Regionali 2010 / Abbruzzese ha incontrato i cittadini di Fontana Liri

22 marzo 2010 0 Di redazione

Continua il tour elettorale di Mario Abbruzzese, che domenica sera, poco dopo le 20 e 30, all’interno del ristorante “Poggio Antico” di Fontana Liri, ha incontrato un folto gruppo di sostenitori, amici e simpatizzanti del Popolo della Libertà, provenienti dal comune fluviale e dai centri limitrofi. All’appuntamento politico hanno partecipato, fra gli altri, l’assessore ai Servizi sociali di Fontana Liri, Giuseppe Battista, e l’ex primo cittadino di Arpino, Saverio Zarrelli, due fra i massimi sostenitori del candidato Abbruzzese in zona. Nel corso dell’ennesima tappa del giro elettorale “Fare insieme”, che sta portando il candidato del Pdl al Consiglio regionale del Lazio in giro per i 91 Comuni della Provincia, vi erano oltre centocinquanta cittadini che hanno assistito con grande attenzione al discorso di Abbruzzese. L’esponente del centrodestra ha parlato delle linee guida del suo programma, incentrato su quattro punti fondamentali: sviluppo, infrastrutture, sanità e nuova occupazione. Ad introdurre il candidato pidiellino ai presenti ci ha pensato lo stesso assessore Battista. “Abbruzzese è l’unico candidato della nostra zona ad avere le carte in regola per diventare consigliere alla Regione Lazio – ha sottolineato l’amministratore locale -. Ormai tutti sanno che Mario conosce a fondo il territorio e sa muoversi bene per portare ricchezza nella nostra terra. Noi lo sosterremo con grande forza ed entusiasmo”. Alle parole dell’assessore di Fontana Liri hanno fatto eco quelle dell’ex sindaco Zarrelli, che ha ricordato: “Mario è stato l’unico candidato alle regionali che in questi giorni, più volte, ha incontrato i cittadini del nostro territorio. E’ per questo che vi chiedo – è stato l’appello lanciato – di scrivere sulla scheda Abbruzzese”. “Una volta eletto in Regione – ha affermato il candidato del Pdl – mi impegnerò per far ripartire l’economia di questo territorio, importante realtà economica della nostra Provincia. Bisogna sostenere un grande progetto di modernizzazione delle infrastrutture, in primo luogo quelle materiali, per migliorare innanzitutto la mobilità di persone e merci. La politica deve assolutamente occuparsi delle necessità e delle problematiche dei cittadini, degli imprenditori, dei commercianti e degli artigiani di tutta la zona. Per fare questo c’è bisogno di uomini che sappiano cosa significhi “fare”, mettendosi quotidianamente al servizio della propria gente”.