Giorno: 30 marzo 2010

30 marzo 2010 0

Rubano una pelliccia da 10mila euro, arrestati dopo 5 mesi

Di redazione

Hanno rubato con destrezza una preziosissima pelliccia di cincillà ma, dopo 5 mesi, sono stati arrestati dai carabinieri di Cassino. Si tratta di una coppia di Secondigliano di Napoli che, a novembre dello scorso anno, fingendosi acquirenti, visitarono la pellicceria Jo Pelle di Cassino (Fr). In un momento di disattenzione del proprietario, la donna, probabilmente riuscì a nascondere la pelliccia sotto un grosso cappotto. a quel punto i due uscirono e si dileguarono mentre la proprietaria, si accorse del furto solamente quando ormai era troppo tardi. A gennaio i due sono tornati a Cassino ed una parente della proprietaria della pellicceria li ha notati uscire da un altro negozio del centro. Ha quindi chiamato i carabinieri e preso il numero di targa. Nell’immediato i militari al comando del capitano Adolfo Grimaldi e del capitano Francesco Maceroni non riuscirono ad assicurare alla giustizia i due ladri. Le indagini, però, partendo dalla targa della loro auto, ha permesso, di risalire ai loro nomi e, ieri pomeriggio, sono stati arrestati a Napoli. Si tratta di A.S. 36 anni e A.B. 43 anni. Er. Amedei

30 marzo 2010 0

In viaggio con un panetto di hashish, due uomini in manette

Di redazione

Due uomini, uno residente ad Alvito, l’altro ad Atina, sono stati arrestati questa notte dai carabinieri di Atina perché trovati in posesso di un cospicuo quantitativo di hashish. I militari hanno effettuato un controllo sulla loro auto, una Renault, rinvenendo un panetto di hashish da 260 grammi. per i due è scattatyo l’arresto per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Er. Amedei

30 marzo 2010 1

Regionali 2010 / Con 22.144 preferenze Mario Abbruzzese è consigliere regionale

Di redazione

Ventiduemila e centoquarantaquattro preferenze. Questo è l’importantissimo risultato che Mario Abbruzzese ha raccolto nel corso della sua lunga ed estenuante campagna elettore, “spalmata” su tutti e 91 Comuni della Provincia di Frosinone, senza lasciare nessuno indietro. L’ormai onorevole Abbruzzese è, a pieno titolo, uno dei cinque consiglieri regionali (eletti fra maggioranza ed opposizione) che il territorio è riuscito a mandare alla Regione Lazio, passata dalle mani del centrosinistra in quelle del centrodestra capeggiato da Renata Polverini. Un traguardo davvero straordinario se si pensa che Abbruzzese, solo nella sua città natale, Cassino, ha portato a casa, contro tutti, la bellezza di 4600 preferenze. “La campagna denigratoria e lo sciacallaggio politico che qualcuno ha tentato di fare nei miei confronti per screditare il mio lavoro – ha detto riferendosi alla questione amianto a Villa Santa Lucia – è servita davvero a poco. La gente ha capito chi, sul nostro territorio, stava portando avanti l’iter per dare il via allo stabilimento per lo smaltimento dell’amianto: non di certo Mario Abbruzzese presidente del Cosilam. Da domani, in Regione, comincerò a lavorare per fermare chi davvero voleva l’amianto a Villa. Mi batterò fino in fondo per fermare l’istallazione dello stabilimento sulla nostra terra”. Parole forti, concrete, come i tanti impegni che Abbruzzese ha preso con le migliaia di cittadini della Provincia di Frosinone, con cui si è confrontato in queste settimane di campagna elettorale. “Ha vinto la politica del “fare” – ha continuato il consigliere regionale – perché la gente ha compreso fino in fondo il mio progetto politico, basato sul rilancio dell’economia e sulla ripresa dello sviluppo economico della nostra Provincia. Sono stato l’unico candidato che ha parlato di cose fatte, di cose veramente concrete, mentre gli altri erano impegnati a fare la politica dell’odio, degli insulti e dello sciacallaggio, dimenticandosi della gente che, per chi fa attività politico-amministrativa, deve sempre e comunque essere il punto di riferimento, la cosa da cui partire. E’ proprio a loro, ai tantissimi cittadini, che va il mio più sentito ringraziamento. E’ proprio a loro che dedico la mia vittoria”. Mario Abbruzzese ha dimostrato ampiamente di avere le idee chiare sul da farsi. Il suo programma politico non ha lasciato nulla al caso. Sviluppo infrastrutture, lavoro e sanità, sono stati i punti cardine e gli impegni che ha preso con tutti i cittadini della Provincia di Frosinone. “Non andrò in Regione per fare la comparsa – ha annunciato Abbruzzese – ma per ricoprire un incarico di primo piano: bisogna puntare e lavorare per un assessorato. Sono convinto che Renata Polverini manterrà la sua promessa, visto anche il grandissimo consenso ottenuto da tutti i candidati del Popolo della Libertà nelle province del Lazio”. L’elezione di Mario Abbruzzese alla Pisana aprirà sicuramente una “nuova stagione” politica per il centrodestra e per il Pdl provinciale. Saranno tantissime le “riflessioni” che dovranno essere fatte. A partire proprio da Cassino, dove Mario Abbruzzese ha stretto attorno a lui dieci consiglieri e cinque assessori, la metà degli amministratori cittadini. “E’ un gruppo forte e merita rispetto – ha affermato riferendosi ai “quindici” -. Non si faranno più sconti a nessuno”, ha tuonato Abbruzzese rivolgendosi a chi, in campagna elettorale, si è schierato apertamente, per un motivo o per un altro, in favore di candidati del nord della Provincia. “Io continuerò a fare una politica rivolta agli interessi del territorio e al fianco dei cittadini, delle famiglie e dei giovani, vero volano per far ripartire il “motore” dell’economia locale. Questa è l’unica cosa che mi interessa. Questi sono i motivi che mi hanno sempre spinto ad andare avanti. Questo mi ha portato al successo”.

