Regionali 2010 / Frosinone, Abbruzzese interviene su sviluppo e nuovi progetti di energie rinnovabili

10 marzo 2010 1 Di redazione

“Su ambiente, energie rinnovabili e gestione del ciclo dei rifiuti la politica del centrodestra intende operare una svolta”. Ad affermarlo è Mario Abbruzzese, candidato alle prossime elezioni regionali del Lazio del 28 e 29 marzo. “La difesa dell’ambiente – ha continuato l’esponente del Popolo della Libertà – rappresenta una miniera di opportunità lavorative e la politica, in questo particolare momento di crisi economica, deve assolutamente guidare il processo di cambiamento per far scoprire al nostro territorio una miniera di opportunità, utili a rilanciare la nostra economia e a creare nuovi posti di lavoro. Dati recenti – ha affermato Mario Abbruzzese – ci dicono che decine di nuove professioni di alto profilo sono strettamente legate alle questioni ambientali. In Europa sono oltre 400mila le persone impiegate in questo settore, anche se in Italia, rispetto alle decine di migliaia impiegate in Germania, Spagna e Danimarca, ci si ferma solo a 1700 lavoratori nel fotovoltaico e a circa 3000 nel solare termico. Dobbiamo assolutamente tornare a salvaguardare l’ambiente e ad incrementare le energie alternative, che devono diventare, anche nella nostra zona, un investimento che investa nuove competenze in tema di formazione e lavoro. Il risparmio energetico deve cominciare dalle nostre case, applicando le innovazioni che l’architettura e l’ingegneria moderna hanno elaborato negli ultimi anni. Sono personalmente convinto – ha continuato l’esponente del Pdl – che il decollo del Piano casa rappresenta una grande occasione per intervenire non solo sulle nuove costruzioni, ma anche su quelle già esistenti, attraverso una riqualificazione fondata sulla demolizione e ricostruzione sulla base di criteri di bioarchitettura. Sono sempre di più i pannelli fotovoltaici installati dai privati che, oltre a produrre energia pulita, si sono liberati del peso della bolletta dell’elettricità”. Abbruzzese ha le ide molto chiare in merito, è per questo che uno dei punti cardine del suo programma politico-elettorale è incentrato sulle energie pulite e rinnovabili. “Vi sono altre energie, di grande potenzialità, oggi sottoutilizzati e di cui ora si sta iniziando a comprendere il valore ed i possibili vantaggi. Le biomasse, ad esempio, sono una delle “scelte” su cui l’Unione Europea ha deciso di investire molto per ridurre la propria dipendenza energetica dalle importazioni extra comunitarie. Il ciclo integrato dei rifiuti è, in questo momento, la priorità che richiede un impegno serio sulla raccolta differenziata e scelte responsabili per quanto riguarda la realizzazione di termovalorizzatori a basso impatto ambientale”.