti, Berardi, Giannone, Scappaticci; Frisenda, Bardeggia. CASSINO 2° TEMPO (4-4-2): Amadio; Lolli, Cafiero, Goisis, Martinelli; Conti, Bonacquisti, Kone, Scappaticci; Bardeggia (21’st Suarino), Mezgour. All.: Sanderra. MARCATORI: pt 20’ Bardeggia (C), 24’ autorete Luco Canistro (C), 27’ Bardeggia (C), 41’ Goisis (C); st 37’ Luco Canistro (LC). Buon test per gli azzurri di mister Sanderra che ad Antrosano di Massa d’Albe hanno affrontato la formazione del Canistro, compagine militante in Serie D. Il tecnico romano ha potuto così iniziare a conoscere da vicino i suoi nuovi atleti. L’amichevole è terminata 4-1 in favore della compagine azzurra; non vi hanno preso parte il portiere Paoletti; i difensori Bica Badan e Merli Sala; i centrocampisti Lorusso, Romeo e Vigna; gli attaccanti Morello e Jefferson. La prima rete azzurra reca la firma di Leo Bardeggia; l’argentino è puntuale all’appuntamento con un cross filtrante offertogli da Bracaletti; controllo e conclusione imparabile per il portiere abruzzese. Quattro minuti dopo i cassinati raddoppiano a causa di un pasticcio difensivo dei padroni di casa che sotto pressione sbagliano il passaggio e spingono il pallone nella propria porta. Al 27’ scatenato Rino Frisenda: l’attaccante pitagorico salta due uomini al termine di una splendida cavalcata personale e porge a Bardeggia che agevole posizione mette nel sacco. Prima della fine del tempo c’è gloria anche per Paolo Goisis: il difensore di Trescore Balneario è puntuale all’appuntamento con il gol dopo che una conclusione dalla distanza di Berardi era stata deviata sui suoi piedi da un difensore di casa. Nella ripresa si passa agli esperimenti ed arriva anche la rete della bandiera per la formazione abruzzese. Il programma prevede per domani venerdì 5 febbraio una doppia seduta d’allenamento. Sabato 6, alle ore 11.00, la squadra azzurra disputerà una nuova amichevole. Teatro della sfida l’ “Arnale Rosso” di Fondi, sparring-partner la formazione locale. Questo quanto diramato dal team manager Angelo Raia.

4 febbraio 2010 0

Tir perde il carico su A1, “valanga di ghisa” su un furgone di operai

Di redazione

E’ caos sull’A1 nei pressi del casello autostradale di San Vittore del Lazio (Fr). Poco prima delle 18 un camion che trasportava grossi pezzi meccanici diretto a nord, ha perso il carico catapuiltandolo interamente sulla corsia opposta dove sopraggiungevano due auto ed un altro camion. La “valanga” di componenti per navi, ha travolto così un furgone su cui viaggiava un gruppo di operai, un’auto su cui viaggiavano due donne e un altro camion. Cinque sono i feriti trasportati in ospedale a Caserta. Uno sarebbe in condizioni molto serie. A causare l’incidente sarebbe stata l’esplosione di un pneumatico che ha fatto schiantare il camion contro lo spartitraffico perdendo così il carico. Al momento, sul posto ci sono i vigili del fuoco di Cassino e i tecnici della socioetà autostrade. Ovviamente sul posto si procede a passo d’uomo. Ermanno Amedei

