La Regione Lazio stanzia 3 milioni di euro per gli alimenti aproteici per i pazienti con insufficienza renale cronica

19 febbraio 2010 0 Di redazionecassino1

Su proposta dell’Assessore Di Liegro e del Vicepresidente Montino, la Giunta della Regione Lazio ha approvato oggi una delibera che prevede lo stanziamento di 3 milioni di euro a favore dei pazienti con insufficienza renale cronica di stadio 4 e 5, non ancora in dialisi, per l’acquisto dei prodotti aproteici. Il provvedimento prevede di dare ai pazienti un contributo mensile di 120 euro per gli adulti e di 160 euro per quelli di età inferiore ai 12 anni che assumono latte ipoproteico. “Questa delibera – dichiara l’Assessore alle Politiche sociali e delle sicurezze della Regione Lazio Luigina Di Liegro – è una risposta dovuta di aiuto ai pazienti affetti da questa grave patologia ed è stata possibile anche grazie al lavoro di condivisione che la Regione Lazio ha promosso con il Collegio dei Nefrologi responsabili delle strutture pubbliche e dei Policlinici Universitari, di Federfarma Lazio e delle altre associazioni di farmacisti, e alla collaborazione di Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato e dell’Associazione malati di reni”. “Si tratta di un atto doveroso nei confronti di una categoria di malati cronici a cui le istituzioni non devono mai dare la sensazione di essere lasciati soli – spiega il vicepresidente Esterino Montino – Con questo provvedimento quindi la giunta regionale mantiene l’impegno preso con i cittadini all’indomani del decreto n. U0076 del 23 novembre 2009 del Commissario per la sanità, che aveva determinato la sospensione dell’erogazione gratuita a carico del servizio sanitario regionale dei prodotti alimentari aproteici per pazienti con insufficienza renale cronica”.