Giorno: 26 marzo 2010

26 marzo 2010 0

Strisce blu: indagato l’assessore il comandante dei vigili e quattro dipendenti di Urbania

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Concorso in abuso d’ufficio e peculato, questo l’ipotesi di reato per cui sarebbero stati indagati a Cassino il comandante dei vigili urbani e l’assessore alla polizia municipale, oltre a quattro responsabili di Urbania, la socità che gestisce i parcheggi a pagamento nella città martire. Alcune settimane fa, gli uomini della procura hanno sequestrato documenti relativi all’affidamento della gara, il computer su cui i parcometri registravano gli incassi e due parcometri. Pare che, a gestire il rapporto tra la società campana e il comune di Cassino mnon sia stato ancora siglato sessun contratto quando, l legge, prevede, invece, che il contratto vada firmato entro il primo meso dopo l’aggiudicazione della gara. Inoltre pare che ancora nessuna retribuzione, di quella prevista dall’offerta presentata dalla società per vincere la gara, sia stata versata al cComune. Er. Amedei

26 marzo 2010 1

Ucciso perché aveva difeso alcuni ragazzini

Di redazione

Dopo quattro mesi di agonia, è morto ieri a Cassino, in una clinica dove era ricoverato, Umberto Magni, 76 anni di Ferentino (Fr). L’anziano era stato ridotto in fin di vita da un 30enne, suo conterraneo, qualche giorno prima di Natale. La colpa dell’uomo, quella che poi avrebbe scatenato l’aggressione, sarebbe stata l’aver difeso alcuni ragazzini che stavano per essere picchiati dal 30enne. L’anziano sarebbe stato spintonato fino a cadere e a battere la testa. Il trauma cranico lo ha mantenuto in agonia per quattro mesi durante i quali, i carabinieri di Ferentino, al comando del capitano Aldo Iorio sono riusciti ad individuare ed arrestare l’autore del gesto, Alessandro Iori, con l’accusa di lesioni gravissime. Proprio alcuni giorni fa il tribunale del riesame aveva rigettato la richiesta di scarcerazione avanzata dal legale dell’indagato. Ieri il decesso del 76enne e martedì, su richiesta della procura di Frosinone, verrà effettuata l’autopsia. La procura, inoltre, ha cambiato il capo d’imputazione da lesioni gravissime ad omicidio preterintenzionale. Ermanno Amedei

26 marzo 2010 0

Serrone e Paliano tra i luoghi più belli inseriti nelle mete dal Fondo Ambiente Italiano

Di redazione

Il weekend del Fondo Ambiente Italia è l’appuntamento che, ormai da diciotto anni, gli italiani si danno all’inizio della primavera. Un appuntamento con le bellezze del nostro Paese (visite a contributo libero), che si trasforma ogni volta in una profonda e collettiva manifestazione d’affetto, di orgoglio e di identità nazionale. Sabato 27 e domenica 28 marzo si svolge contemporaneamente in tutte le regioni italiane la 18a edizione della Giornata FAI di Primavera. È il momento dell’anno in cui il FAI – Fondo Ambiente Italiano incontra gli italiani, offrendo scenari meravigliosi e sorprendenti. Ed è una grande e ormai tradizionale festa popolare ambientata quest’anno in 590 siti particolari, spesso inaccessibili e segreti, eccezionalmente a disposizione del pubblico. Palazzi, castelli, chiese, giardini, conventi, biblioteche, aree archeologiche, teatri e persino paesaggi da attraversare in bicicletta o sorvolare col parapendio: tante esperienze e tanti linguaggi diversi, tutti legati tra loro dalla bellezza e dalla storia dei nostri territori familiari collettivi. Il senso di appartenenza che nasce tra coloro che partecipano alle Giornate FAI – fino a oggi, oltre 5 milioni di italiani – è il segnale che nel corso degli anni la sensibilità nei confronti della difesa e del recupero dei nostri tesori ambientali e artistici – che coincide con la missione della Fondazione – è sempre più condivisa e perciò sempre più legata alla responsabilità di ciascuno. Tutti possono contribuire a questa missione, e proprio per questo le visite ai siti aperti eccezionalmente per la Giornata FAI sono a contributo libero. Sul sito www.giornatafai.it l’elenco completo dei 590 siti aperti al pubblico nelle 20 Regioni italiane. Tra queste spiccano i bellissimi siti di Serrone e Paliano. Serrone (FR) Mura Poligonali o Ciclopiche – Romitorio di San Michele Arcangelo – Mostra permanente del costume teatrale e abito di Giovanni Paolo II Natura e sport: il parapendio sul Monte Scalambra, “Visita guidata in cielo” tramite voli biposto organizzata dal Comune di Serrone con la collaborazione dell’Associazione “Serrone vola” Paliano (FR) Biblioteca di S. Maria di Pugliano, Via S. Maria, 69 Collegiata di Sant’Andrea Fortezza Colonna Palazzo Colonna – Sala degli Arazzi “Per noi – spiega il sindaco Maurizio Proietto – è una grande opportunità di promuovere il nostro territorio, di far conoscere i nostri punti di eccellenza che altrimenti abbiamo difficoltà a far conoscere. Sono siti di tutto rispetto: archeologici, naturalistici, enogastronomici, museali. Per l’occasione le quattro cantine di Serrone, che ricordo hanno nel Cesanese l’unica DocG del Lazio, saranno aperte e disponibili per degustazioni. Numerosi i ristoranti convenzionati per i visitatori Fai e anche per l’acquisto di olio e prodotti tipici verranno fatti trattamenti particolari”. “E’ un occasione che vogliamo sfruttare appieno – aggiunge l’assessore al turismo, Maurizio Lucidi – a La Forma e Serrone ci saranno due punti di accoglienza che indicheranno ai visitatori come muoversi sul territorio per raggiungere i siti di interesse”. Tutte le associazioni locali hanno dato la propria disponibilità a svolgere un ruolo attivo nel corso delle due giornate, per agevolare l’accoglienza di chiunque sceglierà Serrone come meta Fai.

