Giorno: 16 marzo 2010

16 marzo 2010 0

Nascondevano 5 chili di hashish in giardino, due giovani in manette

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Portavano nella loro auto ben 5 chili di hashish, a sorprendere L.L., 25enne e D.M., 21enne, entrambi di Ceccano (Fr), sono stati, oggi pomeriggio, i carabinieridel Norm della compagnia di Frosinone congiuntamente ai colleghi della compagnia di Anagni. e collaborati da personale della Stazione CC di Ceccano. I due giovani sono stati fermati e arrestati in una zona periferica di Ceccano, mentre trasbordavano da un’autovettura circa 5 kg di hashish. Il nascondiglio scelto era un giardino e i due stavano interranto i panetti sotto una pianta cespugliosa. Inoltre le perquisizioni personali e domiciliari hanno permesso di rinvenire anche 24 grammi di cocaina e altri 10 grammi di haschish nonché materiale vario per il confezionamentotra cui 3 coltelli, 2 bilancini e la somma di 990euro provento dell’attività. La sostanza stupefacente, il materiale per il confezionamento e la somma in denaro sono stati posto sotto sequestro. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati associati presso la casa Circondariale di Frosinone. Er. Amedei

16 marzo 2010 0

Camorra, in Abruzzo la casa vacanze della famiglia del Boss

Di redazione

La notizia dell’arresto di Ciro Gallo, il 34enne ritenuto dagli inquirenti, personaggio di spicco della camorra casertana ha riecheggiato a lungo fino ad arrivare in una piccola comunità montana dell’Abruzzo e sconvolgerne la cittadinanza. Lettopalena è un paesino tranquillo in provincia di Chieti, conta alcune centinaia di anime e lì, la famiglia Gallo, è molto conosciuta. Gli zii, le zie, il padre di Ciro, e lo stesso Ciro, trascorrevano le vacanze estive apprezzando il paesino, a tal punto da costruirvi sontuose ville. Il 34enne arrestato la scorsa settimana a Frattamaggiore, era latitante e ritenuto elemento del gruppo di camorristi che facevano capo a Giuseppe Setola, lo stragista dei Casalesi che uccise sei extracomunitari a Castel Volturno la notte del 18 settembre del 2008. A Lettopalena, Giovanni Gallo, padre del boss, è conosciutissimo anche per la sua devozione a Padre Pio. Era il 2001 quando donò alla comunità un gruppo statuario con una raffigurazione a grandezza d’uomo del Santo di Pietrelcina. L’opera gli costò circa 15 milioni di vecchie lire e venne inaugurata in pompa magna in piazzale Aventino di fronte all’abbazia di Santa Maria di Monte Planizio. In paese la notizia dell’arresto di Ciro, e quindi della vicenda che riguarda da vicino la famiglia Gallo ha squarciato il silenzio. Una sorta di passaparola tra paesano a paesano, traendo notizie per lo più da chi si informa attraverso i siti internet. In tanti, a Lettopalena, hanno partecipato alle gite che Giovanni organizzava a sue spese per portare la gente del posto in pellegrinaggio a Pietrelcina. Oggi, la stessa gente si domanda chi realmente fossero i Gallo. Er. Amedei

16 marzo 2010 0

Carabiniere ciociaro accoltellato in Sicilia

Di redazione

E’ stato accoltellato mentre stava svolgendo la funzione di piantone all’interno della caserma Biagio Pistone di Agrigento. Si tratta di Diego Gamberoni, carabiniere 27enne di Frosinone, da tre mesi in servizio in Sicilia. I suoi ciolleghi hanno arrestato per tentato omiciudio un 30emnne che, armato di coltello da sub, lo ha colpito mentre era all’interno della caserma. Il militare accoltellato, nonostante abbia perso molto sangue, non sarebbe in pericolo di vita.

