Giorno: 17 febbraio 2010

17 febbraio 2010 0

Ricettatore denunciato mentre tenta di vendere monili d’oro rubati

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ha tentato di “piazzare” in una oreficeria di Cassino alcuni monili d’oro rubati. A fermare e denunciare per ricettazione A.M., 21enne di Cassino sono stati i carabinieri comandati dal capitano Adolfo Grimaldi. Il giovane è stato sorpreso dai militari mentre tentava di vendere ad un gioielleria del posto monili in oro rubati a un 25enne di Cassino. Il valore della merce, sottoposta a sequestro, ammonta a circa 5mila euro.

17 febbraio 2010 0

Spaccio di droga, tre abruzzesi in manette

Di redazione

Marijuana, hashish e soprattutto soldi, trovati in possesso di tre abruzzesi ha fatto scattare per loro le manette ai polsi. I carabinieri di Cassino, unitamente a quelli della stazione di S.Apollinare, hanno arrestato nella flagranza del reato di detenzione e spaccio di stupefacenti Marius Nicoara, 31anni, Vincenzo Seritti, 24 anni e Roberto Barbonetti, 33 anni, tutti residenti ad Avezzano (Aq). I tre sono stati bloccati dagli operanti a bordo di un’autovettura Volkswagen Passat e sottoposti a perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di 40 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e 13 grammi del tipo “cocaina”, suddivisa in dosi, nonchè la somma di euro 670,00 presumibile provento di spaccio, il tutto sottoposto a sequestro. Gli arrestati, ad espletate formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Cassino.

17 febbraio 2010 0

Lite in famiglia, fucile contro moglie e figlia

Di redazione

Quando i carabinieri di Supino (Fr) sono arrivati hanno trovato l’uomo che puntava ancora il fucile contro la moglie e la figlia 13enne. La lite iniziata poco prima, ha visto il 48enne picchiare la consorte 30enne e, poi è culminata con la minaccia di far fuoco con il fucile di proprietà del padre dell’uomo. I carabinieri, quindi, lo hanno prima disarmato e poi arrestato con l’accusa di minaccia aggravata dall’uso di armi, porto abusivo di armi e lesioni personali. Il padre dell’arrestato è stato denunciato in stato di libertà per “omessa” custodia di armi. Er. Amedei

17 febbraio 2010 0

Regionali 2010 / Mario Abbruzzese plaude all’iniziativa di Pistore “Consigli comunali su youtube: un passo per avvicinare i giovani alla politica”

Di redazionecassino1

Il consigliere provinciale Mario Abbruzzese, appena appresa la notizia, è intervenuto a sostegno della proposta del giovane Gianluca Pistore che, nei giorni scorsi, aveva fatto espressa richiesta ai vertici comunali di Piazza De Gasperi, a Cassino, di inserire le registrazioni video delle sedute di Consiglio comunale, sul cliccatissimo sito internet “www.youtube.com”. “Sono favorevole all’iniziativa che è stata promossa da Forza Cassino Giovani, tramite il coordinatore Pistore – ha affermato Mario Abbruzzese -. Internet è ormai un sistema di comunicazione globale, entrato a pieno titolo in quasi tutte le famiglie italiane, e per questo va considerato come un mezzo di comunicazione di massa, alla pari di televisioni e giornali. E’ molto importante consentire ai cittadini di partecipare alla vita politica locale, e non solo, mettendo a disposizione sistemi di comunicazione, che oggi passa anche attraverso la rete. In questo contesto ritengo che aprendo un canale youtube nel Comune di Cassino, si possa dare un ulteriore slancio e grande innovazione alla cittadinanza. Penso – ha continuato Abbruzzese – ad un dialogo che si aprirà con i giovani, la linfa della politica. L’operazione servirà a portare la politica fra le giovani generazioni, parlando con il loro linguaggio. Io stesso sono presente su Facebook, su YouTube, su Flickr ed ho un mio sito internet. E’ per questo – ha concluso Abbruzzese – che darò il massimo appoggio all’iniziativa, perché penso che la trasparenza è un requisito fondamentale di chi vuole fare politica. Mi auguro che l’iniziativa promossa da Gianluca Pistore possa essere ripresa anche da altri Comuni della Provincia di Frosinone”.