26 marzo 2010 0

Droga e conntrollo sulle strade, operazione dei carabinieri

Di redazione

Nella notte tra il 25 ed il 26 marzo 2010, la compagnia carabinieri di Ortona (Ch) ha eseguito un servizio di controllo coordinato a vasto raggio sull’intero territorio coordinato dal capitano Gianfilippo Mancone. Ad Orsogna (Ch), è stato arrestato JEGBEFUMA KELVIN 23enne di nazionalità nigeriana, in Italia senza fissa dimora, poiché, destinatario di decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso dal prefetto di Gorizia e di ordine del Questore della stessa città, non lasciava il territorio nazionale entro 15 giorni. Il rito direttissimo è stato fissato per la mattinata odierna dinanzi al Tribunale di Chieti. A Fossacesia (Ch), è stato arrestato Andrea Ciccone 20enne, da Mozzagrogna (Ch), poichè responsabile di detenzione ai fini di spaccio di 5 grammi circa di hashish. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Lanciano a disposizione del Procuratore della repubblica Dott.ssa Rosaria Vecchi. A Orsogna, è stato denuynciato in stato di libertà E. E. 19enne, di nazionalità nigeriana, per essersi trattenuta illegalmente nel territorio nazionale. Inoltre nel corso dell’operazione i carabinieri hanno controllato 105 automotomezzi e hanno identificato 160 persone di cui 37 stranieri extracomunitari. Sonop state elevate 12 contravvenzioni al c.d.s. e ritirata una carta di circolazione per mancata revisione.

26 marzo 2010 0

Notificate le prime revoche al mercato domenicale

Di redazione

Drastica decisione del Comune di Aquino che riguarda l’annosa questione dell’evasione della TOSAP da parte degli ambulanti del mercato domenicale. Negli scorsi giorni sono state notificate ad altrettanti commercianti dieci ordinanze di revoca del posteggio del mercato settimanale di Aquino. Questa decisione è l’ultimo atto dell’istruttoria con contestazioni e relative diffide al pagamento degli uffici comunali di Aquino che da tempo sono stati investiti della questione dagli organi politici del Comune. La problematica a molti è nota: da anni e anni c’è evasione TOSAP (tassa di occupazione di suolo pubblico) da parte degli ambulanti che arriva, e qualche anno ha superato, anche il cinquanta per cento. Da cinque anni il Consiglio Comunale ha provveduto a deliberare una serie di misure correttive inserite nel regolamento del commercio, al fine di stroncare tale fenomeno. Alla fine, dopo tanto tempo, si è dato corso alla fase istruttoria per accertare i reali evasori, diffidarli, e metterli in mora. Molti, nonostante tutto questo, non hanno pagato lo stesso e adesso stanno arrivando le prime revoche del posto al mercato, previste per gli evasori. “Finalmente siamo arrivati alla fase conclusiva”, ha commentato il sindaco Antonino Grincia. “Questa dell’evasione era cosa assolutamente scandalosa che durava da troppi anni. Ci sono voluti quasi cinque anni per far applicare le norme che il Consiglio Comunale aveva voluto, ma alla fine si sta vedendo che il Comune di Aquino faceva e fa sul serio per stroncare un andazzo che dura da troppo tempo. Un’evasione vicina al 50 per cento, e per tariffe tra l’altro molto contenute e che non vengono aumentate da quasi una quindicina d’anni, è una cosa che non poteva più essere tollerata. Questo non solo per l’evasione in sé che ha riguardato quasi sempre gli stessi esercenti, ma soprattutto come atto di giustizia nei confronti di tutti quelli che hanno sempre pagato quanto dovuto. Mi risulta che oggi tutti, visto quale piega sta prendendo la cosa, si stanno affrettando ad onorare i loro debiti…anche se ci sono voluti cinque anni per capire che il Comune era veramente deciso a stroncare questo mal costume”.

