Fiamme nel capannone, 36enne muore per salvare il trattore

25 febbraio 2010 0 Di redazione

Erano circa le ore 12.30 quando in Atri (Te) e precisamente alla C.da Sant’Ilario Gino Colleluori, 36enne, ha perso la vita nell’incendio di un capannone utilizzato come rimessa agricola. Secondo una prima ricostruzione fatta dai Carabinieri di Atri e dai Vigili del Fuoco di Roseto degli Abruzzi, intervenuti sul posto, al momento dell’incendio l’uomo si trovava nella sua abitazione. Accortosi della fiamme ha tentato di salvare gli attrezzi da lavoro. Così si è precipitato nella rimessa e tra le fiamme riusciva a tirar fuori un primo trattore. Quindi rientrava nuovamente nel tentativo di salvare un secondo trattore, ma questo secondo gesto gli è stato fatale. I Carabinieri lo hanno trovato a circa 2 metri dall’ingresso della rimessa, disteso per terra e con il corpo ustionato al 90%. I sanitari del 118 intervenuti sul posto non hanno potuto far nulla, se non constatare l’avvenuto decesso. La Procura della Repubblica di Teramo, nella persona del Sostituto Procuratore Dott.ssa Greta Aloisi, ha disposto il sequestro del capannone per verificare quale sia stata la causa che ha generato le fiamme.