4 febbraio 2010 0

Impianto di calcestruzzo abusivo sequestrato dai carabinieri

Di redazione

Un impianto per la produzione di calcestruzzo di Esperia (Fr) è stato posto sotto sequestro dai carabinieri perché ritenuta abusiva. I militari della locale Stazione, in collaborazione con il personale del Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente – Nucleo Operativo Ecologico di Roma, nell’ambito di un’attività volta a contrastare illeciti in materia ambientale/edilizia, hanno denunciato C.L., classe 1955, imprenditore di Pontecorvo , nonchè amministratore e legale rappresentante di una s.r.l. avente ad oggetto sociale “cava di calcare e produzione di inerti e calcestruzzo”, perchè ritenuto responsabile del reato di “interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire”. Gli accertamenti effettuati dai militari operanti consentivano di verificare che all’interno dell’area di una cava, sita in Esperia, erano stati realizzati un impianto per la produzione del calcestruzzo, un piazzale per il lavaggio di automezzi, 2 tettoie per il parcheggio dei mezzi ed un box, risultate essere prive di autorizzazione urbanistica e pertanto sottoposte a sequestro.

4 febbraio 2010 0

REGIONALI 2010 / Frosinone – Abbruzzese incontra i cittadini di Picinisco

Di redazione

Dal comitato elettorale riceviamo e pubblichiamo: Sta riuscendo nel suo intento, il candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, che in questi giorni sta girando in lungo ed in largo per incontrare e confrontarsi con il maggior numero di abitanti della Provincia di Frosinone. Ieri sera (3 febbraio) l’esponente politico del Popolo della Libertà ha parlato a cittadini, simpatizzanti del Pdl e imprenditori, provenienti dal comprensorio del Comune di Picinisco. L’appuntamento politico-elettorale, iniziato intorno alle ore 20, si è svolto all’interno della pizzeria “Bellavista”. Hanno preso parte all’incontro anche il primo cittadino del centro della Valcomino, Giancarlo Ferrera, il vice sindaco, Riccardo Mancini, il consigliere comunale, Franco Frisone, e l’assessore Marco Scappaticci. Nel corso della serata, diversi sono stati gli argomenti che il capogruppo provinciale del Popolo della Libertà, Mario Abbruzzese, ha trattato alla presenza di una cinquanta di persone intervenute. Ad introdurre il candidato alle prossime regionali del 28 e 29 marzo è stato l’assessore municipale Scappaticci, che ha ricordato ai presenti: “Abbruzzese è l’unico politico della nostra zona ad avere le carte in regola per ricoprire un importante incarico come quello di consigliere regionale. Conosce bene il nostro territorio – ha sottolineato nel suo intervento – e sa bene come muoversi per portare ricchezza nella Valcomino”. Anche il primo cittadino e gli altri esponenti politici, nei loro interventi, hanno evidenziato l’importanza di puntare su un candidato espressione del sud della Provincia di Frosinone. “Ad abbruzzese – ha ribadito Scappaticci – va tutto il nostro sostegno, perché lo reputiamo un politico valido e capace, che nella sua esperienza amministrativa ha sempre dimostrato di essere vicino alle reali esigenze dei cittadini”. L’attestato di stima e fiducia dato dagli amministratori di Picinisco è solo l’ultimo, ma solo in ordine di tempo, che in queste settimane Mario Abruzzese ha raccolto nel suo serrato tour elettorale. “La Valcomino, non smetterò mai di ripeterlo, è una delle aree della nostra Provincia che, per caratteristiche morfologiche ed ambientali, ma anche per il suo grande bagaglio culturale, può diventare una zona a vocazione turistica. Il nostro impegno, una volta in Regione – ha detto Mario Abbruzzese ai cittadini presenti – sarà quello di destinare più fondi possibili per la creazione di infrastrutture da mettere a disposizione degli imprenditori della Valle. Ma non dobbiamo nemmeno perdere di vista le aziende che lavorano nel settore agricolo e della trasformazione dei prodotti caseari, un’ulteriore risorsa del territorio, che va sicuramente potenziata, allo scopo di creare nuova occupazione e quindi benessere per decine di famiglie della Valcomino”.