16 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Il ministro Sandro Bondi a Patrica per sostenere la candidatura di Mario Abbruzzese

Di redazione

Giovedì 18 marzo prossimo, Sandro Bondi, Ministro per i Beni e le Attività Culturali, sarà a Patrica per sostenere la candidatura di Mario Abbruzzese al Consiglio regionale del Lazio. L’importantissimo appuntamento politico-elettorale alla presenza dell’esponente del governo Berlusconi, avrà inizio, come da programma, alle ore 18, e si terrà nella prestigiosa “Villa Ecetra”, sulla S.S. 156 Monti Lepini. Oltre al ministro e al candidato alle regionali Mario Abbruzzese, interverranno, il primo cittadino di Patrica Stefano Belli, e l’eurodeputato del Popolo della Libertà Alfredo Pallone. “La presenza di Sandro Bondi a Patrica è per me motivo di grande orgoglio – ha detto Abbruzzese -. Questo vuol dire che i big nazionali del Pdl si stanno dando molto da fare per sostenere le candidature non solo nella capitale, ma anche nelle Province del Lazio”.

16 marzo 2010 1

Regionali 2010 / Abbruzzese incontra i cittadini di Santopadre

Di redazione

Il consenso politico ed elettorale di Mario Abbruzzese fra i cittadini della Provincia di Frosinone cresce di giorno in giorno. Nel tardo pomeriggio di lunedì scorso, l’esponente politico del Popolo della Libertà, candidato alle elezioni regionali in programma per il 28 e 29 marzo prossimi, ha incontrato cittadini, sostenitori del Pdl e simpatizzanti residenti nel Comune Santopadre. All’incontro politico-elettorale hanno preso parte tre consiglieri comunali, Antonio Greco, Stefano Capuano e Gerardo dei Cicchi, oltre al primo cittadino del paese della Valle del Liri, Giampiero Forte. Abbruzzese ha parlato davanti ad un folto gruppo di intervenuti, composto da oltre cinquanta persone che, per l’occasione, si sono riunite all’interno del ristorante “La Montagnola”. “Mario ha presentato il suo programma elettorale – ha detto il primo cittadino, Forte – fatto di argomentazioni concrete e di impegni strategici per lo sviluppo economico e sociale di tutto il Lazio Meridionale. Sarà grande il consenso che raccoglierà nel nostro paese – ha affermato il sindaco nel corso dell’incontro -. Ma non solo qui. Siamo convinti che tutti i cittadini della Provincia di Frosinone gli daranno fiducia, perché Abbruzzese è un politico conosciuto, affermato e stimato, che nella sua esperienza amministrativa ha ampiamente dimostrato di essere all’altezza di ricoprire il ruolo di consigliere regionale. E’ proprio per questi motivi che abbiamo deciso di sostenerlo con grande forza ed entusiasmo”. L’esponete del Popolo della Libertà ha ringraziato tutti per la fiducia, ed ha spiegato che nel suo programma elettorale “Per Santopadre e tutta la Valle del Liri, una volta in regione – ha assicurato il candidato Pdl – lavorerò per far ottenere incentivi e finanziamenti, per ridare slancio all’economia di tutto il comprensorio. Se Renata Polverini e il centrodestra riusciranno a conquistare la Regione Lazio – ha continuato Mario Abbruzzese – tutti gli obiettivi che sono stati mancati dall’ormai ex amministrazione di centrosinistra, verranno sicuramente realizzati”.

16 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese a Sora sostenuto dall’assessore provinciale Tersigni, e i consiglieri Ganino, Di Pucchio e Meglio

