Regionali 2010/Mario Abbruzzese ad Alatri con Antonio Tajani e Alfredo Pallone All’incontro, organizzato dall’assessore Tagliaferri, vi erano oltre mille cittadini

20 marzo 2010 0 Di redazionecassino1

Continua a tamburo battente il giro di incontri del candidato Pdl alle elezioni regionali Mario Abbruzzese. Nella serata di venerdì l’esponente politico del Popolo della Libertà, accompagnato dal vicepresidente della Commissione europea per l’Industria e l’Imprenditoria, Antonio Tajani, e dall’eurodeputato Alfredo Pallone, ha incontrato un migliaio di persone all’interno del ristorante “Le Tre Stelle” di Alatri. Erano davvero tantissimi i cittadini che hanno preso parte all’incontro, promosso ed organizzato da dall’assessore alatrense Silvio Tagliaferri che, per l’occasione, ha ribadito che continuerà a dare “massimo sostegno alla candidatura di Mario Abbruzzese, politico di spessore che, una volta eletto – ha continuato Tagliaferri – potrà dare importanti risposte a tutto il territorio, che ha bisogno di un rinnovamento della classe politica dirigente, a livello locale e regionale”. Abbruzzese ha ringraziato ufficialmente tutti i sostenitori di Alatri, prendendo con loro impegni concreti. “L’intero sistema economico – ha affermato Mario Abbruzzese nel corso dell’incontro oceanico – necessita di un sostanziale e vitale risveglio dal torpore nel quale annaspa. E’ importante reagire agendo nel concreto, programmando interventi e strategie di lungo corso per l’intera Regione, senza commettere l’errore di considerarla frazionata, nei due poli Nord e Sud. Intendo farmi carico della necessità di lavorare al sostegno delle molte, troppe aziende in difficoltà, che vanno tutelate, in quanto importante ed effettivo patrimonio della nostra economia, contraddistinta da caratteristiche alle quali va dato il giusto peso: impegno, esperienza, competenza e coraggio. Con la mia candidatura – ha continuato il candidato del Pdl – intendo fornire grande sostegno alla Piccola e media impresa, poiché, nel pieno rispetto dei principi economico-liberali, devono essere valorizzate e puntualmente incentivate le iniziative imprenditoriali, con premi da destinare alle virtuose, a quelle, cioè, capaci di creare occupazione, innovazione e investimento per lo sviluppo del sistema economico della Regione. Sono sicuro che l’azienda e la forza lavoro – ha concluso il candidato Abbruzzese – rappresentano il centro del sistema produttivo, affinché diventino di fatto protagonisti e punti di riferimento per tutti i soggetti che sono parte attiva nel processo di commercializzazione: investitori, utenti e istituzioni. Le aziende devono essere sostenute perché attraverso di esse vengono polarizzati gran parte degli interessi della nostra Provincia”.