4 febbraio 2010 0

Correre per salvare La Selva, il Comune partecipa alla Mezza maratona di Ostia

Di redazione

Domani sera, alle 21.00, presso la sala del Cinema Esperia, verrà illustrato il programma per la partecipazione alla 36esima edizione della Mezza Maratona Romaostia in programma il 28 febbraio. L’adesione all’evento sportivo è un’iniziativa dell’Assessorato al Turismo del Comune di Paliano, che ha attivato il Movimento ‘Salviamo La Selva di Paliano’. “Speriamo di trascorrere tutti insieme una piacevole giornata” dichiarano gli organizzatori. “L’invito – dicono – è rivolto a tutti, senza distinzione di appartenenza politica, razza, religione, altezza, peso, codice fiscale, colore dei capelli. Speriamo che basti per far partecipare proprio tutti. Dobbiamo essere in tanti, confidiamo molto sulla vostra partecipazione”. Più persone parteciperanno e meglio verrà sponsorizzato il progetto per la rinascita de La Selva. I maratoneti palianesi, infatti, tra i quali anche alcuni amministratori comunali, indosseranno una maglietta con la scritta ‘Salviamo La Selva di Paliano’.

4 febbraio 2010 0

Maltempo: in arrivo nevicate a quote basse al nord e piogge sulle regioni centro-meridionali

Di redazione

Una profonda depressione atlantica, con centro d’azione ad ovest dell’Irlanda, porterà nelle prossime ore, diffuso maltempo sulla penisola italiana, con precipitazioni a carattere nevoso sulle regioni settentrionali localmente anche a quote basse. L’instabilità sarà in rapida estensione alle regioni centrali e meridionali, in particolare su quelle del versante tirrenico con piogge diffuse accompagnate da forti raffiche di vento. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni metereologiche che prevede dalla tarda serata di oggi, giovedì 4 febbraio 2010, nevicate da deboli a moderate localmente fino a quote basse sulle regioni nord-occidentali. Inoltre, dalle prime ore di domani venerdì 5 febbraio 2010, si prevedono piogge diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle regioni tirreniche. I fenomeni potranno essere accompagnati da scariche elettriche e forti raffiche di vento. A quanti dovranno, nelle prossime ore, mettersi in viaggio nelle aree interessate dalle nevicate si consiglia di continuare ad informarsi attraverso i consueti canali dedicati (Isoradio, notiziari del CCISS, siti web e call center degli esercenti dei servizi di trasporto) sulla percorribilità dell’itinerario che si intende seguire e sulla disponibilità effettiva dei collegamenti con vettori diversi dall’automobile. Si ricorda, inoltre, di viaggiare con le catene a bordo o con i pneumatici termici e comunque si raccomanda di moderare la velocità e di rispettare le distanze di sicurezza. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

4 febbraio 2010 0

Si apposta davanti alle scuole e cerca di avvicinare ragazzine. E’ caccia al pedofilo

Di redazione

Da almeno un mese gli agenti di poolizia del commissariato di Cassino sono sulle tracce di un 50enne che, secondo una decina di segnalazioni, si apposterebbe all’uscirta delle scuole medie e superiori, per tentare di avvicinare ragazzine. Alcune avrebbe riferito agli agenti di pesanti e inequivocabili apprezzamenti tali da non lasciar dubbi sulle intenzioni dell’uomo. L’unico riferimento sarebbe, oltre all’apparente età di 50 anni, anche i capelli completamente bianchi. Oggi, nel corso di una perlustrazione dei luoghi frequentati dalle adolescenti, una volante del commissariato coordinata dal sostituto commissario Crescenzo Pittiglio, ha notato un uomo, con quelle descrizioni, che sembrava si stesse toccando le parti intime davanti ad alcune ragazze che aspettavano il pullman. Sono quindi intervenuti ed hanno scoperto che l’uomo era lo stesso 50enne di San Vittore del Lazio che, nel 2008, aveva aggredito una studentessa minorenne nei bagni della stazione ferroviaria. Gli elementi, però non sonos tati sufficienti per trarlo in arresto e per questo è stato rilasciato. Al commissariato, però, la sua foto è a disposizione delle donne che, avendo avuto brutte esperienze, volesse visionarla. Ermanno Amedei

