No all’amianto, la protesta all’attenzione di… San Benedetto

21 marzo 2010 0 Di redazione

Hanno scelto il momento più importante delle celebrazioni di San Benedetto per inscenare una protesta eclatante: bloccare la strada che da Cassino conduce all’abbazia di Montecassino. Oggi è la giornata conclusiva dellre celebrazioni Benedettine e su quella strada sarebbero dovuti passare ministri, sottosegretari e cardinali. Un folto gruppo di manifestanti, appartenendi al comitato “Villa, no all’amianto”, hanno bloccato la via ad iniziare dalle 8 del mattino. Per circa un’ora, i manifestanti che si battono contro la realizzazione a Villa Santa Lucia di un grosso impianto di stoccaggio di materiale contenente aminato, hanno impedito che ospiti illustri potessero raggiungere la millenaria abbazia. Dopo una lunga ed estenuante trattativa portata avanti dal capitano Adolfo Gimaldi della compagnia carabinieri di Cassino, il blocco è stato sciolto a condizione che una delegata potesse raggiungere ed inconrare il padre abate don Pietro Vittorelli. Un incontro durato poco ma che ha soddisfatto i manifestanti dato che l’abate si sarebbe impegnato ad invesrtire della questione, i personaggi che, di lì a poco, avrebbero assistito alla messa, cioè l’onorevole Gianni Letta e il ministro Franco Frattini, oltre, ovviamente, a tutte le autorità provinciali e regionali.
Er. Amedei
[nggallery id=79]