Consiglio di Stato, no alla lista Pdl Roma, la Regione Lazio non rinvia le elezioni. Si terranno il 28 e 29 marzo come previsto

20 marzo 2010 0 Di redazionecassino1

Due importanti decisioni, attese da tempo, e che riguardano le elezioni regionali nel Lazio sono state emesse proprio in queste ore. Il Consiglio di Stato ha respinto l’appello presentato dal PdL contro la mancata ammissione della lista provinciale di Roma che, in base a questa decisione, è esclusa definitivamente  dalle prossime elezioni regionali nel Lazio. I legali del centrodestra avevano impugnato l’ordinanza emessa dal Tar del Lazio, con la quale i giudici amministrativi avevano respinto la richiesta di sospendere il provvedimento di mancata ammissione alla competizione elettorale della lista Pdl provinciale di Roma. La lista era stata ripresentata lo scorso 8 marzo a seguito del decreto legge interpretativo – da parte dell’ufficio elettorale centrale presso la Corte di Appello.  La seconda decisione riguardava la richiesta di rinvio delle elezioni regionali, avanzata dall lista Sgarbi Liberal e su cui doveva pronunciarsi la regione Lazio.
La Regione Lazio ha anche bocciato la richiesta di rinvio delle elezioni nel Lazio dove si voterà regolarmente, come previsto,  il 28 e 29 marzo,  respingendo la richiesta avanzata da Vittorio Sgarbi di rinviare le elezioni regionali sulla base dell’applicazione del decreto salvaliste. La valutazione dei tecnici della Regione è che, riducendo i giorni di campagna elettorale garantiti da 15 a 6, il provvedimento consente di fare rientrare l’ammissione della lista Rete Liberal Sgarbi nei tempi consentiti.