26 marzo 2010 0

Dal diario di Cinzia, il rapporto di odio tra una madre e sua figlia

Di redazione

Anni di lotte intestine in una famiglia, tra madre e figlia, anni a combattere per nascondere quella lotta, perché non si sapesse in paese. Poi basta. Cinzia apre il suo diario e affida alla rubrica “Mela Racconti la tua storia (cliicca)” il suo dolore, la sua amarezza per quel rapporto che, invece di intimo, amorevole e complice con la madre. è divenuto, negli anni, caratterizzato dall’odio, dal contrasto e dalla sopraffazione. Caese civili per l’eredità, cause penali per ingiurie, accuse di furto e aggressioni.

26 marzo 2010 0

La protezione civile denuncia per diffamazione il PD Roma

Di redazione

Il Dipartimento della Protezione Civile ha dato mandato all’Avvocatura dello Stato di procedere con una azione legale per diffamazione nei confronti del PD Roma. Oggetto dell’azione legale un volantino del PD Roma, distribuito nell’ambito della campagna elettorale in favore della candidatura di Emma Bonino alla presidenza della Regione Lazio, contenente una serie di gravi affermazioni esplicitamente riferite alla protezione civile. In particolare, pur consapevoli della campagna elettorale in corso, il Dipartimento ha ritenuto inaccettabili le affermazioni: “…quando succedono le tragedie, i loro amici, a partire da quelli che lavorano con la protezione civile se la ridono!!!” e “questa volta non farli ridere”. “Tali affermazioni – si legge in una nota stampa della protezione civile – oltre ad essere del tutto infondate, costituiscono una offesa al lavoro di decine di migliaia di italiani che “lavorano – davvero – con la protezione civile” e che non dovrebbero in alcun modo essere coinvolte con vicende di carattere squisitamente personale. Si tratta di funzionari dello Stato, militari, membri delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco oltreché di scienziati e volontari che per Legge fanno parte della Protezione Civile e che, da sempre, operano in favore delle popolazioni colpite dalle calamità, così come successo anche dopo il 6 aprile dell’anno scorso all’Aquila”.

26 marzo 2010 0

Una fabbrica dismessa diventa discarica abusiva di amianto, sigilli della finanza

Di redazione

L’attività investigativa della Guardia di Finanza, agli ordini del Comandante Provinciale di Frosinone si conclude con il sequestro di 15.000 metri quadrati di area con infrastrutture industriali. Gli uomini delle Fiamme Gialle appartenenti alla Brigata di Ceprano, hanno infatti individuato, in un’area boschiva del Comune di Ceprano, capannoni caratterizzati da coperture di amianto in rovina ed in parte crollate, giacenti abbandonate sul terreno. Successive e più accurate indagini permettevano di constatare oltre alla corposa presenza di lastre di amianto deteriorato e quindi altamente nocivo, anche la presenza di rifiuti speciali pericolosi all’interno di capannoni di tipo industriale ove erano presenti ex canali di scolo in cemento armato riempiti con materiale di risulta edile e cemento-amianto (eternit) frantumato; fusti di vernice in pessimo stato; parti di cemento armato con ferro corroso dalla ruggine; mobili vecchi ed elettrodomestici dismessi, il tutto giacente in maniera incontrollata sul terreno. L’attività svolta dalle Fiamme Gialle si è concretizzata con la raccolta di elementi utili ed inconfutabili prove del reato che hanno consentito all’A.G. inquirente il rinvio a giudizio di un responsabile per il reato previsto e punito dall’art. 256, comma 2, del D.Lgs. 152/2006.