Di redazione

Mario Abbruzzese, candidato al Consiglio regionale del Lazio, ha incontrato i cittadini del Comune di Sora. All’appuntamento politico-eletorale, che si è tenuto nella serata di lunedì scorso, presso la pizzeria “Vecchio Forno”, hanno preso parte, fra gli altri, l’ex sindaco della cittadina marsicana, Francesco Ganino, i consiglieri comunali Agostino Di Puccio e Salvatore Meglio, e l’assessore provinciale alla Formazione Professionale, Politiche del Lavoro e Centri per l’Impiego, Ernesto Tersigni. E’ stato proprio quest’ultimo a presentare agli oltre centocinquanta intervenuti il candidato pidiellino Abbruzzese. “Pieno sostegno a Mario e non ad altri candidati – ha affermato Tersigni – perché in una realtà come Sora c’è un forte bisogno di uomini politici come Abbruzzese, che hanno ampiamente dimostrato di essere capaci di governare, portando benessere e ricchezza su tutto territorio provinciale. E’ ora di cambiare rotta – ha continuato l’assessore di Palazzo Gramsci rivolgendosi ai presenti – dobbiamo scrivere sulla scheda Abbruzzese, uomo politico all’altezza di poter affrontare, insieme, un discorso di crescita e di sviluppo economico su tutto il nostro territorio”. Anche l’ex sindaco Ganino e i due consiglieri Di Pucchio e Meglio sono intervenuti a sostegno del candidato del Popolo della Libertà. “Abbiamo fatto una scelta basata sull’uomo – hanno detto all’unisono i tre amministratori – e non sul politico, perché Abbruzzese è una persona di eccellenti qualità, che ha sempre dimostrato di lavorare per cose concrete”. Mario Abruzzese, dopo aver ringraziato i sostenitori sorani, ha presentato le linee guida del suo programma politico, incentrato su sviluppo, lavoro, sanità ed infrastrutture. “Se il centrodestra prenderà in mano la Regione Lazio – ha assicurato Abbruzzese ai cittadini di Sora – questa città avrà la giusta attenzione per la soluzione dei problemi infrastrutturali e per la valorizzazione delle sue potenzialità. Nessuna parte della nostra Provincia sarà lasciata sola, ve lo assicuro. Impegnandoci in questo senso, riusciremo a sviluppare infrastrutture e servizi su questo territorio. Solo così potremmo rendere competitiva tutta la Provincia di Frosinone, difendendo le nostre attività e i posti di lavoro. Solo con un grande gioco di squadra riusciremo a rendere di nuovo appetibile quest’area e ad incentivare nuovi investitori”.

16 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese ha incontrato i cittadini di Colfelice

Di redazione

Grande successo di pubblico e di consensi per Mario Abbruzzese che lunedì sera, poco dopo le 19 e 30, all’interno del ristorante pizzeria “Arcobaleno”, ha incontrato un folto gruppo di sostenitori, amici e simpatizzanti del Popolo della Libertà del Comune di Colfelice. All’appuntamento vi erano anche diversi amministratori del centro del cassinate, fra questi il primo cittadini Bernardo Donfranceco, i consiglieri comunali Pietro Carbone e Giovanni Mastromattei, e l’assessore Andrea Fraioli. Nel corso dell’ennesima tappa del tour elettorale “Fare insieme”, che sta portando il candidato del Pdl al Consiglio regionale del Lazio in giro per i 91 Comuni della Provincia di Frosinone, vi erano oltre cento cittadini, che hanno assistito con grande attenzione al lungo discorso elettorale fatto da Abbruzzese. L’esponente del centrodestra ha parlato delle linee guida del suo programma, incentrato su quattro punti fondamentali: sviluppo, infrastrutture, sanità e nuova occupazione. Ad introdurre il candidato pidiellino ai presenti ci ha pensato l’assessore Fraioli. “Abbruzzese è l’unico politico della nostra Provincia ad avere le carte in regola per ricoprire un importante incarico come quello di consigliere alla Pisana”, ha detto ai presenti l’amministratore locale. “Ormai tutti sanno che Mario conosce a fondo il territorio e sa muoversi bene per portare ricchezza in zona. Noi lo sosterremo con grande forza ed entusiasmo perché siamo convinti che Abbruzzese è un politico valido e capace. E’ per questo che vi chiedo – è stato l’appello lanciato da Fraioli – di scrivere sulla scheda Abbruzzese”. “Una volta eletto in Regione – ha affermato il candidato del Pdl – mi impegnerò per portare avanti e sostenere sin da subito un grande progetto di modernizzazione delle infrastrutture, in primo luogo quelle materiali, per migliorare innanzitutto la mobilità di persone e merci, e a Colfelice sapete quanto questo sia importante, visto che molti di voi lavorano fra la Fiat e le aziende del indotto automobilistico. La politica deve assolutamente occuparsi delle necessità e delle problematiche dei cittadini, degli imprenditori, dei commercianti e degli artigiani della nostra Provincia. Per fare questo c’è bisogno di uomini che sappiano cosa significhi “fare”, mettendosi quotidianamente al servizio della propria gente. Io ce la sto mettendo tutta – ha ricordato Abbruzzese – ora tocca a voi sostenere al massimo un uomo della vostra terra, che vada in Regione a rappresentare gli interessi di tutto il territorio”.