17 febbraio 2010 0

Regionali 2010 / Intervento Mario Abbruzzese su aeroporto Frosinone

Di redazionecassino1

“Il collegamento aereo rappresenta l’anello mancante nella catena dei trasporti in Provincia di Frosinone, ed è per questo che sono totalmente favorevole alla sua realizzazione. Sono convinto che sia un’opera strategica e fondamentale per lo sviluppo di tutto il territorio; al di là delle polemiche di questi giorni, e dell’inchiesta giudiziaria aperta dalla Procura di Firenze, che ha tenuto sotto la lente di ingrandimento alcuni personaggi interessati al mega-progetto”. Questo il commento del consigliere provinciale Mario Abbruzzese, in questi giorni impegnato nella campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio. “Sarebbe assurdo non considerare l’aeroporto a Frosinone un’opportunità da concretizzare per la nostra Provincia, anche perché, secondo i dati ufficiali dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, il flusso di passeggeri è in crescita costante, e non può essere supportato solo dagli scali di Roma e Napoli, tanto che la stessa Enac ha già imposto una riduzione dei voli. Non dimentichiamo – ha continuato Mario Abbruzzese – che l’aeroporto a Frosinone andrebbe a soddisferebbe la domanda di trasporto, non solo per il frusinate, ma anche per altre sei province limitrofe”. Ma il consigliere provinciale Abbruzzese fa anche un’altra considerazione sull’opportunità di creare nuova occupazione. “Un sicuro ritorno occupazionale – ha continuato l’esponente del Popolo della Libertà – la realizzazione dell’opera, potrebbe portare all’incirca tremila nuovi posti di lavoro e ad altri mille e cinquecento che verrebbero dall’indotto. La nostra Provincia sta affrontando un momento di grande crisi economica ed occupazionale e non ci possiamo permettere di mandare all’aria un progetto che potrebbe dare una grande boccata d’ossigeno alle nostre famiglie. Ma questo avverrà – ha concluso Abbruzzese – solo se si farà una seria programmazione politica, in grado di attirare in zona nuovi investitori. L’aeroporto di Frosinone, insieme al potenziamento della rete stradale esistente e all’istituzione di una fermata Tav, potrebbe farci fare quel salto di qualità che imprese, lavoratori e famiglie aspettano da anni”.

17 febbraio 2010 0

Quando la solidarietà vince: consegnata l’automobile a Vincenzo Caianello

Di redazionecassino1

Da oggi Vincenzo, 24 anni, costretto sulla sedia a rotelle da un tragico incidente stradale, potrà guardare al futuro con una speranza in più. Grazie ai fondi raccolti tramite varie iniziative benefiche è stata acquistata un’auto FIAT DOBLO’ 1.3 MULTIJET 16V appositamente modificata nell’accesso posteriore in modo da permettere a Vincenzo di muoversi molto più agevolmente sia per raggiungere i centri di riabilitazione motoria sia per partecipare ad una vita sociale attiva che fino a ieri un destino avverso sembrava volergli negare. La gara di solidarietà è iniziata il 14 novembre scorso con la partita di calcio ‘Tutti in campo per Vincenzo’, che ha visto contrapporsi sul tappeto verde la squadra della Nazionale Italiana Attori e l’80 RAV ROMA di Cassino. L’incontro calcistico ha prodotto numeri al di là delle aspettative: oltre 2000 spettatori presenti, 3.500 biglietti venduti e ben 17.785,00 Euro d’incasso complessivo. Ulteriori contributi benefici hanno permesso il raggiungimento della quota finale necessaria per l’acquisto della vettura che al costo di listino risulta del valore di Euro 20.565,00. Cifra a cui va aggiunta l’ulteriore costo di Euro 5.700,00 per  l’installazione della speciale pedana posteriore. La partecipazione dei cassinati è stata encomiabile. La sede dei locali parrocchiali della chiesa di S. Antonio si è trasformata in un attivissimo quartier generale da cui si irradiavano decine di ragazzi accomunati da un unico obiettivo: sensibilizzare il territorio e raggiungere la meta prevista. E oggi con la consegna dell’auto a Vincenzo possiamo affermare senza ombra di dubbio che la battaglia è stata vinta! L’elenco delle persone che si sono spontaneamente mobilitate per ottenere questo encomiabile risultato è davvero lunghissimo. Ricordiamo i responsabili del progetto: Carolina Grimaldi, Don Benedetto Minchella e Luciana Di Martino. Affiancati dall’adesione spontanea e partecipe del famoso attore Sebastiano Somma, del Ten.Col. Cortellessa, della signora Manuela Papa della concessionaria Ecoliri e di un gruppo di suoi amici. Non ultimo si è aggiunto il contributo significativo della Fiat, che ha accordato uno specialissimo sconto vista la finalità dell’acquisto. Don Benedetto ricorda con commozione le parole di Madre Teresa “Se non puoi essere il mare, sii una goccia!” Ed è grazie all’infinità di piccole gocce che in tanti hanno versato in questo mare di solidarietà che la vita, ancora una volta, ci ha mostrato il suo senso più profondo: condividere le gioie e le sofferenze con i nostri compagni di cammino.

