Giorno: 28 febbraio 2010

28 febbraio 2010 0

Polemiche sulla costruenda chiesa di San Bertario, la protezione civile fa chiarezza

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’ufficio stampa della protezione civile ha voluto far chiarezza sulla cessione di una porzione dell’area di Piazza d’Armi, a L’Aquila, per la realizzazione di un convento. “Se è vero – si legge nella notan stampa – che in una parte dell’area di Piazza d’Armi si sta realizzando la chiesa provvisoria di “San Bernardino” con l’annessa storica “mensa celestiniana” per l’aiuto a chi è in difficoltà, è falso che si stiano utilizzando i fondi raccolti dalle donazioni arrivate anche per SMS alla Protezione Civile Nazionale. Infatti, per l’opera in via di realizzazione a Piazza d’Armi si stanno impiegando risorse raccolte grazie alla generosità degli italiani, 1.8 milioni di euro raccolti dal quotidiano “Il Centro”, sempre del gruppo “l’Espresso” come “Repubblica”, che lo scorso 26 gennaio in prima pagina pubblicava il seguente titolo: “la Mensa celestiniana riapre con i soldi dei lettori del Centro”. L’articolo del Centro riferiva, poi, della firma del protocollo d’intesa con cui proprio il gruppo “L’Espresso” affidava al Dipartimento della Protezione Civile la cifra di 1.8 milioni di euro per realizzare l’opera. Sembra utile anche ricordare che i lavori per la realizzazione del complesso di San Bernardino saranno completati utilizzando risorse della Protezione Civile Nazionale diversi da quelli raccolti con le donazioni che si aggiungeranno ai 1.8 milioni di euro raccolti dal Centro e che per la scelta della ditta, impegnata per completare i lavori entro il prossimo 6 di aprile, si è proceduto tramite una gara ad inviti a cui hanno partecipato 14 imprese e quella che ha vinto ha offerto un ribasso del 18%, così come riportato dal quotidiano “Il Centro” del gruppo “l’Espresso” lo scorso 26 gennaio”. one

28 febbraio 2010 0

Accesa a Colonia la Fiaccola Benedettina

Di redazione

La fiaccola benedettina, portata dagli atleti del CUS Cassino, è stata accesa da S.E.za Rev.ma Mons. Joachim Cardinale Meisner arcivescovo di Colonia, dell’Abate di Montecassio Pietro Vittorelli, degli Abati di Maria Laach e di Siegburg,

alla presenza dell’On. Andrea Ronchi Ministro delle Politiche Comunitarie, dei Parlamentari Europei e del sindaco di Cassino Bruno Vincenzo Scittarelli. Ad accompagnare la cerimonia di accensione della fiaccola è stata una delegazione di figuranti del Corteo storico “Terra Sancti Benedicti”.

28 febbraio 2010 0

Lotta al cancro, al liceo si fa prevenzione

Di redazione

Come vivere, cosa mangiare, come comportarsi per non favorire l’insorgenza delle malattie tumorali. Su queste tematiche, tutte le classi del Liceo di Ceccano, nei giorni passati, nell’ambito delle loro assemblee mensili, hanno incontrato gli operatori dell’Associazione Wellness che si occupa di sostegno agli ammalati di cancro e alle loro famiglie. Si tratta del progetto “bene essere”, finanziato dall’Amministrazione provinciale di Frosinone, che ha preso il via proprio al Liceo il 17 febbraio, con le classi V. Obiettivo degli incontri è stato quello della prevenzione dei tumori e dei disturbi alimentari. Gli operatori e i volontari della Welness di Ceccano, che da anni lavora a fianco dei malati e delle loro famiglie, offrendo concreto sostegno nelle situazioni più complesse dell’esistenza, hanno così incontrato i 700 allievi d el Liceo fabraterno, offrendo loro indicazioni preziose per prevenire le malattie oncologiche e i disturbi dell’alimentazione, così diffusi tra gli adolescenti. Al primo incontro ha partecipato anche l’assessore alle politiche giovanili della provincia, Massimo Ruspandini, che si è impegnato a sostenere progetti all’interno delle scuole.

28 febbraio 2010 0

Carabiniere investito e ferito ad un posto di controllo

Di redazione

Guidava con patente revocata e non si è fermato all’alt dei Carabinieri investendo un militare. E’ accaduto questa notte a Lanciano (Ch) dove M.A. 27enne del luogo, alla guida di un’utilitaria, all’intimazione dei militari della radiomobile ha accellerato ed ha investito un carabiniere. Il graduato ricoverato presso l’ospedale di Lanciano ha riportato un trauma cranico e una ferita lacero contusa al cuoio capelluto con una prognosi di 25 giorni. Il giovane è stato rintracciato dopo un’ora ed accompagnato in caserma. Ora dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate ed omissione di soccorso.

28 febbraio 2010 1

Basket Lanciano (Ch) / La Di Monte supera fuori casa l’Atessa

Di redazione

La Di Monte B&B Lanciano si congeda dal campionato di prima divisione maschile andando a vincere ad Atessa con un netto 0 a 3 che serve ai ragazzi frentani a confermare la terza posizione nel proprio girone e a lasciare ancora un lumicino di speranza in chiave play off, che per ora vedono nel girone A classificarsi Magic Volley Bucchianico e Gioventù Sambuceto e nel B Jurassic Chieti e Mille Sport Scerni. Il lumicino è solo legato ad una eventuale ed improbabile rinuncia alle aventi diritto che darebbe spazio alla Di Monte B&B Lanciano. Veniamo alla partita: la gara con l’Atessa è stata sempre agevolemente nelle mani dei ragazzi di Dalerci che pur ruotando in campo e alternandosi nel corso dei set, hanno sempre conservato un vantaggio tecnico e di punteggio che ha consentito loro di aggiudicarsi con un buon divario la posta in gioco. L’unica vera costante è stata la presenza, inedita, di Angelo Grossi nel ruolo di libero per consentire una maggior capacità in ricezione della formazione lancianese; visto che l’attaccante della Di Monte B&B ha problemi alla spalla che gli impediscono di schiacciare ma non di ricevere coach Dalerci lo ha arruolato come specialista di seconda linea, ed i palleggiatori che si sono alternati in regia nel corso del match se ne sono giovati per aprire il gioco a più soluzioni sempre o quasi rivelatesi vincenti. Si chiude qui l’esperienza di quest’anno della prima divisione, formazione sicuramente cresciuta in esperienza e tecnica rispetto allo scorso anno ma che, con un pizzico di convinzione in più, avrebbe potuto aspirare a posizioni migliori.