30 marzo 2010 0

Cassino Basket / La Longo&Pagano travolge in casa il Vigna Pia

Di redazione

Longo&Pagano – Vigna Pia 92 – 79 Ancora una vittoria tra le mura di casa per la Longo&Pagano, a farne le spese questa volta è stata la capolista Vigna Pia che esce sconfitta 92-79 dopo un match in cui la superiorità dei padroni di casa non è stata quasi mai messa in discussione. Per entrambe le squadre questa partita era determinante per la classifica, il Vigna Pia sceso sul parquet di Cassino ha retto praticamente nel primo quarto, quando ha rintuzzato bene i tentativi di allungo dei padroni di casa che spesso hanno faticato ad imporre il ritmo e hanno avuto difficoltà ha tenere a bada un ottimo Nannini (31 punti). Tuttavia, proprio quando sembrava che il coach romano, Carradore, avesse messo in difficoltà il quintetto cassinate, la Longo&Pagano ha trovato il modo di prendere il vantaggio necessario per gestire al meglio il resto dell’incontro. il primo quarto era ad appannaggio dei cassinati 33-20, con il trascinatore “Tata” Cuello subito in partita. L’argentino oltre a segnare 23 punti è stato praticamente inmarcabile dalla linea dei tre punti con un 5/6 che parla da solo. Nel secondo quarto Guida e compagni hanno giocato con maggiore scioltezza, anche gli ingressi di Mangiante e Schiavi sono risultati importanti per dar fiato agli uomini del quintetto. Si andava così a riposo con il Cassino in vantaggio 48-35. Alla ripresa giungeva subito il terzo fallo per Michele Guida, ciò condizionava un tantino il pivot cassinate che era costretto a dosare al meglio le forze, spazio a Rivetti e a Falanga, quest’ultimo oramai recuperato dava un’apporto di grande qualità. Terza frazione in cui la Longo&Pagano arrivava anche a 20 punti di vantaggio, ma non riusciva a chiudere il match perchè il Vigna Pia con orgoglio restava lì senza mollare, inoltre, arrivava anche la doppia espulsione di Piazza e Valvona autori di qualche scorrettezza reciproca. Il terzo quarto si chiudeva 65 – 49 per il Cassino, pertanto, si andava all’ultima frazione con i padroni di casa che non riuscivano ad incrementare il vantaggio, anzi il vigna Pia riusciva a recuperare parte del divario, portando lo svantaggio anche a 9 lunghezze, erano i tiri da fuori di Cuello e De Santis a tenere i romani a distanza di sicurezza e anche l’uscita di Guida per falli non sbandava la Longo&Pagano che riusciva a portare a casa la nona vittoria su undici gare in questo girone di ritorno. A fine partita il tecnico cassinate appariva soddisfatto del risultato – ” la squadra ha giocato nel complesso bene, abbiamo sopperito al meglio all’uscita di Valvona e Guida nell’ultima frazione, forse nel quarto quarto abbiamo concesso qualcosa di troppo ai nostri avversari, tanto che hanno ridotto sensibilmente il divario, tuttavia, non dimentichiamo che stasera abbiamo giocato contro la squadra prima in classifica e, pertanto, dobbiamo essere tutti contenti” . Ora una settimana di riposo per le festività pasquali e poi la volata finale con le ultime due partite a determinare la griglia play off.