17 febbraio 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese incontra i vertici dell’Anva-Confesercenti “Rivedere la legge regionale 33/99 per i commercianti ambulanti”

Di redazionecassino1

Nei giorni scorsi il candidato alle elezioni regionali del Lazio, Mario Abbruzzese, ha incontrato i vertici provinciali dell’ANVA-Confesercenti, per discutere con loro alcune proposte di modifica alla Legge Regionale 33/1999, quella in sostanza che disciplina, fra le altre cose, l’attività di vendita al dettaglio, sia su aree di pertinenza pubblica che su quelle private. All’incontro fra l’esponente politico del Popolo della Libertà e i responsabili dell’associazione dei commercianti, ha preso parte anche il presidente provinciale del sodalizio, Fiorino Tolassi. “Una volta eletto in regione – ha detto Abbruzzese al termine della riunione – mi impegnerò a portare avanti la proposta di modifica della Legge regionale 33/99. I vertici dell’ANVA-Confesercenti mi hanno illustrato egregiamente le modifiche che intendono apportare, modifiche che condivido pienamente. Bisogna rivedere, innanzitutto, l’articolo 5, quello relativo ai corsi di formazione per cittadini extracomunitari, e provvedere a inserire un nuovo articolo, il 35-bis, che servirà ad istituire una Commissione regionale che si occupi esclusivamente del commercio su aree pubbliche. Inoltre – ha continuato il consigliere provinciale Mario Abbruzzese – bisognerà apportare una serie di modifiche anche all’articolo 37, quello che regolamenta la gestione dei mercati settimanali, e all’articolo 39, che prevede il rilascio di autorizzazioni decennali anche nelle fiere, permettendo così ai commercianti del settore di diventare concessionari al massimo di due posteggi nello stesso mercato o fiera”. Il candidato alle regionali Mario Abbruzzese ha preso anche un altro impegno con i vertici dell’ANVA-Confesercenti. “Una volta eletto alla Regione – ha assicurato l’esponente del Pdl – mi impegnerò per far applicare lo strumento del DURC (Domumento Unico Regolarità Contributiva) in modo da creare pari condizioni per tutti quegli operatori commerciali che versano i contributi e che lavorano sulle aree pubbliche. Ma dobbiamo fornire anche un altro importantissimo mezzo agli ambulanti – ha sottolineato Mario Abbruzzese – quello del credito per le piccole e medie imprese del commercio, che solo nel Lazio sono circa 13mila, con un numero di addetti ai lavori che si aggira intorno ai 45 mila operatori”.