4 febbraio 2010 0

Ladri di rame, patteggiano una pena a di due anni e tornano liberi

Di redazione

Processati con rito per direttissima i tre rumeni accusati di furto aggravato e attentato alla sucurezza dei trasporti, questa mattina, hanno patteggiato una pena a due anni di detenzione ciascuno. I tre sono stati arrestati questa notte dai carabinieri di Castelfrentano per aver rubato, producendo enorme danno, circa tre tonnellate di trecce di rame dalla ferrovia Sangritana. Un gesto che ha messo in ginocchio strutturalmente ben 4 chilometri di strada ferrata causando un danno quantificabile in circa 200 mila euro. Dopo la sentenza, i tre, sono stati messi in libertà.

4 febbraio 2010 0

Condannato per stalking causa ferimento ad agente della penitenziaria

Di redazione

Era diventato l’incubo dei vicinidi casa e oggi lo è stato anche per gli agenti di polizia penitenziaria. Si tratta di Remo M. 45 anni di Casoli (Ch), che oggi ha seminato il panico in tribunale a Lanciano (Ch). L’uomo era stato arrestato con l’accusa di stalking nei confronti del vicinato. Oggi era di scena l’ultima udienza del processo durante la quale, però, il giudice è stato costretto ad allontanarlo per ché, neanche a dirlo, era molesto. Accompagnato dagli agenti della penitenziaria, l’uomo stava tornando in carcere quando, sulle scale, non è ben chiaro con quali intenzioni, si è agitato oltremodo facendo ruzzolare un agente per diversi gradini. L’uomo è stato immediatam,ente bloccato dagli altri agenti mentre il ferito è stato trasportato in ospedale con una profonda ferita al volto. Per la cronaca, il giudice si è espresso con una sentenza di condanna a 3 anni e sei mesi di reclusione e al pagamento di 20 mila euro come risarcimento per le parti civili. Inoltre ha buscato un’altra denuncia per violenza a pubblico ufficiale e lesione aggravata.

4 febbraio 2010 0

Ladri di rame razziano quattro chilometri di ferrovia, tre uomini in manette

Di redazione

Due notti di lavoro per rendere inutilizzabile quattro chilometri di line ferroviaria della socirtà Sangritana, una terza notte di lavoro sarebbe servita a tre rumeni, invece, per caricare e portar via le quasi tre tonnellate di treccia di rame che avevano depredato dalla strada ferrata. La tratta ferroviaria… è quella che da Santa Lucia portava a Sant’Eusanio del Sangro; attualmente, seppure la linea è perfettamente funzinante, non vi transitano treni di pendolari. Approfittando, quindi, che la linea non è sotto tensione elettrica, tre rumeni residenti a Orsogna (Ch) hanno inizato a staccare la preziosa “treccia” che scorre sospesa sui pali a diversi metri di altezza. I tecnici della Sangritana hanno notato che i cavi non erano più tesi come dovevano essere e, sospettando cosa stava accadendo, hanno informato i carabinieri della stazione di Castelfrentano (Ch). Questa notte, quindi, i militari comandati dal maresciallo Fernando Giannuzzo e coordinati dal tenente Palma Lavecchia, si sono appostati ed hanno atteso, a – 3 gradi sottozero, che i tre tornassero a recuperare il rame. E’ stato allora che sono scattate le manette ai polsi di Lorint Rus, 43 anni, Botis Sorv Wasil, 22 anni e Adrian Woicu 27 anni, tutto rumeni residenti a Orsogna, impiegati saltuariamente nelledilizia. Il bottino raccolto avrebbe fruttato loro circa 18 mila euro ma, alla Sangritana, per ripristinare la linea, costerà, invece, oltre 200 mila euro. I tre, quindi, dovranno rispondere oltre che per il furto aggravato, anche per attentato alla sicurezza dei trasporti.