16 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Pontecorvo: oltre 600 persone per sostenere Abbruzzese

Di redazione

La politica del “fare” proposta da Mario Abbruzzese sta risultando vincente. L’ennesima dimostrazione è arrivata nella serata di lunedì scorso. Oltre seicento sostenitori del candidato alle regionali del Popolo della Libertà, poco dopo le 21, si sono riuniti all’interno del ristorante “Green Park”, locale che resta sulla strada che da Pontecorvo conduce fino a Pico. Una sala stracolma di cittadini, sostenitori, simpatizzanti del Pdl, imprenditori, commercianti ed artigiani, provenienti dalla città fluviale e dall’hinterland, hanno accolto con grande entusiasmo Mario Abbruzzese, candidato del Pdl alle prossime elezioni del 28 e 29 marzo. In un clima di grande partecipazione, l’avvocato Michele Notaro, candidato a sindaco di Pontecorvo con la lista “Pontecorvo Rinasce”, fra i massimi sostenitori di Abbruzzese in città, ha introdotto ai presenti il consigliere provinciale. “Abbruzzese è il vero candidato del nostro territorio – ha affermato Notaro – e per questo non possiamo farci sfuggire l’occasione che ci si sta presentando per mandarlo alla regione Lazio, dove sicuramente rappresenterà gli interessi di tutta la nostra Provincia. Dobbiamo mandare Mario a Roma, perché, ma questo è ormai da tempo sotto gli occhi di tutti, è l’unico esponente politico della nostra terra ad avere i requisiti e le capacità politiche-,manageriali per far sì che, in tempi brevi, si dia nuova linfa e nuovo slancio a tutti i settori economici della nostra zona”. Ma a sostenere Abbruzzese, oltre a Michele Notaro, vi erano anche altri esponenti politici della cittadina fluviale, e diversi candidati della lista “Pontecorvo Rinasce”. Fra questi, vi erano Daniele Longo, il coordinatore cittadino del Pdl, Gino Trotto, e il vice Anselmo Rotondo. Fra gli applausi dei tanti convenuti alla serata, il candidato Abbruzzese ha preso la parole, infiammando gli animi dei tantissimi pontecorvesi in sala. “Nel mio lungo tour elettorale sto prendendo importanti impegni con la gente della mia terra – ha affermato Mario Abbruzzese -. L’obiettivo primario, una volta in Regione, sarà quello di sostenere la crescita e lo sviluppo delle nostre aziende, in tutti i settori produttivi. Questa è la vera “ricetta” per raddrizzare la nostra economia. Bisogna assolutamente ripensare a nuovi progetti infrastrutturali e di innovazione tecnologica e bisogna lavorare per lo sviluppo dei servizi avanzati e sull’innalzamento dei livelli di qualità. Tante sono le sfide che ci attendono in futuro – ha tuonato Abbruzzese – e Pontecorvo è fra i primi Comuni del sud della Provincia che ho messo in agenda. Anche qui bisognerà realizzare infrastrutture moderne, servizi innovativi, far sviluppare le nuove tecnologie, le attività di ricerca, i progetti per la valorizzazione dei prodotti tipici locali. Il rilancio dell’economia turistica, e di quella legata alle produzioni agricole, ad esempio, sono due dei grandi motori che ho intenzione di riaccendere su questo territorio, per creare nuove opportunità occupazionali, per migliorare la vita dei nostri concittadini”. Poi il candidato pidiellino ha concluso con un importante monito: “Nella mia esperienza politico-amministrativa non ho mai denigrato nessuno, e tantomeno lo farò ora – ha detto Abbruzzese riferendosi alla questione dell’impianto dell’amianto a Villa Santa Lucia -. Chi in questi giorni sta tentando di infangare la mia persona, con atti di sciacallaggio e scorrettezze dell’ultima ora, non ha capito che mi sta facendo solo un favore. Mi stanno caricando e spingendo a lavorare al massimo per raggiungere l’obiettivo: quello di essere eletto in Regione grazie ai sostenitori di questa terra, che hanno capito di aver a che fare un uomo forte, concreto, con le idee chiare, e soprattutto che non si tira indietro davanti ai problemi e alle difficoltà”.