26 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese a Villa Latina per incontrare cittadini ed amministratori locali

Di admin

Il consenso di Mario Abbruzzese nella Provincia di Frosinone cresce di giorno in giorno. Mercoledì sera l’esponente politico del Popolo della Libertà, candidato alle elezioni regionali in programma per il 28 e 29 marzo prossimi, ha incontrato cittadini, sostenitori del Pdl e simpatizzanti residenti nel Comune di Villa Latina. All’incontro politico-elettorale, organizzato dal consigliere provinciale Mario Giannandrea, hanno preso parte, fra gli altri, il vicesindaco di Alvito, Giovan Diego Ferrante, il vice sindaco di Picinisco, Riccardo Mancini, il vice sindaco di Casalvieri, Pasquale Iacobelli, il vicesindaco di Casalatico, Angelo Antonio Macari, e il capogruppo dell’opposizione consiliare di Villa Latina, Paolo Ferraro, oltre all’eurodeputato Alfredo Pallone e al presidente del Consiglio provinciale Sergio Cippitelli. Abbruzzese ha parlato davanti ad oltre trecento persone che, per l’occasione, si sono riunite all’interno del ristorante “Kaktus”. “Mario Abbruzzese ha presentato il suo programma elettorale – ha detto il consigliere a Palazzo Gramsci Giannandrea – fatto di argomentazioni concrete e di impegni strategici per lo sviluppo dell’economia di tutto il Lazio Meridionale. Grande il consenso che il candidato alle regionali raccoglierà nella nostra terra, e non solo. Abbruzzese è un politico conosciuto, affermato e stimato – ha sottolineato l’esponente del centrodestra – perché nella sua esperienza amministrativa ha ampiamente dimostrato di essere all’altezza di ricoprire un incarico importante come quello di consigliere regionale”. Tutti gli esponenti politici, nel corso della serata, hanno tenuto a ribadire che daranno il loro pieno sostegno a Mario Abbruzzese. L’esponete del Popolo della Libertà ha ringraziato tutti per la fiducia, ed ha spiegato che “Per Villa Latina, ma per l’intera Valcomino – ha detto – il turismo montano e gli incentivi alla realizzazione di strutture ricettive, sono fra le carte vincenti per ridare slancio all’economia ed all’occupazione del territorio. Se Renata Polverini e il centrodestra riusciranno a conquistare la Regione Lazio – ha assicurato Mario Abbruzzese – tutti gli obiettivi che sono stati mancati dall’ex amministrazione di centrosinistra, verranno sicuramente realizzati”.

26 marzo 2010 0

Regionali 2010 / L’appello al voto di Mauro Buschini

Di admin

«E’ arrivato il momento di scegliere la strada del rinnovamento. Io credo che la politica sia ad un bivio. La politica ha bisogno di novità, il nostro territorio ha bisogno di nuove prospettive. E’ scoccata l’ora di guardare avanti, attraverso gli occhi dei giovani, attraverso l’entusiasmo e la forza che appartiene alle nuove generazioni. Io sono un giovane, ma con l’esperienza necessaria per comprendere le vere esigenze della nostra terra. E’ per questo che sostengo con forza che la politica debba riappropriarsi della sua funzione originaria che è quella di mettersi al servizio dei cittadini, di un territorio che vuole tornare a crescere». Così Mauro Buschini, candidato del Partito Democratico, al consiglio regionale del Lazio. «Rinnovare significa anche questo: fare spazio alla novità, prendere coscienza che un ciclo si è compiuto e che è il momento di lasciare entrare nuove forze, perché se tutto resta uguale a prima non può esserci futuro, non può esserci prospettiva. La politica, pertanto, deve poter lanciare nuovi segnali ed io, in questa campagna elettorale fatta nel rispetto dei cittadini, ne ho lanciati diversi. Sono per la concretezza: ho voluto che la mia campagna elettorale fosse utile ai cittadini e ho proposto loro dei disegni di legge regionale per rilanciare l’economia. Sono contro la politica degli sprechi: ho dichiarato, nel corso di questa avventura, che una volta eletto al consiglio regionale del Lazio rinuncerò all’auto blu. Sono per la legalità e la trasparenza, per la politica sobria: la campagna elettorale non è una gara a chi affigge il manifesto più grande ma un confronto sereno e costruttivo con la gente, per parlare dei problemi veri del Paese, per parlare del lavoro, per parlare dei giovani, per parlare delle esigenze del nostro territorio. La mia è stata una campagna elettorale bella, fatta paese per paese, strada per strada, cercando il contatto diretto con le persone. E so di aver toccato il cuore di molta gente, la stessa gente che in queste ore mi chiama per offrire spontaneamente un aiuto ed un sostegno forte alla mia candidatura. Insieme ce la faremo».