17 febbraio 2010 0

Pareggiano Galluccio e Selvacava, ne approfittane Rist. San Germano

Di redazionecassino1

Il pareggio fra Selvacava e Galluccio non porta sostanzialmente novità al vertice della classifica nel girone “B” del campionato di ‘Promozione’. Resta, infatti, saldamente al comando Galluccio, a quota 48 punti, mentre Selvacava deve accontentarsi dei suoi 41 punti. Ad approfittare del pareggio fra le prime del torneo è sicuramente Rist. San Germano che vincendo, 3 a 0, contro Basilico Cafè si appresta a insidiare proprio il secondo posto di Selvacava raggiungendola a 41 punti. Nei piani bassi della classifica, invece, piccolo passo falso del Vairano Scalo, fermato dal pareggio casalingo, 4 a 4, con Angels Soccer. Ora le due formazioni sono a soli quattro punti di distacco fra loro. Il colpo grosso della 7a giornata di ritorno, tuttavia, è messo a segno da uno dei fanalini di coda, Friends for Football che vince, 4 a 3, contro Marzanello. Sconfitta casalinga, 0 a 1, invece, per Niemoslive ’99 ad opera di Aquino. Prossimo turno con importanti novità e dove non saranno più ammessi passi falsi, soprattutto, per le formazioni di testa. Selvacava, infatti, sarà impegnata con Friends for Football, Rist. San Germano, in trasferta, con Vairano Scalo e al centro classifica dovranno vedersela Aquino e Cassino Doc, con un incontro da recuperare proprio fra quest’ultima e S. Andrea, che potrebbe far guadagnare, alla compagine cassinate, punti e posti nella classifica del torneo. Ventuno le reti segnate nella  settima giornata. In classifica marcatori resta al comando sempre Ettore G. Franzese, Rist. San Germano, con 21 reti, seguito a quota 17, da Gionatan Teoli del Galluccio, a 16 da Federico Casale del Selvacava e a quota 14 da Carmine Di Resta, S. Andrea, Antonio Altrui, Selvacava e Mirko Costanzo del Cassino Doc.

17 febbraio 2010 1

Virtus Spigno sempre in testa al campionato di calcio a 5

Di redazionecassino1

Niente colpo gobbo del Bar Centrale Olivella alla capolista Virtus Spigno che, con una gara perfetta, batte i ragazzi santelliniani per 6 a 1. Si rammarica della serata negativa del Bar Centrale Olivella il Volkswagen Cassino, vincente contro il Ristorante Al Boschetto. Solo una in più la rete che consente al team dei fratelli Di Nardi di portare a casa i tre punti e mantenere la co-proprietà della testa della classifica. A un solo punto dalle prime, il Montecifalco bacchetta l’MDG Serramenti con una gara caratterizzata dall’ottimo gioco di squadra e dal guizzo di Simone Di Cicco, a segno tre volte. Fiume di gol nella gara tra Yammo.It e Duedì Multiservizi. Senza particolare interesse per la corsa ai piani altri della classifica, la squadra casertana vince per 9 a 8 affossando sempre di più il povero Duedì. Fa tredici il Bar La Taverna impegnato con il Pro Loco Terelle. Un solo gol per la squadra di Donato Del Duca, calata di livello dall’infortunio del suo bomber Roberto Nardoianni. E chiude la quattordicesima giornata di campionato il match tra il Bar La Cortiglia e la Longobarda Pontecorvo terminato 8 a1. Ben poco riesce a dire la compagine di Giancarlo Grossi, ferma da tempo a quattro punti in classifica. La  prossima giornata di campionato, a partire dal 15 febbraio, si aprirà con la gara tra Montecifalco e Agrisport che torna in campo dopo due settimane di riposo. Una gara apparentemente tranquilla che, comunque, il team di Vincenzo Patrizi affronterà con determinazione per conquistare i tre punti e non lasciarsi staccare troppo dalle capoliste. Il Volkswagen Cassino incontrerà il Bar La Cortiglia puntando all’ennesimo risultato utile, forte dall’ottimo periodo di forma dei suoi attaccanti Piras e Pittari. In caso di vittoria, e approfittando del turno di riposo del Virtus Spigno, la squadra dei fratelli Di Nardi potrebbe raggiungere il primato assoluto della classifica. Un’”illusione” destinata a durare fino all’1 di Marzo quando lo Spigno tornerà in campo per il big-match con il Montecifalco. A riposo il Rocca d’Evandro che continua comunque ad essere tra le pretendenti al titolo di un campionato che può dire ancora molto. Turno facile facile per il Bar  Centrale Olivella impegnato con il Duedì Multiservizi sul campo di casa dell’Hotel Rocca. Gara da vedere quella tra lo Yammo.It e il Ristorante Al Boschetto, formazioni non al vertice ma sempre capaci di dare spettacolo. Le altre gare in calendario saranno Bar La Taverna – MDG Serramenti e Longobarda Pontecorvo – Pro Loco Terelle. Niente di nuovo, infine, nella classifica marcatori. Al comando sempre l’incontenibile Francesco Piras del Volkswagen Cassino, seguito da Roberto Nardoianni del Pro Loco Terelle e dal compagno di reparto Mirko Pittari.