16 marzo 2010 0

Discariche abusive di amianto sulla supestrada, due in pochi giorni

Di redazione

Hanno scaricato centinaia di chili di amianto proprio ai bordi della superstrada Cassino Formia. Certamente più di una persona deve aver lavorato alla creazione di una discarica abusiva su una delle strade più trafficate della provincia. Nel territorio di Esperia, infatti, alcuni automobilisti in transito, hanno segnalato alle forze dell’ordine, la presenza, dietro ai guardrail, di un grosso mucchio di amianto. Circa 300 chili di lastre di eternit in parte frantumate erano accatastate vicino l’asfalto. Non è il primo caso dato che, appena la scorsa settimana, altro materiale dello stesso genere è comparso quasi misteriosamente sempre dietro ad un guardrail. Sessanta chili, in quella circostanza, vennero transennati, come i 300 rinvenuti oggi, in attesa di bonificare la zona. Ermanno Amedei

16 marzo 2010 0

Mud e Sistri, le novità presentate alle aziende e agli enti locali

Di redazione

Enti locali, Enti Pubblici ed aziende della provincia di Frosinone hanno risposto all’invito della Camera di Commercio. Il seminario organizzato dall’Ente camerale sulle modalità di compilazione del MUD 2010 (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) e le novità introdotte dal Sistri (Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti) ha registrato un’ampia partecipazione. Numerose le presenze, questa mattina, nella Sala Convegni della sede della Camera di Commercio. I partecipanti hanno avuto modo di confrontarsi sulla modulistica e modalità di presentazione con la dott.ssa Manuela Masotti di ECOCERVED, Società consortile delle Camere di Commercio. La relatrice ha effettuato un’ampia panoramica sulle novità introdotte. Partendo dal MUD 2010 si è soffermata a lungo sul SISTRI, introdotto su iniziativa del Ministero dell’Ambiente nel 2009 per permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale. In pratica le movimentazioni dei rifiuti dal luogo di produzione a quello di smaltimento o di recupero finale vengono seguiti o tracciati con sistemi informatici (web) e tramite (GPS) per la localizzazione dei mezzi di trasporto. E’ stato sottolineato, nel corso dei lavori, che le imprese interessate a tale dichiarazione dovranno dotarsi di un dispositivo elettronico. Il Sistema, infatti, è teso a semplificare le procedure e gli adempimenti riducendo i costi sostenuti dalle imprese e aumentando le garanzie di trasparenza, conoscenza e prevenzione dell’illegalità. Due le tipologie obbligate a tale dichiarazione e due, a seconda delle tipologie di appartenenza, i termini ultimi per la presentazione. Le aziende che appartengono alla prima tipologia dovranno presentare l’iscrizione al SISTRI entro il 30 marzo prossimo; quelle rientranti nella seconda entro il prossimo 29 aprile. In provincia di Frosinone sono interessate dalle 3 alle 4 mila aziende. Un discorso a parte, invece, è stato quello focalizzato per il MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale), attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti pericolosi prodotti dalle attività economiche e dagli enti pubblici; i rifiuti raccolti dagli Enti locali e quelli smaltiti, avviati al recupero o trasportati nell’anno precedente. In questi giorni si è in attesa da parte del Parlamento di nuovi interventi legislativi. In assenza di novità, entro il 30 aprile prossimo, si dovrà provvedere alla presentazione del modello MUD approvato nel 2008. Se, invece, a breve – come sottolineato dalla dott.ssa Masotti – dovessero registrarsi novità legislative, le aziende e gli enti dovranno presentare il modello precedentemente presentato. In attesa di una disposizione normativa ufficiale che stabilisca le modalità di presentazione, la relatrice ha illustrato ai rappresentanti delle aziende e degli enti intervenuti la compilazione sia del precedente che del nuovo modello MUD.