Truffa informatica, sottrae soldi via internet ma viene “beccato”

15 marzo 2010 0 Di redazione

Questa mattina a Veroli (Fr) i carabinieri a conclusione di un’indagine avviata in seguito ad una denuncia sporta da una donna verolana, hanno deferito in stato di libertà, R.G., 62 anni, di Cinisello Balsamo (MI), per “frode informatica”. L’indagato si sarebbe inserito fraudolentemente nel sistema informatico della S.P.A. Bancoposta, attraverso l’utilizzo di un codice identificativo (IP), collegato ad un server attestato in Gran Bretagna, è riuscito ad impossessarsi della somma di 240 euro, sottraendola dalla carta “POSTEPAY” intestata alla denunciante e stornandola sulla propria carta prepagata.