Patrizia Gallaccio

17 febbraio 2010 0

Accusato di aver abusato della nipote, assolto dopo otto anni

Di redazione

Dopo ben otto anni si è conclusa ieri a Cassino (Fr) una lunga vicxenda giudiziaria che vedeva il nonno di una 12enne accusato di violenza sessuale e atti di libidine nei confronti della nipotina. Nella realtà dei fatti l’anziano era il secondo compagno della nonna della piccola ed entrambi avevano l’affidamento della stessa. La coppia milanese trascorse l’estate del 2002 in vacanza a Vallerotonda (Fr) paesino montano di cui era originaria la donna. La turpe vicnda, secondo l’accusa, sarebbe iniziata proprio in quella casa delle vacanze dove l’anziano, minacciando la nipote M. V., che qualora avesse opposto resistenza avrebbe fatto del male ai suoi genitori, la costringeva a subire atti sessuali, togliendole i vestiti e poi toccandola e baciandola sui genitali. Questa ovvviamente la versione dell’accusa emersa da un raccomnto delle piccola ad un assistente sociale di Milano. Il procedimento penale iniziao in Lombardia si è ben presto trasferito al tribunale di Cassino dove, a conclusione delle indagini, la procura ha sostenuto la richiesta del rinvio a giudizio. Un processo che l’uomo Vittorio P., ha affrontato difeso dall’avvocato Marco Paliotta. Nel giugno del 2003 era già stato compiuto un incidente probatorio, ritenuto sufficiente dalla Procura della Repubblica di Cassino a sostenere le accuse di violenza sessuale ed atti di libidine. Quindi l’udienza preliminare ed il rinvio a giudizio. Il dibattimento è durato circa 6 anni. E’ poi seguito un lungo iter processuale durante il quale sono sfilati dinanzi ai Giudici numerosi testi (i genitori della minore, assistenti sociali) una suora dell’Istituto dove la ragazza era stata ricoverata dopo essere stata allontanata dalla madre (perché tossicodipendente) non potendola accudire nemmeno il padre (perché detenuto per gravi reati del Nord Italia). Infine, nello scorso mese di settembre 2009, la difesa dell’imputato ha insistito perché fosse nuovamente ascoltata la ragazza, nel frattempo divenuta maggiorenne e madre di una bambina. Quindi l’udienza odierna per la discussione. L’avvocato Paliotta ha sostenuto l’infondatezza della linea accusatoria sulla base sia di una consulenza psicologica che della contraddittorietà delle dichiarazioni della ragazza. La difesa dell’imputato ha poggiato la propria linea difensiva su due pilastri principali: – che il fatto non sussisteva e che vi erano gravi discordanze, lacune ed incongruenze nelle dichiarazioni rese dalla ragazza nel 2003 e nel 2009. In particolare sia sui fatti principali (descrizione dei presunti abusi) che su quelli secondari (circostanze di tempo e di luogo). Non solo; ha altresì posto l’accento su alcuni fatti emersi dalle testimonianze della ragazza, sia nell’incidente probatorio del 2003 che in dibattimento nel 2009, vale a dire: 1) la mancanza di spontaneità delle dichiarazioni; 2) l’uso di una terminologia estremamente appropriata rispetto al proprio stadio evolutivo; 3) l’incoerenza delle dichiarazioni nel tempo; 4) la conoscenza non usuale (rispetto allo stadio evolutivo) del sesso, degli atti sessuali o dell’anatomia delle parti intime; 5) la credenza, da parte della ragazza, che le sue dichiarazioni potessero essere seguite da una punizione per l’imputato. Il P.M. Dr.ssa Siravo aveva richiesto la condanna a 5 anni e 6 mesi di reclusione. Il Tribunale, dopo una lunga Camera di consiglio, ha assolto l’imputato con la formula “il fatto non sussiste”.