Finge incidenti stradali per truffare gli anziani, una vittima lo fa arrestare

6 febbraio 2010 0 Di redazione

Nel pomeriggio odierno, i Carabinieri della Stazione di Pineto (Te), agli ordini del luogotenente Carminantonio Di Donato, hanno tratto in arresto R.A., 30enne di origini siciliane, con l’accusa di tentata truffa aggravata.
L’uomo, per la verità molto ingegnoso, ha tentato di mettere in atto una truffa che predilige quale vittime le persone anziane, ovvero quelle psicologicamente più deboli. Nel pomeriggio odierno, mentre percorreva le vie di Giulianova a bordo della sua autovettura, incrociando l’autovettura della vittima individuata, un 78enne del luogo, ha inscenato una collisione laterale. In pratica con mossa repentina, utilizzando un “bastone artigianale” costruito ad arte arrotolando più fogli di giornale legati con nastro isolante, ha colpito il veicolo del malcapitato senza danneggiarlo ma inducendolo a fermarsi a seguito del forte rumore udito. Una volta sceso dal veicolo, R.A. approfittando dello stato di anzianità della vittima ed ingenerando in questa uno stato di timore, tentava con tono minaccioso di farsi dare del danaro per comprare lo specchietto retrovisore che lui asseriva essere stato danneggiato nello “scontro” in realtà mai avvenuto. Nella circostanza l’uomo mostrava al pensionato uno specchietto retrovisore danneggiato, già in suo possesso per indurre la persona in errore. Questa volta però, il malvivente ha trovato un osso duro perché il “vecchietto”, avendo in qualche modo “annusato” la truffa, di fronte l’uomo molto alto e robusto, ha usato l’unica arma a sua disposizione, le grida di aiuto, che hanno avuto il risultato sperato ovvero quello di mettere immediatamente in fuga il malvivente. Il pensionato ha continuato la sua opera e dopo aver chiamato i Carabinieri di Giulianova ha fornito una dettagliata descrizione delle caratteristiche somatiche dell’uomo e della macchina su cui viaggiava. Immediatamente è scattato il collaudato piano di cinturazione della zona con tutte le pattuglie in circuito e dopo poco tempo, l’uomo è stato localizzato e bloccato in Pineto lunga la Via Nazionale Adriatica e tratto in arresto ed in atto trattenuto presso gli uffici della Stazione di Pineto.