Innovativo progetto dello Scientifico, i più grandi aiutano i più piccoli

13 febbraio 2010 0 Di redazione

Hanno dato la disponibilità in 70, delle classi IV e V, per aiutare i loro compagni più piccoli in difficoltà. Sotto la guida degli insegnanti saranno i tutores dei loro amici di prima e seconda per matematica e latino. Così il Liceo Scientifico di Ceccano, insieme alla flessibilità dell’orario, allo sportello per il recupero personalizzato degli apprendimenti, ai tradizionali corsi, offre da questi giorni una nuova, importante opportunità per gli allievi che si trovano in difficoltà. Al termine delle lezioni, gli studenti più grandi e più preparati, selezionati dai loro insegnanti e secondo un calendario prefissato si mettono a disposizione dei compagni delle classi inferiori per aiutarli a capire meglio il latino e la matematica. Il Liceo aveva sempre offerto le sue aule agli studenti che avessero chiesto di rimanere oltre l’orario delle lezioni per fare assieme i compiti e per gruppi di studio. I ragazzi si prenotano in maniera simile a quella dello sportello. Ora, questa attività spontanea è stata organizzata, sotto la guida della prof.ssa Di Salvatore, responsabile dei servizi di recupero e potenziamento del Liceo fabraterno, con la collaborazione della prof.ssa Marro. “I tutores” ci ha detto la prof.ssa Di Salvatore “non soltanto aiutano i loro compagni, qualche volta riuscendo a smuovere le corde giuste dell’apprendimento, ma rinforzano ulteriormente sé stessi mettendosi alla prova nello spiegare e nell’argomentare i diversi moduli attorno ai quali si articola il progetto di intervento”. A questo si aggiunge inoltre l’alto valore solidale della scelta effettuata da un numero tanto consistente di ragazzi che così dimostrano di essere disposti a dare il proprio tempo libero in favore dei compagni.