I parziali: 33/20 15/15 17/14 27/30 Longo&Pagano Schiavi, Guida 17, Boffelli 24, De Santis 11, Cuello 23, Mangiante 6, Falanga, Rivetti 1, Ferrara ne, Valvona 10. All. Pagano Vigna Pia Bonci 12, Piazza 6, Polozzi 6, Montesi 6, Marini, Ralli 3, Nannini 31, Di Bernardini 2, Olivi 2, Criscimanni 11. All. Carradore

30 marzo 2010 5

Domani la presentazione del 1° Torneo Nazionale di Calcio Giovanile “Abruzzo Cup”

Di redazione

L’Associazione Sportiva Dilettantistica F.C.D. REAL LANCIANO e l’Associazione CENTRO EVENTI, presentano, domani alla stampa, il 1° Torneo Nazionale di Calcio Giovanile “Abruzzo Cup”, patrocinato dal Comune di Lanciano e riconosciuto dalla F.I.G.C., che si terrà dal 2 al 5 Aprile 2010 e che vedrà la partecipazione di n°20 squadre del territorio nazionale per le Categorie Pulcini, Esordienti, Giovanissimi e Allievi. Parteciperanno la professoressa Angela Stampone (Presidente F.C.D. REAL LANCIANO), il sig. Giuseppe Malafronte (Presidente dell’Associazione CENTRO EVENTI), il sig. Edoardo Biondi (Responsabile del Settore Giovanile F.C.D. REAL LANCIANO), l’Avv. Filippo Paolini (Sindaco del Comune di Lanciano).

30 marzo 2010 0

La compagnia dell’appeso presenta “Le notti bianche”

Di redazione

Mercoledì 31 marzo 2010, alle ore 21:00, presso il Cinema Teatro ARCI, sito in Via P. Da Palestrina 16 (dietro la stazione ferroviaria) a Frosinone, la “Compagnia Teatro dell’Appeso” presenterà l’atto unico “Le notti bianche” da F. Dostoevskij di Amedeo di Sora. Interpreti: Amedeo di Sora e Alessandra Arcese. Regia di Amedeo di Sora. Biglietto: 7,00 euro; Ridotto under 18, over 65 e soci ARCI: 5,00 euro. La malinconica trama del racconto russo, immersa in un’atmosfera incantata e giocata nel silenzio della luce fosforica delle notti pietroburghesi, nella riscrittura scenica si concentra essenzialmente nelle voci e nei silenzi dei protagonisti. Il Sognatore e la Ragazza si incontrano e tentano di coniugare le loro differenti solitudini e la parola si fa silenzio e musica, à ncora e naufragio, contatto effimero e distanza siderale. E gli amori dei personaggi sono di differente segno. Astratto e smisurato quello del Sognatore, a tratti delirante e timidamente disperato. Bilicante tra realtà e sogno quello della Ragazza. Un concerto di voci, silenzi, incontri, abbandoni che parlano di amori desideranti e desiderati. Perchè l’amore è desiderio paradossale, erratico ed eretico, unione di solitudini, teatro di passioni, tensioni e abbandoni… e di possibili resurrezioni.

30 marzo 2010 0

Schianto con l’auto, bimbo di sei anni sbalzato fuori dall’abitacolo

Di admin

Un rocambolesco incidente stradale è avvenuto ieri sera nel rione colosseo a Cassino (Fr). Per cause ancora al vaglio della polizia, una Fiat punto si sarebbe schiantata e, dal finestrino, sarebbe stato sbalzato fuori dall’abitacolo, un bambino di sei anni. Immediatamente il piccolo è stato trasportato in ospedale a Cassino dove i medici lo hanno sottoposto ad un attentoesame radiodiagnostico riscontrandogli alcune fratture ma senza gravi conseguenze. L’incidente è avvenuto alle 23 circa.

30 marzo 2010 0

Benvenuta primavera!

Di admin

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2010/03/primavera.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2010/03/primavera.jpg /]

30 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Risultati elezioni regionali, dichiarazione di Mauro Buschini

Di admin

«E’ una sconfitta sicuramente dura, amara, per il Partito Democratico. Una sconfitta che è arrivata dopo un testa a testa tra Emma Bonino e Renata Polverini». Così Mauro Buschini in merito ai risultati delle elezioni regionali. «Il risultato ottenuto dal Partito Democratico in provincia di Frosinone – ha aggiunto Buschini – avvia inevitabilmente una riflessione seria. Va fatta un’analisi rigorosa, dobbiamo capire le ragioni che hanno portato ad un arretramento del Partito Democratico. Per quanto riguarda il mio risultato mi ritengo soddisfatto: oltre 15.000 preferenze. Dal punto di vista personale credo davvero di aver ottenuto un risultato importante. E’ la mia prima candidatura e posso ritenermi davvero soddisfatto. Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto con passione e determinazione, giovani, militanti, semplici cittadini, e sarà compito mio valorizzare questo risultato per dare maggiore forza alle idee e proposte che mi hanno accompagnato in questa campagna elettorale».