Al via la 9a edizione del raduno di primavera… in bicicletta

16 marzo 2010 0 Di redazionecassino1

E’ ormai tradizione per la città di Cassino salutare la primavera in arrivo col massivo cicloraduno organizzato dall’Associazione Culturale Eqo, che apre la stagione delle numerose attività a cielo aperto dell’anno e si ripete, meteo permettendo, pressappoco una volta al mese fino all’autunno successivo. Si tratta essenzialmente di una passeggiata collettiva in bicicletta, un evento che si colloca a metà tra puro intrattenimento e manifestazione di protesta,  volto a promuovere l’uso di mezzi ecologici tra i residenti; un giro in lungo e largo per le strade della città, quindi, che culmina col ritrovo dei ciclisti in uno degli spazi verdi della zona, per ascoltare buona musica dal vivo e mangiare qualcosa godendo del primo sole primaverile. Giunta alla nona edizione, l’amata biciclettata nella sua amichevole semplicità sembra accogliere di volta in volta maggiori consensi da parte soprattutto dei giovani, delle Università e scuole e di tutte le associazioni attive nella provincia di Frosinone, radunando un numero incredibile di partecipanti in sella ai mezzi più bizzarri: dal classico tandem ai cosiddetti “risciò” fatti in casa, dai pattini a rotelle alle bici “d’epoca”: tutto è concesso al Cicloraduno, purchè sia al 100% sostenibile. L’iniziativa nasce circa tre anni fa e coinvolge sulle prime una quarantina di ragazzi, per lo più aderenti all’Associazione, nota per essere promotrice e organizzatrice dell’Eqofestival: pensato come una manifestazione ripetibile con scadenze regolari, dalla primavera agli ultimi giorni caldi di settembre, il ciclo raduno è rapidamente diventato fra gli appuntamenti più attesi della bella stagione con un bacino di utenza che abbraccia oggi ogni fascia d’età.  “Questa edizione è tra le più importanti mai organizzate”, secondo quanto riferito dal Direttivo dell’Associazione, “non solo per l’alta partecipazione prevista, ma in particolare per le vicende locali in corso: l’apertura di un Centro Sperimentale per lo smaltimento dell’amianto a pochi chilometri da Cassino è tra le più grandi preoccupazioni del momento. Da sempre noi cerchiamo di lanciare un messaggio profondamente distante da ciò che invece sta succedendo: desideriamo una qualità della vita migliore, e a giudicare dai risultati di questo genere di eventi, non siamo soli”. Il gruppo di ciclisti terminerà la passeggiata del 20 Marzo presso le Terme Varroniane, e attenderà la mezzanotte di questa nuova primavera sulle note di Fabrizio De Andrè, cui è dedicato il tributo dal vivo dei musicisti locali.  “Il 20 marzo ricorre una data importante” sostiene ancora l’Associazione Eqo “Quella dell’inizio della Seconda guerra del golfo con l’invasione dell’Iraq da parte delle forze angloamericane. Noi invadiamo la città, anzichè con i carri armati, con le nostre biciclette. E cantiamo la poesia di De Andrè per dire no a qualsiasi guerra”. Se dunque vi troverete nelle vicinanze di Cassino durante il prossimo weekend, consigliamo vivamente di non perdervi lo spettacolo: meglio se bici-muniti, chiaramente; ma in caso contrario il raduno alle Terme è aperto a tutti.